Sotto la neve la Juventus piega l’Udinese 2-1

JUVENTUS-UDINESE 2-1
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (37’ st De Ceglie), Vidal, Pirlo, Giaccherini, Estigarribia (19 st Pepe); Matri, Quagliarella (16’ st Marchisio). A disp.: Storari, Marrone, Del Piero, Borriello. All.: Conte
UDINESE(3-5-1-1): Handanovic; Ferronetti, Danilo, Domizzi (28’ st Battocchio); Basta, Isla (40’ st Pereyra), Fernandes, Armero, Pasquale; Abdi (1’ st Floro Flores); Di Natale. A disp.: Padelli,  Neuton, Ekstrand, Torje. All.: Guidolin
ARBITRO: Valeri
MARCATORI: 42’ pt Matri, 11’ st Floro Flores, 17’ st Matri.
AMMONITI: Fernandes, Vidal, Giaccherini, Ferronetti, Isla, Armero

Antonello Vischeri

TORINO - La prima neve caduta su Torino non ostacola la Juventus che come uno spazzaneve sgombera dalla sua strada anche l’Udinese.Alessandro Matri Partita gagliarda e a viso aperto quella giocata dalle due squadre soprattutto nel primo tempo quando la Juventus fa capire subito agli avversari che questa stasera vuole vincere. Sono appena passati 92’’ dal fischio d’inizio e Handanovic deve superarsi per mantenere inviolata la sua rete, lancio di Quagliarella verso sinistra, taglio verso il centro di Estiggaribia ed il portiere sloveno in uscita bassa con la mano di richiamo devia la palla. La manovra juventina però non è fluida come in altre partite, le due punte Matri e Quagliarella fanno poco movimento ed il centrocampo juventino orfano di Marchisio non è nella sua serata migliore. L’Udinese cerca di approfittarne e Armero con un potente tiro al volo al 15’, su calcio d’angolo battuto dalla sinistra, si vede deviare da Buffon il tiro di quel tanto che basta. Le offensive dell’Udinese sono affidate alla velocità del trio Di Natale - Armero – Isla, ma la Juventus dopo un attimo di pausa si rifà sotto e Handanovic salva nuovamente la sua porta uscendo su Matri lanciato in contropiede da Giaccherini dopo che i friulani avevano battuto un angolo. Quando ormai si è prossimi al the caldo Matri sblocca la gara al 42’. Cross di Estigarribia, colpo di testa di Quagliarella verso la porta, Handanovic interviene ma non trattiene la palla e Matri di rapina, insacca. Gol molto bello per la velocità di esecuzione e vantaggio meritato per la Juventus.
Guidolin ad inizio ripresa cerca di ridisegnare la sua squadra, dentro Floro Flores e fuori un evanescente Abdi ed è proprio il napoletano che all’ 11’ riporta in pareggio la partita. Isla compie un break a centrocampo e riparte, l’Udinese è in superiorità numerica, tre contro due, Isla apre per Floro Flores sulla sinistra che infila alle spalle di Buffon. La nuova disposizione in campo degli avanti di Guidolin favorisce le ripartenze veloci dei friulani ed è ancora pericolo al 14’ per la porta juventina, Armero allunga per Isla che crossa dalla destra per Di Natale che controlla male,  solo davanti a Buffon. La fatica si fa sentire, si gioca sempre sotto una fitta nevicata e le squadre irrimediabilmente si allungano, Conte cambia assetto tattico, inserendo Marchisio al posto di Quagliarella, optando per il 4-3-3. Mossa vincente perché dopo pochi minuti, al 17’ Marchisio ci mette lo zampino, allungando una invitante palla per Matri che si gira e dal limite angola alle spalle di Handanovic. Ora la Juventus tiene saldamente in pugno la gara, Guidolin non ha molte altre cartucce in panchina da sparare ed i campi che effettua non influiscono sull’andamento della gara. Le poche sbavature della difesa juventina ci pensa un mostruoso Barzagli a sigillarle.

28 gennaio 2012

fontefoto: gazzetta.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it