Clamorosa sconfitta casalinga dei Grigi con il Giana Erminio, finisce  2-4. Campionato riaperto

Leonida Garberi

All’Alessandria è venuto il braccino corto e non sa più vincere, così facendo mette in serio pericolo la promozione in serie B che fino a non molto tempo fa conquistava in carrozza con largo margine sulle inseguitrici: ora il vantaggio è ridotto a tre punti. Quindi niente scherzi d’ora in avanti. La sconfitta odierna porta laalt firma di Vannucchi e del nervosismo che ha preso la squadra dopo il grottesco secondo gol del Giana Erminio. La squadra di Isetto passa subito in vantaggio, 5’ Iocolano da terra riesce a servire Bocalon che da venti metri piazza la palla nell'angolino basso alla destra di Viotti. Il pareggio del Giana arriva al 32’ Gullit dalla destra mette la palla in mezzo per l’inserimento di Chiarello che batte Vannucchi. Nella ripresa dopo che al 4’ Vannucchi aveva respinto il tiro di Chiarello smarcato da Pinardi che aveva approfittato di un liscio di Sosa al 10’ arriva il gol del vantaggio degli ospiti: Vannucchi mette a terra la palla pensando che il gioco sia fermo, Bruno ne approfitta e passa a Gullit il quale a porta vuota segna. I Grigi cercano di riscattarsi ma  il colpo di testa di bocalon al 15’ e di Cazzola al 17’ terminano di poco fuori. A tagliare le gambe dei padroni di casa arriva il terzo gol del Giana al 20’ in contropiede firmato da Gullit su assist di Augello. Ancora Giana in gol al 33’ Perna lancia Bruno che al volo mette in rete. Ad addolcire l’amara sconfitta arriva al 43’ il secondo gol alessandrino, di Gonzalez che su lancio di Fishnaller elude Viotti e segna il definitivo 2-4. Campionato riaperto a sei giornate dal termine.
ALESSANDRIA – GIANA ERMINIO 2-4
ALESSANDRIA: Vannucchi, Celjak (27’ st Fischnaller), Cazzola, Piana, Nicco, Iocolano (6’ st Mezavilla), Piccolo, Marras, Gonzalez, Sosa, Bocalon (36’ st Evacuo). A disp.: La Gorga, Manfrin, Rosso, Barlocco, Gozzi, Branca, Nava. All.: Isetto
GIANA ERMINIO: Viotti, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Pinardi (37’ st Biraghi), Marotta, Augello, Chiarello, Bruno, Gullit (30’ st Perna). A disp.: Sanchez, Pinto, Greselin, Appiah, Rocchi, Capano, Sosio, Ferrari. All.: Albé
ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina
MARCATORI: 5′ pt Bocalon, 32′ pt Chiarello,10’ st Gullit, 20’ st Gullit, 33’ st Bruno, 43’ st Gonzalez
AMMONITI: Iovine, Nicco, Piana, Perico, Mezavilla, Cazzola
1 aprile 2017

 

I Grigi battono il Racing Roma 2-1, gol di Bocalon e Celjak e portano a +6 il vantaggio sulla Cremonese fermata in casa sul pareggio dal Pontedera

Leonida Garberi

Doveva essere una passeggiata contro il fanalino di coda della classifica ed il invece la partita contro il Racing Roma si è trasformata per l’Alessandria in una partita complicata. Alla fine è arrivata la vittoria che permette di allungare a +6 sulla Cremonese fermata in casa sul pareggio dal Pontedera.Il vantaggio per la squadra di altBraglia arriva al 19’ Iocolano sulla sinistra riesce a mettere un bel cross sulla testa di Bocalon, che non sbaglia e insacca alle spalle di Reinholds. Il vantaggio però dura poco perché al 30’ il Racing pareggia, approfittando di un liscio di Piana; D’Attilio è lesto ad approfittarne e a battere Vannucchi. L’Alessandria rientra in vcampo per il secondo tempo determinata a portare a casa i tre punti e al 4’ passa nuovamente in vantaggio, Gonzalez calcia un corner, la difesa respinge, ma Marras è bravo a rimetterla in mezzo per Celjak che calcia a botta sicura per il 2-1. Non manca però il brivido finale al 49’ Vannucchi esce al limite dell'area con il pallone tra le braccia: dentro o fuori? La partita finisce qui.
ALESSANDRIA – RACING ROMA 2-1
ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi; Celjak, Piana, Piccolo, Manfrin; Marras, Cazzola, Nicco (43' st Mezavilla), Iacolano (36' st Branca); Gonzalez, Bocalon (32' st Evacuo). A disp.: La Gorga, Mezavilla, Rosso, Fischnaller, Barlocco, Gozzi, Nava. All.: Isetto (Braglia squalificato)
RACING ROMA (4-4-2): Reinholds; Bigoni, Macellari, Caldore, Paparusso (38’ st Calabrese); Majtan, Vastola (32' st Pollace), Ricciardi, Corticchia; D'Attilio (22' st Selvaggio), De Sosa. A disp.: Frison, Steri, Massimo, Testi, Ungaro, Maestrelli, Shahinas, Loglio. All.: Giannichedda
ARBITRO: Cipriani di Empoli
MARCATORI: 19' pt Bocalon 30' pt D'Attilio,  4' st Celjak
AMMONITI: Ricciardi, Marras, Piccolo, Cazzola, Calabrese
25 marzo 2017

 

Tra Siena e Alessandria finisce 2-0. Primo tempo disastroso dei Grigi ed i senesi ne approfittano andando in gol con Saric e Marotta. Nella ripresa la squadra di Braglia non riesce a colamre il gap.

Leonida Garberi

Nuova battuta d’arresto in trasferta dell’Alessandria, sconfitta dal Siena 2-0. Grazie però alla contemporanea sconfitta della Cremonese il vantaggio rimane di quattro punti e anche dietro l’Arezzo perdendo è raggiunto dal Livorno. Primo tempo disastroso regalato agli avversari che ne approfittano colpendo due volte, altmeglio la ripresa ma il risultato non cambia. Il Siena passa subito a condurre le danze, al 3’ Castiglia riceve palla sulla destra, entra in area e mette in mezzo, la difesa grigia non riesce ad intervenire, Saric ne approfitta e porta in vantaggio i padroni di casa. La reazione della squadra di Braglia è inesistente e anzi l’Alessandria rischia di capitolare nuovamente al 20’ Gozzi sbaglia e Vassallo si presenta da solo davanti a Vannucchi, ma la conclusione termina sul fondo. Per vedere il secondo gol del Siena bisogna aspettare il 34’ Marotta scatta sul filo del fuorigioco e davanti a Vannucchi non sbaglia portando a due le reti di vantaggio. Il tecnico alessandrino Braglia protesta troppo e viene allontanato. L’unico affondo l’Alessandria lo porta al 46’ Iocolano mette la palla in mezzo, Panariello rischia l'autogol, deviando la palla alta sulla traversa. Nella ripresa i grigi si svegliano, al 3’ Moschin blocca il colpo di testa di Sosa su corner calciato da Gonzalez, al 13’ l’argentino ci prova da fuori area ma la parata di Moschin è facile, un minuto dopo Evacuo non riesce a controllare davanti a Moschin un assist di Fischnaller, al 20’ colpo di testa di Gonzalez parato facilmente da Moschin. Ancora Alessandria alla ricerca del gol al 38’ Rosso calcia a giro da fuori area, ma la conclusione è di poco a lato, poi al 48’ Sosa ferma Ciurria lanciato a rete, espulso dal signor Massimi.
SIENA – ALESSANDRIA 2-0
SIENA: Moschin, Panariello, Rondanini, Castiglia, Guerri, Marotta (37’ st Bunino), D’Ambrosia, Iapichini, Saric (31’ st Staffè), Vassallo (25’ st Grillo), Ciurria. A disp.: Di Stasio, Ivanov, Romagnoli, Ghinassi, Stankevicius, Jawo, Terigi, Secondo. All. Scazzola
ALESSANDRIA: Vannucchi, Cazzola, Iocolano, Fischnaller (26’ st Rosso), Piccolo, Marras (1’ st Evacuo), Gonzalez, Sosa, Barlocco, Gozzi (1’ st Celjak), Branca. A disp.: La Gorga, Manfrin, Mezavilla, Nicco, Bocalon, Nava. All. Braglia
ARBITRO: Massimi di Termoli
MARCATORI: 3′ pt Saric, 33′ pt Marotta
AMMONITI: Fischnaller, Bunino
ESPULSI: 33’ pt Braglia (allenatore Alessandria), 48’ st Sosa
19 marzo 2017

 

Succede tutto nella prima frazione di gara, I sardi vanno in vantaggio con Ragatzu, ma vengono raggiunti nel finale del primo tempo dai gol di Mezavilla e Marras. Nella ripresa viene espulso il sardo Quaranta.

Leonida Garberi

L’Alessandria tra le mura amiche del Moccagatta regola, non senza qualche brivido, l’Olbia per 2-1, ma anche la Cremonese vince quindi in testa alla classifica rimane tutto invariato. Braglia  a centrocampo ritrova Mezavilla e si affida in attacco a Gonzalez e Bocalon mentre il tecnico dell’Olbia Tiribocchi all’esordio sulla altpanchina dei sardi, si copre in difesa e si affida in attacco a Ragatzu e Kouko. Dopo un tentativo alessandrino al 7’ di Bocalon è l’Olbia a passare in vantaggio al 22’, Ragatzu scatta sul filo del fuorigioco su lancio di Kouko e batte Vannucchi. L’Alessandria stenta a reagire, ma poi dopo un gol annullato a Marras al 35’ per offside, nel giro di due minuti ribalta il punteggio. La prima rete è di Mezavilla e arriva al 42’ su calcio di punizione di Iacolano, il centrocampista è bravo a mettere di testa in rete e poi al 44’ su un ribaltamento di fronte: l’Olbia batte un angolo, Mezavilla ribatte e lancia Gonzalez che serve Marras sulla sua sinistra che giunto in area batte il portiere Ricci. Nella ripresa l’Olbia si ritrova dall’11’ in inferiorità numerica per l’espulsione di Quaranta per due gialli presi nell’arco di sette minuti. L’Alessandria però non ne approfitta e non riesce a chiudere la gara e rischiando nell’ultimo minuto la beffa.
ALESSANDRIA – OLBIA 2-1
ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Barlocco; Marras (45' st Sosa), Cazzola, Mezavilla (22' st Nicco), Iocolano; Gonzalez, Bocalon (16' st Evacuo). A disp.: La Gorga, Manfrin, Rosso, Fischnaller, Sestu, Branca, Nava. All.: Braglia
OLBIA (5-3-2): Ricci; Pinna, Dametto, Pisano, Quaranta, Cotali; Feola, Geroni (30' st Senesi), Piredda; Ragatzu (41' st Ogunseye), Kouko (16' st Capello); A disp.: Deiana, Murgia, Van Der Want, Tetteh, Benedicic. All.: Tiribocchi
ARBITRO: Strippoli di Bari
MARCATORI: 22' pt Ragatzu, 42’ pt Mezavilla, 44’ pt Marras
AMMONITI: Geroni, Quaranta
ESPLUSI: 11' st Quaranta
11 marzo 2017

 

Finisce 0-0 contro la Pistoiese. La leadership dei Grigi nel girone è in pericolo

Leonida Garberi

L’Alessandria continua ad avere il mal di trasferta. Dopo quattro sconfitte consecutive oggi sul campo della Pistoiese è arrivato uno 0-0 che non conforta in chiave futura, anzi preoccupa in chiave promozione, anche perché la Cremonese andando a vincere ad Olbia ha accorciato il distacco in classifica a soli quattro punti. I alttempi in cui i Grigi dominavano la Lega Pro con otto-dieci punti di distacco sono lontani, lontanissimi. Il problema della squadra di Braglia, non è tanto la mole di gioco che riesce comunque in un modo o nell’altro a produrre, ma nella concretizzazione del lavoro che viene svolto dalla squadra. L’Alessandria scende in campo priva di Barlocco, Sestu e Celjak e perdono subito al 4’ Piana per un problema fisico, che deve lasciare il posto a Piccolo al rientro dopo l’infortunio. Buon inizio dei Grigi che al 12’ impegnano Feola, sponda di testa da parte di Bocalon per l'accorrente Fischnaller, e conclusione al volo da fuori area. Al 24’ ci prova  Manfrin dalla distanza, raccogliendo solo un angolo, al 25’ un tiro a giro di Marras è respinto da Feola, al 28’ un tirocross di Marras scheggia  la parte superiore della traversa. Al 44’ Branca calcia da fuori area, il portiere respinge,sulla palla arriva  Gonzalez ma Feola mette in angolo. In chiusura del primo tempo brivido per i tifosi grigi con il gol della Pistoiese di Colombini, colto però in fuorigioco e quindi annullato.  Anche nella ripresa l’Alessandria non trova lo spunto vincente, pur continuando ad esercitare una discreta pressione e nonostante gli ingressi di Iacolano ed Evacuo.
PISTOIESE – ALESSANDRIA 0-0
PISOIESE: Feola, Colombini, Priola, Piccoli; Bellazzini, Hamlili, Minotti, Benedetti (40’ st Proia), Sammartino (30’ st Zanon), Colombo (26’ st Gyasi), Rovini. A disp.: Albertoni, Boni, Luperini, Varano, Tomaselli, Sparacello. All.: Atzori
ALESSANDRIA: Vannucchi, Nava, Piana (5′pt  Piccolo), Sosa, Manfrin, Marras, Cazzola, Branca, Fischnaller (23’ st Iocolano), Gonzalez, Bocalon (23’ st Evacuo). A disp.: La Gorga, Mezavilla, Rosso, Nicco, Gozzi. All.: Braglia
ARBITRO: Guccini di Albano Laziale
AMMONITI: Piccoli, Colombini, Manfrin
4 marzo 2017


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it