Successo dei bianconeri sui giallorossi per 3-0 In gol Giaccherini, Del Piero e autogol di Kiaer. Espulso Lamela

JUVENTUS-ROMA 3-0

JUVENTUS : Storari; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Lichtsteiner, Marrone, Pirlo, Giaccherini (43’ st Krasic), Estigarribia; Borriello (18’ st Matri), Del Piero ( 79’ st Quagliarella). A disp.: Manninger, De Ceglie, Pazienza, Vidal. All.: Conte
ROMA: Stekelenburg; Taddei, Heinze, Kjaer, Josè Angel; Simplicio (22’ st Greco), Gago, Pjanic; Totti (27’ st Perrotta); Bojan (13’ st Borini), Lamela. A disp.: Lobont, Rosi, Juan, Viviani. All.: Luis Enrique.
ARBITRO: Banti
MARCATORI: 6’ pt  Giaccherini, 30’ pt Del Piero, 45’ st Kjaer (aut.)
AMMONITI: Estigarribia, Pjanic, Simplicio, Totti, Krasic
ESPULSO: 23’ st Lamela
 
Antonello Vischeri

Torino – La partita era importante per ambedue le squadre, e Antonio Conte e Luis Enrique lo sapevano benissimo,vincerla significa passare alleL'esultanza di Del Piero dopo il suo gol semifinali di Coppa Italia e continuare a sperare in un posto al sole tramite questa competizione e poi voleva anche dire mantenere acceso il lumicino della speranza di arrivare alla doppia cifra di vittorie in Coppe perché la Juventus e la Roma sono ambedue a quota nove successi.

SPARIGLIO – Antonio Conte spariglia subito le carte schierando una Juventus con l’insolito modulo 3-5-2 e con questa mossa inguaia il tecnico della Roma perché il centrocampo juventino manterrà il predominio in mezzo al campo per tutta la partita e potrà contare sulle corsie esterne sulla velocità e sulla tecnica di Lichtsteiner  ed Estigarribia. Luis Enrique cerca di tamponare questa situazione chiedendo ai suoi più pressing e di alzare il baricentro della squadra, ma i risultati sono modesti.
Bastano sei minuti – Bastano sei minuti per ribadire la superiorità bianconera in campo. Su un taglio filtrante di Barzagli si invola Giaccherini sulla sinistra trovando la difesa della Roma molto alta e l’ex cesenate infila Stekelenburg;senza pietà. Juventus in vantaggio. La prima vera reazione dei giallorossi arriva al 13’, combinazione Lamela, Bojan, Pjanic ma la palla è preda del portiere Storari. Ci riprovano i romanisti con un colpo di testa di Kjaer su calcio d’angolo ma la mira non è precisa.

MAGIA – La Juventus è molto compatta e molto abile nelle ripartenze e in una di queste Del Piero cerca di sfondare centralmente ma viene contrato da due difensori, ricupera la palla si accentra leggermente e lascia partire un destro a giro contro il quale nulla può fare il portiere giallorosso Stekelenburg. Siamo al 30’ e siamo al primo gol del Capitano applaudito lungamente dal pubblico, nello Juventus Stadium. La reazione della Roma è molto debole e si concretizza con tiri di Totti, Gago e Pjanic. Si va al riposo con i bianconeri in vantaggio per 2-0, ma soprattutto con la netta sensazione di una partita dominata dalla Juventus e ormai incanalata come risultato.

RIPRESA – La ripresa ha inizio con un liscio di Bonucci che per poco non si trasforma in un clamoroso autogol, ma la Juventus si difende bene, senza affanno e la Roma non riesce ad incidere sulla partita. Ci prova Taddei al 9’ e poi Gago al 16’ ma al 23’ arriva l’episodio che chiude definitivamente la gara.

ROSSO – E’ Lamela a rendersi protagonista di un brutto fallo su Chiellini e l’arbitro non ha esitazioni nell’estrarre il cartellino rosso. Giallorossi in dieci quindi con Luis Enrique che cerca di risistemare i suoi in campo, ma è sempre la Juventus a gestire le situazioni. Cala Giaccherini che aveva speso molto nel primo tempo, ma in compenso cresce Estigarribia, uno dei migliori in campo e sulla fascia sinistra è devastante.
Quagliarella entrato in campo da un minuto al posto di del Piero, su un centro dalla sinistra di Pirlo centra la traversa all’80’ e Matri, entrato al posto di Borriello al 18’, manca la deviazione sottoporta su invito di Quagliarella all’86’, ma non sbaglia al 90’ quando suggella la sua prestazione con un tocco di rapina su cross del solito Quagliarella dalla sinistra, il pallone è deviato leggermente da Kjaer e intercettato da Stekelenburg ma finisce ugualmente in rete.
La Juventus passa meritatamente alle semifinali di Coppa Italia e rimane in attesa di conoscere il suo prossimo avversario: Lazio o Milan?

24 gennaio 2012

fontefoto zipnews.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it