L’attaccante appena entrato conquista un calcio di rigore che Artico si fa parare, ma Menassi è bravo a ribattere in rete

ALESSANDRIA – MANTOVA 1-1

ALESSANDRIA: Servili; Ciancio, Procida (39' pt Negrini), Roselli, Miceli, Cammaroto, Degano, Menassi, Cuneaz (9' st Nassi), Pandiani (11' pt Artico), Martini. A disp.: Bocoroiu, Ghinassi, Motta, Segarelli. All. Sonzogni
MANTOVA: Bellodi; Caruso, Bertin (39' pt Ortobelli), Spinale, Fonte, Zaninelli (18' st Dalla Bona), Colonetti, Bersi, Nohman, Franchi (36' st Cinque), Burato. A disp.: Portesi, Molteni, Pettarin, Del Sante. All. Valigi
ARBITRO: Piccinini di Forlì
MARCATORI: 34’ pt Zaninelli, 18’ st Menassi.
AMMONITI: Martini, Bersi, Menassi e Dalla Bona.

Altro passetto in avanti per l’Alessandria che ottiene un punto prezioso nella sfida casalinga contro il Mantova. I grigi iniziano a ricever ei primi benefici della cura Sonzogni e sembrano pian pLa presentazione di Maurizio Nassi (alessandriacalcio.it)iano riuscire a riprendersi dopo il disastroso avvio di stagione. Nonostante l’infortunio che costringe Pandiani a lasciare il campo dopo appena dieci minuti di gioco per far posto a capitan Artico, l’Alessandria riesce a tenere bene il campo, andando in svantaggio al 34’ per una distrazione in fase difensiva che costa cara. Da calcio d’angolo prima Fonte e poi Spinale prolungano il pallone sul secondo palo dove Zaninelli è ben appostato e batte Servili. Ma l’Alessandria questa volta non si sfilaccia e trova il pareggio nella ripresa, grazie al neo entrato Nassi, alla prima in grigio dopo l’accordo raggiunto con la società venerdì scorso. Proprio Nassi viene atterrato al 17’ in area da Bessi, sul dischetto del rigore si presenta Artico il cui tiro viene però respinto dal portiere ospite Bellodi, che nulla può sulla ribattuta a rete di Menassi.

26 ottobre 2011

Ufficializzato l’acquisto dell’attaccante Nassi, a San Marino arriva un pareggio in rimonta grazie alla rete di Artico nel finale

SAN MARINO - ALESSANDRIA 1-1

SAN MARINO (4-4-2): Migani; Pelagatti (36’ st Ferrero), Del Duca, Fogacci, Crivello; Sorbera (26’ st Vitaioli, 46’ st Pieri), Amantini, Loiodice, Poletti; Lapadula, Chiaretti. A disp. Russo, Farina, Pigini, Villanova. All. Petrone
ALESSANDRIA (4-4-2): Servili; Daino (18’ st Motta), Viviani, Cammaroto, Ciancio; Negrini, Roselli, Segarelli, Cuneaz (36’ st Simeoni); Pandiani, Martini (18’ st Artico). A disp. Bucuroiu, Miceli, Procida, Menassi. All. Sonzogni
ARBITRO: Illuzzi di Molfetta
MARCATORI: 35’ pt Lapadula, 40’ st Artico
AMMONITI: Loiodice, Amantini (SM); Pandiani (A).
ESPULSO: Viviani al 45’ st per doppia ammonizione.

Sembra ridestarsi l’Alessandria di Sonzogni che a San Marino trova la forza per rimontare il vantaggio dei padroni di casa tornando a casa con un punto che fa morale in attesa dell’esordio del neo acquisto Nassi, attaccante ex Mantova e Cittadella, che dovrà portare peso e gol all’attacco grigio. Contro i titani fiducia in attacco a Pandiani che fa coppia con il bomber Martini, ma la squadra non riesce quasi mai a rendersi veramente pericolosa dalle parti del portiere di casa. Al 5’ punizione di Poletti dalla sinistra per il San Marino, in mezzo all’area svetta di testa Pelagatti, MA Servili è attento e blocca a terra. Al 25’ primo acuto dell’Alessandria con Ciancio che prova ad impensierire Migani, ma la sua conclusione esce a lato. Alla mezzora è il turno di Negrini per l’Alessandria, ma il suo tiro a lato. Al 34’ di nuovo San Marino: Pelagatti serve in mezzo Lapadula, ma Daino è lesto e anticipa l’attaccante di casa. Un minuto e il San MaFabio Articorino passa: Poletti serve Chiaretti, l’attaccante vede in mezzo Lapadula e lo serve perfettamente con la punta titana brava a superare Servili con un destro che no lascia scampo all’estremo alessandrino. L’Alessandria reagisce e va vicina al pareggio con Viviani di testa, ma la 40’ il San Marino sfiora il raddoppio con Chiaretti che ci prova dalla distanza, ma Servili è attento. Nella ripresa parte forte nuovamente il San Marino sempre con Chiaretti che dai venticinque metri impegna Servili, bravo a deviare in angolo. Sonzogni decide di cambiare e inserisce Motta e Artico per Martini e Daino e proprio l’ingresso dell’esperto capitano darà i suoi frutti nel finale di gara. Prima però va segnalata l’ennesima occasione da gol per i padroni di casa: calcio d’angolo di Poletti, Del Duca da due passi incorna di testa, ma sulla linea salva Viviani. Siamo al 40’ e l’Alessandria pareggia. Dai venti metri punizione in favore dei grigi, Artico si incarica della battuta, ma il suo tiro viene ribattuto dalla barriera. Riprende palla l’attaccante che con un destro rasoterra da fuori area buca Migani segnando l’1-1. Nel finale espulso Viviani per doppia ammonizione.

23 ottobre 2011

I veneti passeggiano sui grigi vincendo 4-1. A fine primo tempo inizia la contestazione dei tifosi

ALESSANDRIA - TREVISO 1-4

ALESSANDRIA: Servili; Ciancio, Barbagli; Roselli (62' Simeoni), Cammaroto, Viviani; Degano (68' Negrini), Menassi, Cuneaz (30' Segarelli), Artico, Martini. A disp.: Bucuroiu, Miceli, Daino, Pandiani. All.: Sonzogni.
TREVISO: Sartorello; Cernuto, Paoli; Giorico (86' Bandiera), Visentin, Di Girolamo; Madiotto, Maracchi, Ferretti (82' Gallon), Malacarne (66' Spinosa), Perna. A disp.: Zattin, Biagini, Beccia, Torromino. All.: Zanin.
ARBITRO: Intagliata di Siracusa.
MARCATORI: 5' pt Madiotto (T); 10' pt Perna (T); 20' e 27' pt Ferretti (T); 22’ st Simeoni (A).
AMMONITI: Roselli (A) al 39', Madiotto (T) al 70' e Artico (A) al 72'.

Seconda sconfitta dell’era Sonzogni per un’Alessandria che crolla in casa senza mai entrare in partita e facendo infuriare i propri sostenitori che già nel primo tempo iniziano la contestazione nei confronti della squadra urlando ai giocatori di vergognarsi e tirare fuori gli attributi. Richieste cadute nel vuoto visto che il Treviso passeggia sui grigi vincendo per 4-1 e chiudendo già la prima di frazione di gioco in vantaggio di quattro reti.  Non ha ancora portato a nulla il cambio di allenatore per l’Alessandria, la mano di Sonzogni ancora non si vede e alle prime difficoltà i giocatori crollano lasciando la partita in mano agli avversari. Ci sarà molto da lavorare per il tecnico che in questa settimana sentirà sicuramente il fiato sul collo dei tifosi alessandrini non più disposti ad assistere a vergogne del genere. Il Treviso passa in vantaggio già dopo cinque minuti con Madiotti, replica dopo altri cinque minuti con Perna, prima di chiudere definitivamente la gara tra il 20’ e il 27’ con Ferretti che segna una bella doppietta prima saltando come birilli i difensori grigi superando anche l’estremo Servili prima di depositare in rete a porta vuota  e poi raccogliendo un pallone vagante in area per poi trafiggere Servili. Nella ripresa non c’è reazione da parte dei padroni di casa e il Treviso decide di non infierire limitandosi a far circolare palla. Al 22’ gol della bandiera segnata da Simeoni che passa quasi inosservata. E ora anche la classifica inizia a farsi veramente preoccupante.

Risultati: Pro Patria – Valenzana 0-0; Casale – Renate 0-0; Rimini – Bellaria Igea Marina 2-1; Cuneo – San Marino 2-1; Santarcangelo – Montichiari 3-2; Lecco – Borgo Buggiano 1-1; Virtus Entella – Giacomense 2-0; Mantova – Savona 1-1; Alessandria – Treviso 1-4; Poggibonsi – Sambonifacese 1-1.
Classifica: Treviso 20; Casale 17; Cuneo e Santarcangelo 16; Rimini 15; Savona e Bellaria Igea Marina 13; Poggibonsi e Montichiari 12; Virtus Entella e Giacomense 11; Mantova 10; Borgo a Buggiano 9; Renate 8; San Marino e Sambonifacese 7; Pro Patria, Valenzana e Alessandria 5; Lecco 4.

16 ottobre 2011

Sonzogni:”E’ una questione di testa, vedremo di guarire”

RIMINI – ALESSANDRIA 1-0
RIMINI (4-2-3-1): Scotti; Gasperoni, Rosini (19’ st A. Brighi), Zanetti, Palazzi; M. Brighi (43’ st Favero), Cardinale; Spighi (26’ st Buonocunto), Baldazzi, Valeriani; Gerbino Polo. A disp.: Semprini, Mastronicola, Monac,Vittori. All. D’Angelo.
ALESSANDRIA (4-4-2): Servili; Ciancio, Viviani, Cammaroto, Procida; Cuneaz (24’ st Menassi), Segarelli (32’ st Motta), Roselli, Degano (23’ st Pandiani); Artico, Martini. A disp.: Bucuroiu, Ghinassi, Daino, Negrini. All. Sonzogni.
ARBITRO: La Penna di Roma
MARCATORE: 13’ M. Brighi (rig.)

Antonello Vischeri

RIMINI - Finisce male per l’Alessandria il posticipo della settima giornata di campionato di Lega Pro2 che la vedeva opposta ai biancorossi del Rimini allo stadio Romeo Neri. La squadra in mano da pochi gialtorni al nuovo tecnico Giuliano Sonzogni , che ha dovuto rinunciare a Barbagli e a Fanucchi, ha mostrato segnali positivi solo nell’arco del primo tempo, non riuscendo però a trovare nel secondo la forza necessaria per riequilibrare il match dopo il rigore messo a segno da Marco Brighi al 13’. Da parte sua l’allenatore del Rimini D’Angelo deve fare a meno di Zanigni e Onescu.  La prima emozione della gara la si deve all’Alessandria che si spinge all’attacco con Cuneaz su lancio di Martini costringendo Scotti ad una difficile parata. La gara entra nel vivo e, due minuti dopo, è il Rimini a proporsi in avanti con una incursione di Spighi nell’area dei grigi, Ciancio libera in affanno, anticipando Valeriani davanti alla propria porta. Al 17’ il Rimini grida al rigore: Spighi sfrutta al meglio un cambio di gioco di Marco Brighi, sfugge al controllo di Procida e si trova a tu per tu con Servili che lo affronta in uscita bassa. L’attaccante cade nel contrasto, ai più sembra rigore netto ma non per l’arbitro che lascia proseguire. L’Alessandria risponde immediatamente con una combinazione tra Martini e Degano con quest’ultimo che calcia di sinistro da posizione defilata senza sorprendere il portiere Scotti.
Nella prima mezz’ora è comunque l’Alessandria a controllare il gioco e a mostrarsi più intraprendente soprattutto con Artico che agisce da trequartista alle spalle di Martini. I grigi tentano di rendersi ancora pericolosi e Artico al 27’, smarca Cuneaz il quale non approfitta dell’ occasione. Al 42’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Baldazzi, una mischia dalle parti di Servili è senza esito e, così, la prima frazione termina a reti inviolate..
Alla ripresa del gioco, il Rimini sembra più autoritario e prende il comando delle operazioni  aumentando l’intensità, senza che l’Alessandria riesca a reagire. Al 12’ l’arbitro mette una pezza alla svista del primo tempo concedendo un rigore molto dubbio ai biancorossi, tra le proteste dei grigi, in effetti la caduta in area di Gerbino Polo sembra molto accentuata. L’azione si snoda dalla sinistra con Baldazzi che crossa al centro per Polo, Cammaroto scivola ed ostacola l’attaccante che cade, questa volta l’arbitro La Penna non ha dubbi, decreta il rigore ed ammonisce il difensore. Il rigore calciato alla perfezione da Matteo Brighi non lascia scampo all’estremo  alessandrino Servili. E’ Artico a cercare di rianimare i suoi, ma un suo potente tiro al 14’ si perde a fil di palo. La gara perde a questo punto di intensità anche se i padroni di casa hanno ancora una buona occasione al 24’ con Marco Brighi che si perde però nel dribbling. Ancora un sinistro di Martini al 45’ che non crea problemi al portiere Scotti e poi l’arbitro decreta la fine del match.
Mister Sonzogni al termine della gara analizza con serenità lo svolgimento della gara:”Ho visto un buon primo tempo da parte dei miei giocatori, purtroppo invece il secondo non è stato così, abbiamo buttato via tante palle e giocato molto sui nervi e abbiamo rischiato tantissimo sulle ripartenze. E' una questione di testa, vedremo di guarire e di uscire da questa situazione anche perché la squadra c’è, dobbiamo solo ritrovare la serenità e la tranquillità”.

10 ottobre 2011

Sonzogni:” Non ho paura del lavoro che mi attendealt

Il nuovo mister dell’Alessandria è Giuliano Sonzogni. Il nuovo tecnico è stato presentato oggi alla stampa assieme al nuovo ds Giorgio Danna, che mantiene però anche il precedente incarico nel settore giovanile dei grigi.
Un allenamento è stato sufficiente al nuovo allenatore, anche se Sonzogni aveva già assistito in tribuna al derby contro il Cuneo per entrare in sintonia col gruppo; tanta è la voglia di ricominciare dopo lo stop di anno e mezzo, dovuto all’esonero subito a Siracusa. Sonzogni, due lauree conseguite, ritrova ad Alessandria Fabio Artico indiscusso leader dello spogliatoio dei grigi, con cui aveva già lavorato alla Spal dal 2002 al 2004.
Il nuovo tecnico dovrà lavorare soprattutto sullo stato psicologico dei suoi giocatori anche se il morale della squadra dopo il pareggio contro il Casale è decisamente in rialzo.
Sull’aspetto tecnico e sul modulo il nuovo mister è stato chiaro: “Ho detto alla squadra che mi ritengo un insegnante di calcio e quindi bisognerà in allenamento lavorare e sudare molto ma alla fine i risultati saranno premianti, perché il risultato della domenica è la conseguenza del lavoro settimanale. Non ho paura del lavoro che mi attende, so che si dovrà lavorare anche sulla testa dei ragazzi che sono un po’ avviliti da questo inizio campionato. Conosco già alcuni giocatori della rosa ma prima di decidere il modulo da adottare dovrò attendere qualche seduta di allenamento in più. Ogni modulo ha i suoi pregi e i suoi difetti e saranno i giocatori con il loro comportamento quotidiano a farmi capire quale sarà lo schema più adatto e quali i giocatori più in forma per adottarlo”.
Il calendario non è tenero con i grigi, lunedì la trasferta a Rimini e poi in casa il Treviso, due partite non facili.
Sugli obiettivi da raggiungere Sonzogni è stato ancora più esplicito:”Prima di accettare l'incarico ho chiesto alla società se erano cambiati gli obiettivi dopo questo inizio di campionato. Mi hanno detto di no. A me piacciono le sfide difficili, se mi avessero chiamato e mi avessero detto che l’obiettivo era la salvezza me ne stavo al bar a giocare a briscola”.
Assieme a mister Sonzogni sono approdati ad Alessandria anche il preparatore atletico Mario Buzzi Langhi, che dovrà rimettere in sesto la forma atletica dei grigi, al momento disastrosa ed il vice allenatore Maurizio Ferrarese. L’ex terzino dei grigi, classe ’67, oltre ad essere un prodotto del vivaio alessandrino, ha indossato anche la maglia del Torino, con cui ha disputato una ventina di partite nella stagione della promozione in A del 1990.


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it