Lichtsteiner  e Giaccherini affossano l’Atalanta

ATALANTA-JUVENTUS 0-2
ATALANTA (4-4-2): Consigli; Raimondi, Ferri, Manfredini, Peluso; Schelotto (32’ st Ferreira Pinto), Cigarini, Padoin, Bonaventura (17’ st Marilungo); Moralez (38’ st Gabbiadini), Denis. A disp.: Frezzolini, Minotti, Stendardo, Tiribocchi. All.: Colantuono
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio (1’ st Giaccherini); Pepe (24’ st Marrone), Matri, Vucinic (41’ st Bonucci). A disp.: Storari, Krasic, Del Piero, Borriello. All.: Conte
ARBITRO: Celi di Bari
MARCATORI: 10’ st Lichtsteiner, 37’ st Giaccherini
AMMONITI: 6’ st Lichtsteiner, 22’ Marilungo

Antonello Vischeri

BERGAMO - Questa Juventus non conosce ostacoli e si laurea campione d’inverno con pieno merito. Con un primo tempo a cento all’ora sfianca l’Atalanta e poi nel secondo tempo la trafigge con due gol di pregevole fattura di Liechsteiner e di Giaccherini. Antonio Conte per il suo ritorno a Bergamo non cambia di molto la sua Juventus, il solo De Ceglie è la new entry odierna, con il conseguente spostamento al centro di Chiellini e la panchina per Bonucci. Ancora rimandato quindi l’esordio da titolare per Borriello.

GARIBALDINI - La Juventus parte subito forte e già al 2’20’’ costruisce la prima palla gol con Matri che alza sopra la traversa un bell’invito di Pepe. Le dueGiaccherini e Lichtsteiner, autori dei gol squadre si danno battaglia a ritmi molto alti ed i capovolgimenti di fronte sono frequenti, ma sul piatto della bilancia la Juventus mette anche la classe dei suoi uomini, decisamente superiore a quella degli bergamaschi ed il match incomincia a pendere in suo favore.  I centrocampisti bianconeri sono abili a sfruttare ogni errore degli atalantini a centrocampo come all’8’ quando Marchisio sfrutta un errore di Padoin rubandogli palla e innescando Pepe, il tiro dell’esterno esce di poco a lato del palo lungo. L’ Atalanta si fa viva un minuto dopo con Peluso, cross dalla sinistra per Denis che appoggia indietro per Bonaventura ma il suo lob lento è preda di Buffon. La conferma che la Juventus c’è la si ha all’11’ quando Barzagli colpisce, complice forse una leggera deviazione, la base del palo su invito di Pepe che aveva raccolto un punizione calciata da Pirlo. Ancora Juve al 12’ con Vucinic che impegna Consigli e un minuto dopo con De Ceglie che in acrobazia dagli undici metri spedisce di poco a lato. Dopo il 20’ i ritmi calano leggermente ma la Juventus non cessa di esercitare la sua pressione e centra la traversa con Vidal al 41’ con un tiro maligno dai venticinque metri. Prima del fischio dell’arbitro per il riposo è Denis che gira al volo, fuori di poco, un bel suggerimento di Moralez imbeccato da Schelotto.

LICHT + GIACCHE – La ripresa inizia con un cambio forzato per Antonio Conte, Giaccherini al posto di Marchisio che ha accusato problemi ad un ginocchio, ma la musica non cambia anche se ora le squadre rifiatano un po’ dopo il gran correre fatto nel primo tempo.  Matri al 2’ spedisce fuori un bel cross dalla sinistra di De Ceglie ma ci pensa Lichtsteiner al 10’ a portare in vantaggio la squadra di Conte. Pirlo pennella un calibrato passaggio dalla trequarti per lo svizzero  che mette la palla alle spalle di Consigli infilandola tra palo e portiere. Un gran gol e Juventus meritatamente in vantaggio. Matri avrebbe l’occasione per raddoppiare al 17’, Ferri cincischia e scivola liberando l’attaccante bianconero che tenta un cucchiaio che termina a lato. L’unico pericolo della serata Buffon lo corre al 29’ quando Denis e Chiellini si ostacolano in area e Denis riesce a deviare in mezza rovesciata verso la porta ma Buffon para senza problemi. Giaccherini che si sta alternando ora come esterno ora come  interno di centrocampo corona la sua bella prestazione con il suo primo gol in campionato al 37’, Matri defilato sull’out destro appoggia a Pirlo che smista a Marrone che con un colpo sotto libera Giaccherini davanti a Consigli, tiro al volo e portiere battuto. La partita lentamente si spegne, ma non l’entusiasmo dei tifosi juventini presenti all’Azzurri d’Italia per la Juventus che conquista il titolo, platonico fin che si vuole, di campione d’inverno.

21 gennaio 2012

Fonte foto: qn quotidiano.net


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it