“Pensiamo solo al duello sportivo, i comportamenti sbagliati non aiutano”

Antonello Vischeri

Prima che venisse data l’ufficialità della notizia del rinvio della partita Bologna – Juventus che avrebbe dovuto giocarsi allo stadio Dall’Ara domani alleAntonio Conte ore 20.45, Antonio Conte aveva incontrato al Media Center di Vinovo per i giornalisti.
Conte ci sono notizie circa la partita di domani?
“Non sappiamo ancora nulla di ufficiale, è in corso una riunione a Bologna e siamo in attese di notizie. Noi comunque abbiamo preparato la partita e siamo pronti a giocarla. Se non si giocherà cambieremo i programmi così i ragazzi saranno contenti. Se preferirei giocare? Io sostengo che deve essere sempre assicurato lo spettacolo, perché chi viene allo stadio viene per vedere giocare a pallone non a altri sport. E’ importante essere messi sempre nelle condizioni di offrire uno spettacolo per rispetto e tutelo di chi paga il biglietto e di chi guarda la partita”.
Nel caso non si giocasse, il vostro calendario rischierebbe un affollamento di turni infrasettimanali, anche se avrete il vantaggio di conoscere già il risultato della partita del Milan.
“Sono tutti discorsi ipotetici e io vorrei dare risposte su cose certe”.
La prima data utile sarebbe tre giorni prima della gara contro il Milan e visto le polemiche scatenate sul caso Chiellini …
“Chiellini ha risposto ad una domanda di un giornalista e sarebbe bello che tutti pensassimo solo ad un duello sportivo. Il tifoso vuole solo vedere giocare calcio e le cose che accadono fuori o dentro il campo, questi comportamenti sbagliati, non aiutano. Tutti noi dobbiamo sentirci responsabili e assumere un atteggiamento che coinvolga solo l’aspetto sportivo. Si sta sottolineando in questo momento solo la rivalità tra Milan e Juventus ma io sono convinto che altre squadre potranno inserirsi nella lotta scudetto. Tutto quello che succede oltre al duello sportivo è brutto e non interessa a nessuno anche se è ovvio che tutti ci guardano perché siamo degli esempi e di questo dobbiamo tenerne conto e sentirci responsabili di fronte a milioni di tifosi che ci seguono allo stadio o che ci vedono in televisione”.
La vittoria contro il Milan vi ha dato maggiore consapevolezza?
“Bisogna separare la Coppa Italia dallo scudetto. In Coppa ora abbiamo forse il 51% di probabilità di superare il turno e sarei uno stupido affermare il contrario, mentre per il campionato rimango convinto della mia idea”.
E’ d’accordo con Allegri che pronostica 82 punti come quota scudetto?
“La quota dipende da quante squadre saranno il lizza per il titolo, più sono e più si abbassa la quota. L’importante è arrivare prima di tutti, poi che la quota sia 80-85 o 75 poco importa”.
Le piacerebbe avere Capello come futuro dirigente?
“Io ho sempre detto di avere avuto la fortuna di avere come tecnici gli allenatori più vincenti in questo ultimo periodo, Lippi, Ancelotti, Sacchi, Zoff, Trapattoni, senza dimenticare anche Fascetti e Mazzone che per me sono stati dei grandi maestri. Non ho avuto Capello, ma è una persona che stimo moltissimo ma sono contento di quello che stiamo facendo alla Juventus e con chi lo stiamo facendo, il presidente, il direttore Marotta e  Paratici. Siamo all’inizio di un percorso e fino adesso è stato fatto un lavoro straordinario da tutti dal presidente al giardiniere che curano i campi ed è giusto sottolineare il merito di queste persone”.

11 febbraio 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it