Le bianconere piegano il Verona 1-0 e rimangono in testa alla classifica

Ancora una vittoria per la Juve woman che batte di misura il Verona e rimane in testa alla classifica assieme al Brescia a punteggio pieno. Le bianconere impongono il loro gioco alle veronesi, ma non riescono a concretizzare; vanno vicine al gol al 26’ con Bonansea servita da Glionna, ma rischiano anche al 40’ quando il portiere Giuliani atterra Ambrosi in area. L’arbitro decreta il rigore, ma Giuliani para il tiro di Kongouli. La gara si sblocca al 5’ della ripresa, Sanni Franssi batte con un tocco preciso Lemey, concretizzando un’azione impostata da Glionna e Galli. Il Verona non riesce ad alzare il suo baricentro e la partita rimane saldamente belle mani della Juventus che va vicina al raddoppio al 25’ con Caruso.
JUVENTUS - AGSM VERONA 1-0
JUVENTUS: Giuliani, Hyyrynen, Lenzini, Salvai Boattin, Isaksen (10’ st Rosucci), Galli, Zelem (21’ st Caruso), Glionna, Franssi (30’ st Cantore), Bonansea A disp.: Russo, Panzeri, Franco, Sodini All.: Guarino
AGSM VERONA: Lemey, Lipman, Soffia, Hill, Bardin, Thorvaldsdottir, Kongouli (40’ st Gubilato), Fishley, Nichele, Ambrosi (1’ st Peare), Agrimdottir A disp.: James, Pasini, Poli All.:  Longega
MARCATORI: 5’ st Franssi
AMMONITI: Giuliani
NOTE: 40’ pt Kongouli ha sbagliato un rigore
4 novembre 2017

Finisce 4-1 in favore della squadra di Guarino

Giorgio Siffotti

Riprende da dove aveva lasciato la Juventus: quattro reti nell’ultima giornata disputata due settimane fa contro la Roma e quattro reti oggi contro l’Empoli alla ripresa. Le bianconere contro le neopromosse toscane si presentano in campo senza capitana e vice capitana, nonché duo titolare della difesa Gama-Salvai, sostituite dalla giovane Lenzini e Franco, ma dopo soli dieci minuti la strada è già in discesa. Si sblocca difatti la altfinlandese Franssi che segna la sua prima rete in Italia, mentre al 20’ è Galli a segnare il 2-0. L’Empoli non riesce mai a rendersi pericoloso e nella ripresa Caruso prima e Zelem poi portano il risultato sul 4-0. La prima rete stagionale subita dalla Juventus porta la firma della punta toscana Bargi su calcio di rigore a dieci minuti dal termine della gara. Le bianconere, a punteggio pieno insieme al Brescia, torneranno in campo sabato prossimo alle 17 contro il Verona.
EMPOLI - JUVENTUS 1-4
EMPOLI (4-4-2): Baldi, Di Guglielmo, Esperti, Prugna, Orlandi, Bargi, Parrini, Morucci, Cinotti (5’ st Mastalli), Fusini (35’ pt Acuti), Filangieri A disp: Vicenzi, Venturini, Caucci, Borghesi, Meropini. All.: Pistolesi
JUVENTUS (4-2-3-1): Giuliani, Hyyrynen, Lenzini, Franco, Boattin, Rosucci (1’ st Caruso), Galli, Zelem, Glionna (44’ st Cantore), Franssi (31’ st Rood), Bonansea A disp.: Russo, Salvai, Panzeri, Sodini All.: Guarino
MARCATRICI: 10’ pt Franssi, 20’ pt Galli, 24’ st Caruso, 31’ st Zelem, 35’ st rig. Bargi.
AMMONITE: Cinotti, Franssi, Esperti.

(nella foto Sanni Franssi - Juventus.com)

La Res Roma cade 4-0 a Vinovo, bianconere non brillanti, ma spietate nello sfruttare gli errori capitolini

Giorgio Siffotti

Nella prima casalinga la Juventus non brilla, ma è concreta nel portare a casa i tre punti abbattendo le resistenze della Res Roma nella ripresa grazie anche altad un pizzico di fortuna che non gusta mai. Contro le capitoline reduce dalla vittoria contro il Chievo Verona nella prima giornata, Guarino effettua un solo cambio nell’undici iniziale inserendo Zelem al posto di Caruso nel terzetto di centrocampo, ma contro un’avversaria ottimamente disposta tatticamente in fase difensiva le bianconere faticano ad andare al tiro. Bonansea fatica ad entrare in partita e dopo due tentativi da fuori area di Zelem è grazie ad un errore di in fase difensiva delle capitoline che la gara si sblocca: Picchi controlla male un retropassaggio sui venti meri inciampando sul pallone, Glionna ne approfitta ed impossessatasi della sfera fugge verso la porta difesa da Pipitone in solitaria e la fredda con un chirurgico destro. L’1-0 non rompe gli equilibri nella partita dove la Juve controlla il gioco, ma non riesce a sfondare. A dieci minuti dall’intervallo è un colpo di testa di Gama a far vacillare le capitoline, ma Pipitone si supera e devia in angolo. Così non va e Guarino cambia tra i due tempi: fuori Zelem, apparsa molto lenta in fase di impostazione, e Bonansea; dentro Caruso e Cantore. La pressione della Juventus rimane forte, ma è solo grazie ad un’autorete su cross di Boattin che le bianconere trovano il raddoppio: Pipitone in uscita respinge su Fracassi con il pallone che carambola in rete al 9’. Un minuto dopo ancora Pipitone devia in angolo il tiro da fuori di Franssi, ma la gara si chiude al 18’ quando Labate atterra in area Boattin: rigore trasformato dalla stessa terzina che solo sette giorni fa aveva sbagliato dagli undici metri contro l’Atalanta. La Roma cerca di rientrare in partita e lascia spazi dietro dove la Juve trova corridoi interessanti senza riuscire a sfruttarli, il 4-0 giunge difatti su un tiro dal limite di Galli che si insacca rasoterra sbattendo contro la base del palo al 33’.
JUVENTUS - RES ROMA 4-0
JUVENTUS (4-3-3): Giuliani, Hyyrynen, Gama, Salvai, Boattin, Rosucci, Galli, Zelem (1’ st Caruso), Glionna (28’ st Sodini), Franssi, Bonansea (1’ st Cantore) A disp.: Russo, Lenzini, Franco, Rood. All.: Guarino.
RES ROMA (4-4-2): Pipitone, Savini (13’ st Romanzi), Picchi, Palombi (13’ st Orlando), Nagni (Cap), Fracassi, Labate, Greggi, Lommi, Martinovic, Simonetti. A disp.: Parnoffi, Coluccini, Liberati, Corrado. All.: Ceccarelli (Melillo squalificato).
ARBITRO: Gasperotti di Rovereto.
MARCATRICI: 27’ pt Glionna, 11’ st aut. Fracassi, 19’ st rig. Boattin, 34’ st Galli.
AMMONITE: Salvai, Fracassi.
(nella foto la rete di Glionna per l'1-0 - Juventus.com)
7 ottobre 2017

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Poker e primato per la Juventus

La Res Roma cade 4-0 a Vinovo, bianconere non brillanti, ma spietate nello sfruttare gli errori capitolini

Giorgio Siffotti

Nella prima casalinga la Juventus non brilla, ma è concreta nel portare a casa i tre punti abbattendo le resistenze della Res Roma nella ripresa grazie anche ad un pizzico di fortuna che non gusta mai. Contro le capitoline reduce dalla vittoria contro il Chievo Verona nella prima giornata, Guarino effettua un solo cambio nell’undici iniziale inserendo Zelem al posto di Caruso nel terzetto di centrocampo, ma contro un’avversaria ottimamente disposta tatticamente in fase difensiva le bianconere faticano ad andare al tiro. Bonansea fatica ad entrare in partita e dopo due tentativi da fuori area di Zelem è grazie ad un errore di in fase difensiva delle capitoline che la gara si sblocca: Picchi controlla male un retropassaggio sui venti meri inciampando sul pallone, Glionna ne approfitta ed impossessatasi della sfera fugge verso la porta difesa da Pipitone in solitaria e la fredda con un chirurgico destro. L’1-0 non rompe gli equilibri nella partita dove la Juve controlla il gioco, ma non riesce a sfondare. A dieci minuti dall’intervallo è un colpo di testa di Gama a far vacillare le capitoline, ma Pipitone si supera e devia in angolo. Così non va e Guarino cambia tra i due tempi: fuori Zelem, apparsa molto lenta in fase di impostazione, e Bonansea; dentro Caruso e Cantore. La pressione della Juventus rimane forte, ma è solo grazie ad un’autorete su cross di Boattin che le bianconere trovano il raddoppio: Pipitone in uscita respinge su Fracassi con il pallone che carambola in rete al 9’. Un minuto dopo ancora Pipitone devia in angolo il tiro da fuori di Franssi, ma la gara si chiude al 18’ quando Labate atterra in area Boattin: rigore trasformato dalla stessa terzina che solo sette giorni fa aveva sbagliato dagli undici metri contro l’Atalanta. La Roma cerca di rientrare in partita e lascia spazi dietro dove la Juve trova corridoi interessanti senza riuscire a sfruttarli, il 4-0 giunge difatti su un tiro dal limite di Galli che si insacca rasoterra sbattendo contro la base del palo al 33’.

JUVENTUS - RES ROMA 4-0

JUVENTUS (4-3-3): Giuliani, Hyyrynen, Gama, Salvai, Boattin, Rosucci, Galli, Zelem (1’ st Caruso), Glionna (28’ st Sodini), Franssi, Bonansea (1’ st Cantore) A disp.: Russo, Lenzini, Franco, Rood. All.: Guarino.

RES ROMA (4-4-2): Pipitone, Savini (13’ st Romanzi), Picchi, Palombi (13’ st Orlando), Nagni (Cap), Fracassi, Labate, Greggi, Lommi, Martinovic, Simonetti. A disp.: Parnoffi, Coluccini, Liberati, Corrado. All.: Ceccarelli (Melillo squalificato).

ARBITRO: Gasperotti di Rovereto.

MARCATRICI: 27’ pt Glionna, 11’ st aut. Fracassi, 19’ st rig. Boattin, 34’ st Galli.

AMMONITE: Salvai, Fracassi.

(nella foto la rete di Glionna per l'1-0 - Juventus.com)

7 ottobre 2017

 

3-0 netto delle bianconere di Guarino nella prima di campionato contro le orobiche: a segno con una doppietta Bonansea e Glionna
 
Giorgio Siffotti
 
Ottiene i tre punti la Juventus nella prima uscita ufficiale in Serie A della sua storia. La partita contro l’Atalanta non presenta grandi difficoltà per le bianconerealt complice un tasso tecnico superiore ed una maggiore organizzazione di gioco che consente alla compagine guidata da Rita Guarino di passare in vantaggio al settimo minuto in seguito ad una discesa sulla sinistra di Glionna sul cui cross è pronta alla deviazione da pochi passi Bonansea.
Il 2-0 giunge al 20’ con ancora protagonista Glionna che si mette in proprio e dalla sinistra con un tiro preciso supera Thalmann dopo che la Juventus aveva gestito la gara ottenuto l’1-0. L’Atalanta riesce a rendersi pericolosa solo sugli sviluppi di un calcio d’angolo su cui è pronta Giuliani ad anticipare Pirone sul primo palo; le bianconere potrebbero raggiungere anche il 3-0, ma la prima frazione di gioco non vede più cambiare il risultato. Nella ripresa la partita è avara di emozioni fino al 36’ quando la neo entrata Cantore viene atterrata in area; sul dischetto di presenta Boattin, ma Thalmann intuisce e respinge la conclusione. L’appuntamento con il 3-0 è però solo rimandato al 42’ quando su un pallone perso dall’Atalanta a metà campo, Bonansea si invola verso la porta avversaria depositando il pallone alle spalle di Thalmann. Alla vittoria si aggiungono poi le buone notizie che arrivano dagli altri campi con la Fiorentina fermata sull’1-1 dal Verona e subito a meno due dalle concorrenti allo scudetto Juventus e Brescia.
ATALANTA MOZZANICA - JUVENTUS 0-3
ATALANTA MOZZANICA: Thalmann, Motta, Piacezzi, Rizzon, Ledri, Stracchi (29’ st Baldi), Scarpellini (32’ st Rizza), Alborghetti, Pellegrinelli (12’ st Re), Pirone, Monterubbiano. A disp.: Salvi, Fusarpoli. All.: Garavaglia
JUVENTUS: Giuliani, Hyyrynen (43’ st Lenzini), Gama, Salvai, Boattin, Rosucci, Galli (25’ st Zelem), Caruso, Glionna, Franssi (29’ st Cantore), Bonansea. A disp.: Serafino, Panzeri, Sodini, Rood. All.: Guarino
MARCATORI: 6’ pt Bonansea, 20’ pt Glionna, 42’ st Bonansea
AMMONITI: Galli, Monterubbiano
NOTE: 38’ st Boattin ha sbagliato un rigore
30 settembre 2017

fontefoto: Juventus FC

30 settembre 2017 – Risultati 1° Giornata: Pink Bari – Brescia 0-6, AGSM Verona – Fiorentina 1-1, Mozzanica Atalanta – Juventus 0-3, Res Roma – Chievo 3-0, Sassuolo – Tavagnacco 0-4, Empoli Ladies – Ravenna Woman 1-1
Classifica: Brescia, Tavagnacco, Juventus, Res Roma 3; AGSM Verona, Empoli Ladies, Fiorentina, Ravenna Woman 1; Chievo, Mozzanica Atalanta, Sassuolo, Pink Bari 0

Risultati 21° Giornata: Mozzanica – Brescia 1-1, Luserna – Cuneo 1-2, Como – Jesina 4-1, Fiorentina – Tavagnacco 2-0, Verona – Res Roma 2-1, Chieti – S. Zaccaria 2-1
Classifica: Fiorentina 60; Brescia 52; Verona 42; Mozzanica 41; Res Roma 35; Tavagnacco 30; Cuneo 26; San Zaccaria 21; Como 19; Chieti, Luserna 14; Jesina 8

6 maggio 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it