Tre punti buttati al vento per la squadra di Del Rosso. Il Torino batte 2-0 il Novara

JUVENTUS – PARMA 1-1

JUVENTUS (4-4-2): Vannucchi 5; Tavanti 6.5, Somma 6, Mannai 6, Cifarelli 6; Di Benedetto 6 (15’ st Moncini ng), Castelletto 6, Danza 6.5 (24’ st Coviello ng), Mattiello 5.5; Ponsat 6.5, Ceria 6.5 (38’ st Decello ng). All. Del Rosso.
PARMA (4-3-3): De Angelis 6; Pipoli 5.5 (9’ st Davighi 6), Yao 5, Spagnoli 6.5, Zuccolini 6; Bottino 5.5, Corso 5.5, Nyantaky ng (29’ pt Martinez 6); Bellato 5.5 (19’ st Maniscalco ng), Feletti 5.5 (10’ st Silipo 6.5), Torri 5.5. All. Annoni.
ARBITRO: Riccardi di Novara 6.
MARCATORI: pt 40’ Ceria; st 41’ Silipo.

Giorgio Siffotti


Come contro il Siena, anche con il Parma la Juventus spreca tutto e nel finale regala il pareggio agli ospiti. Rispetto alla gara contro i toscani Del Rosso perde Penna e Bertinetti in difesa sostituendoli con Mannai e l’arretramento di Tavanti a terzino, mentre in attacco maglia da titolare a Ceria  e panchina per il ’96 Moncini. Il Parma è reduce dalla vittoria casalinga contro il Torino, ma fin dalle prime battute della partita si vede una squadra con pochissima qualità e tatticamente mal disposta in campo con la Juventus che si adegua all’andamento della gara non imbastando per quasi tutta la partita una vera azione di gioco,Del Rosso con Pessotto (juventus.com) affidandosi a spunti personali delle punte o di Mattiello incapace di trovare lo spunto decisivo. E dire che la Juventus parte subito bene con Tavaniti che al 7’ crossa dalla trequarti  sfruttando l’ottimo movimento di Ceria, bravo a bucare i difensori del Parma disposti in linea nel tentativo di mandare in fuorigioco gli avanti bianconeri, ma il tiro dell’attaccante viene deviato in angolo da De Angelis. Dal corner prende palla Ponsat che entra in area palla al piede, salta due avversari, rientra verso il limite destro dell’area piccola lasciando partire un bel diagonale di sinistro che lambisce il palo opposto. All’11 Yao liscia il pallone sulla trequarti , Ponsat parte in contropiede e serve Mattiello sulla sinistra, ma il tiro dell’esterno viene parato. Al 40’ Ceria al limite stoppa e tira di sinistro di prima intenzione, la palla sbatte contro il palo interno alla sinistra del portiere ed entra in rete. Dopo mezzora di noia assoluta arriva il vantaggio juventino. Nella ripresa Annoni sposta il pericolo pubblico Yao sulla destra dando più sostanza alla difesa centralmente, ma al 28’ Spagnoli appoggia male di testa e Mattiello può lanciarsi in solitaria contro De Angelis. Il portiere resta in piedi fino all’ultimo e respinge il tiro. A regalare emozioni ci pensa Vannucchi con uscite a vuoto e tentativi di dribbling nell’area piccola. Il Parma nel finale si sveglia e con Bottino potrebbe pareggiare in due occasioni, ma al 41’ Maniscalchi entra in area sulla destra e serve Silipo sul secondo palo: l’attaccante segna di piatto e sancisce l’1-1.
DERBY – Termina 2-0 per il Torino di Longo il derby che vedeva i granata impegnati contro il Novara a Novarello. Battuta la squadra di Brambilla, ex granata oggi allenatore degli azzurri dopo l’esperienza al Pergocrema.

9 ottobre 2011

Il Casale supera il Varese per 3-1, mentre l’Alessandria fa 1-1 con l’Atalanta

Secondo successo consecutivo per il Casale che sale in classifica e si affaccia nei piani alti della graduatoria superando per 2-1 il Varese. Al 4’ del primo tempo subito in gol i padroni di casa con Di Vanno che va al cross e trova sul secondo palo Preziosi. L’attaccante non sbaglia e segna l’1-0. Al 23’ raddoppio dell’ex granata Naturale con un tiro da fuori area che si infila nel sette. Nella ripresa il Varese accorcia leNaturale attaccante del Casale (casalecalcio.it) distanze con Da Silva Oliveira che a tu per tu con l’estremo Vavassori non sbaglia e segna la rete del 1-2. Il Casale chiude in dieci per l’espulsione di Francia, ma non corre più pericoli e porta a casa i tre punti.
DERBY – Pro Vercelli e Valenzana hanno dato vita ad un derby combattuto che ha visto i bianchi prevalere. La squadra allenata da Monetta è sicuramente una delle maggiori rivelazioni di questo campionato ed insegue il passaggio del turno a suon di risultati. Finisce 3-1 per i bianchi con una Valenzana che fatica a trovare una propria identità. Dopo quattro minuti sblocca subito Gyasi, in prestito dal Torino, raddoppia un altro ex granata, Cristiano, al 33’. A dieci minuti dalla fine gli ospiti accorciano e riaprono la partita con Cani, ma a due minuti dal fischio finale ecco il 3-1 definitivo della Pro Vercelli con Gobbi. Terzo posto in classifica per la Pro a due punti dalla vetta.
ALESSANDRIA – Buon pareggio in casa per i grigi di Manueli che hanno pareggiato per 1-1 contro l’Atalanta di Beppe Bergomi.

CASALE – VARESE 2-1

CASALE: Vavassori, Lamberti, Fabris, Salice, Terrone, Francia, Di Vanno, Valenza, Naturale (27’ st Ricaldone), Marin (7’ st Buso), Preziosi (42’ st Spilla). A disp.: Gregoletto, Roci. All.: Monichino.
VARESE: La Gorga, Villa (42’ st Broggini), Mancini, Arena, Porcelli, Mara, Piccinotti (7’ st Qualtieri), Lettieri, Francolli (28’ st Viazzi), Da Silva Olivera, El Wardi. A disp.: Giacconi, Pietroboni, Rossi, Colella. All.: Vitali.
ARBITRO: Prior di Ivrea
MARCATORI: 4’pt Preziosi (C), 23’pt Naturale (C), 38’pt Da Silva Olivera (V).

PRO VERCELLI - VALENZANA 3-1

PRO VERCELLI: Miranda , Vasario, Damilano (67’Baraldini), Celano, Cristiano, Drago, Brancato, Soster, Padovan (56’ Linnenbrik)(84’ Huber), Gyasi, Gobbi.  A disp: Donetti, Benincasa, Segala.  All.: Monetta.
VALENZANA: Soriente, Papaleo (67’ Dimi Ciacci), Serra, Previati, Bertoldi, Degiuli, Rognetta (Cani) Cattellan, Cantiello, Zanutto (75’ Di Pierri), Girino. A disp: Trovamala, Caruso, Cheregato, Frascarolo. All.: Schiavone.
MARCATORI:  4’ Gyasi (PV), 33’ Cristiano (PV), 81’ Cani (Valenzana), 88’ Gobbi (PV)


Risultati: Alessandria - Atalanta 1-1; Casale - Varese 2-1; Como – Monza 2-1; Cuneo – Renate 3-4; Pro Patria - Pavia 1-4; Pro Vercelli - Valenzana 3-1; Inter - Lecco 3-1.
Classifica: Inter e Pavia 12; Pro Vercelli 10; Renate 8; Como e Casale 7; Alessandria 5; Cuneo e Valenzana 4; Monza 3; Varese e Atalanta 2; Pro Patria 1; Lecco 0.

9 ottobre 2011

Tre punti anche per Pro Vercelli e Casale, pareggia il Cuneo, soccombe l’Alessandria a Pavia

Non si ferma il cammino della Berretti della Pro Vercelli guidata da Monetta. I bianchi espugnano anche Lecco con un bel 3-1. A segno con una doppietta nel primo tempo Gobbi, accorcia nella ripresa Corti per i padroni di casa reduci da due sconfitte consecutive, ma Guseo chiude poco dopo con una bella azione personale che trasforma in rete, quando il Lecco era ormai rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Stillo.
Vince anche il Casale a Monza contro i brianzoli con lo stesso risultato dei vercellesi. Vantaggio con Naturale nel primo tempo, pareggio brianzolo nella ripresa e nel finale uno-due secco dei nero stellati bravi a finalizzare al meglio due contropiedi con Naturale e Preziosi. 
Figuraccia invece della Berretti dell’Alessandria orfana del suo tecnico Manueli passato momentaneamente in prima squadra, che viene sconfitta per 8-1 in casa della capolista Pavia. Il Cuneo pareggia per 2-2 a Zingonia contro l’Atalanta penultima e la Valenzana riesce a vincere per 3-2 in casa contro i lariani del Como.

LECCO – PRO VERCELLI 1-3

LECCO:  De Toni, Lurati, Della Morte (Righetti al 46), Stivo, Darone (Redaelli al 24), Conca (Bertasio al 55), Valsecchi, Corti, Rota, Aldegani.  A disp.:  Rotelli, Aliu, Berzani e Rigamonti. All.: Mazza
PRO VERCELLI: Donetti, Cristiano, Vasario, Celano, Salierno (39’ Baraldini), Drago,  Brancato, Soster, Gobbi (67’ Huber), Guseo (87’ Padovan) e Gyasi.  A disp.: Controverso, Benincasa, Russo, Linnenbrink. All.: Monetta.
MARCATORI: 21’ e 41’ Gobbi (PV), 68’ Corti (Lecco), 85’ Guseo (PV).
AMMONITI: Lurati e Radaelli (Lecco) – Guseo, Gyasi e Huber (PV)
ESPULSI:  Stivo (Lecco) al 77 per doppia ammonizione.

MONZA – CASALE 1-3

CASALE: Vavassori, Fabris (30’st Gregoletto), Zanellato (1’st Spilla), Salice, Lamberti, Terrone (15’st Marin), Di Vanno, Francia, Naturale, Pizzolla, Preziosi. A disp.: Chiartano, Ricaldone, Roci, Valenza. All: Monichino.
MARCATORI: 28’pt  e 32’st Naturale, 34’st Preziosi

Tutti i risultati:
Atalanta - Cuneo 2-2 
Lecco - Pro Vercelli 1-3 
Monza - Casale 1-3 
Pavia - Alessandria 8-1 
Renate - Pro Patria 1-0 
Valenzana - Como 3-2 
Varese - Inter 1-2
Classifica: Inter e Pavia 9; Pro Vercelli 7; Renate 5; Come, Casale, Cuneo, Alessandria e Valenzana 4; Monza 3; Varese 2; Pro Patria e Atalanta 1; Lecco 0.

Gli azzurri battono 2-0 il Modena, mentre i granata superano 3-1 il Livorno

Giorgio Siffotti

Passa il turno in Coppa Italia il Novara che dopo la netta vittoria nella gara di andata si conferma battendo il Modena di Cuttone per 2-0. Apre Clori dopo venti minuti del primo tempo e chiude Mignanelli al 45’ della ripresa. Ad attendere gli azzurri l’AlbinoLeffe che ha eliminato il Vicenza
Passaggio del turno anche per il Torino che supera 3-1 il Livorno in una noiosissima e bruttissima partita giocata a Venaria, trovando le reti vittoria solo nella ripresa con Saraga di testa al 6’, Bosco al 9’ con un tiro dal limite dell’area e infine al 27’ con Vita di pallonetto. Nel finale rete su rigore per gli amaranto realizzato da Colombi. Nel prossimo turno la squadra di Asta dovrà vedersela con l'Empoli.

NOVARA-MODENA 2-0

NOVARA: Tonozzi, Peverelli, Annoni (18’ st Faragò), Massaccesi, Montesano, Bellich, Branca, Piacenza (5’ st Pacifico), De Respinis, Bortoli,(21’ pt Mignanelli), Clori. A disp.: Brambilla, Murgioni, Panzeri, Sciannamea. All.: Gattuso
MODENA: Partexano, Aldrovandi, Cilloni, Iddirisu, Oliomarini, Barbalaco, Zanasi(5’ st Papi), Fantini, Trombetta (13’ st Djordjevic), Fiandaca (1’ st Zhouri), Rizvani. A disp.: Buriani, Melegari, Ferron, Psaguati. All.: Cuttone
ARBITRO: Benassi di Bologna
MARCATORI: 23'pt Clori, 45' st Mignanelli
AMMONITI: Montesano

TORINO – LIVORNO 3-1

TORINO (4-3-1-2): Di Martino; Saraga, Fiore, Chiosa, Sampò; Diarrà (1’ st Bosco9, Milani (11’ st Firriolo), Panepinto; Sarr (32’ st marcelli), Vita. A disp.: Saracco, Ignico, Triggiani, Pinelli. All.: Asta.
LIVORNO (3-4-2-1): Ricciarelli; Gonnelli, Torri, Valentini (11’ st Landi); Di Giuseppe, Angiolini (25’ st Serri), Colombi, Menicagli; Maiorana, Garbini (15’ st Tomei); Pegollo. A disp.: Sannino, Bracci, Gioè, Moscati. All.: Cei.
ARBITRO: Fanton di Lodi.
MARCATORI: 6’ st Saraga; 9’ st Bosco; 27’ st Vita; 31’ st Colombi rig.

Il tecnico degli Allievi Nazionali del Siena Valeriano Recchi, prossimo avversario dei bianconeri: “Siamo una squadra giovane, ma che ha carattere, è un piacere lavorare con questi ragazzi”

Edoardo Brunetti

Il Siena è un Settore Giovanile in piena e costante crescita negli ultimi anni, con alle spalle un progetto ben definito: quello di crescere giovani di valore, senza dare troppo peso ai risultati e alle classifiche, ma dando impoValeriano Recchi (acsiena.it)rtanza alle qualità tecniche dei ragazzi, quegli insegnamenti che in fondo avevano fatto grande il Settore Giovanile del Torino sotto la gestione Cozzolino. Valeriano Recchi guida gli Allievi Nazionali del Siena che alla prima giornata hanno battuto il Parma in casa, ma su questo il tecnico toscano non si sofferma più di tanto.
“E’ stata una gara combattuta contro i parmensi, molto equilibrata e devo dire che la squadra di Annoni mi ha ben impressionato, sono un’ottima squadra con delle individualità importanti. Penso che siamo stati tra virgolette bravi e fortunati nel raggiungere la vittoria”.
Tre punti che fanno morale e classifica.
“Vincere fa sempre piacere, ma noi la classifica non la guardiamo. Per fortuna dalla società non abbiamo pressioni in questo senso e trovo che sia una buonissima cosa perchè permette di lavorare meglio in settimana, dedicandosi alla crescita dei ragazzi. Poi per carità, come ho detto prima vincere è bello, gratifica il lavoro che uno svolge, però in queste categorie non deve essere fondamentale”.
Prima di venire alla partita contro la Juventus, cosa ne pensa della riforma estiva dei campionati?
“Trovo che sia una cosa veramente ben fatta, che favorisce i confronti di un certo livello e questo non può che far crescere i ragazzi. Con il confronto c’è crescita, anche se sicuramente c’è il rischio di perdere più partite rispetto alle passate stagioni, ma penso proprio che il gioco valga la candela”.
Che squadra siete?
“Siamo una squadra molto giovane e numerosa. Su trenta elementi ho ben ventidue ragazzi nati nel 1996, sappiamo che questa scelta è rischiosa, ma vediamo delle prospettive in loro e non abbiamo paura di lavorare, anche se pagheremo sotto l’aspetto dell’esperienza quest’anno. Oltre che come età siamo piccoli anche fisicamente,ma sono fiducioso perchè ho un gruppo che mi piace, è una squadra che ha carattere e voglia di imparare, quindi le premesse per poter fare un buon lavoro ci sono tutte”.
Domenica sarete di scena a Vinovo contro una Juventus che arriva dalla vittoria per 5-0 sul Sassuolo in trasferta.
“Affrontare la Juentus fa un certo effetto anche a livello giovanile, credo che i ragazzi un po’ la partita la sentano. Da quel che so sono una squadra molto fisica e di qualità, sarà un bel banco di prova per noi affrontarli, è una sfida molto stimolante per tutti noi”.
Inoltre la Juventus ha molti giocatori, tra cui Mattiello autore di una tripletta alla prima giornata, che già nella passata stagione hanno giocato più partite in questo campionato.
“Questa esperienza sicuramente influirà nel corso della stagione, anche nel saper gestire le piccole tensioni e pressioni delle partite. Questo è un altro aspetto positivo della riforma, visto che gli Allievi Regionali della squadre di serie A e B affronteranno gli Allievi Nazionali della Lega Pro. Potranno crescere di più”.
Ultima domanda sul Siena. Un Settore Giovanile in continua crescita che rappresenta una bella realtà in questa Italia in cui sui vivai solo adesso si sta ricominciando a lavorare.
“Noi abbiamo una filosofia ben precisa, si lavora sui ragazzi aspettandoli e lavorando sulla tecnica e non sulla tattica in maniera ossessiva come in altri posti. Ognuno ha le sue necessità e prerogative, le nostre sono incentrate sui ragazzi, inoltre credo di poter dire che abbiamo dei veri fuoriclasse fra gli allenatori della scuola calcio. Spesso ho l’opportunità di poter andare ad assistere ai loro allenamenti e trovo sia una vera gioia. E’ davvero interessante vederli lavorare. Per riassumere credo si possa dire che a Siena lavoriamo con un unico intento, con al centro del progetto i ragazzi e non le vittorie”.

29 settembre 2011


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it