Conte: “Allegri sa di avere in mano una corazzata”

Antonello Vischeri

Antonio Conte ha vissuto la vigilia del “derby d’Italia” secondo un copione ormai collaudato, di consueta routine, conferenza stampa e allenamento diAntonio Conte rifinitura. Mancano dieci gare alla fine del campionato e la Juventus è costretta ad inseguire il Milan distante quattro punti: “Noi dobbiamo pensare a noi stessi – queste le parole dell’allenatore bianconero – e non avendo la sfera di cristallo non so dire se questo gap verrà colmato per merito nostro, nel senso che vinceremo tutte le gare o per demerito del Milan che magari potrà perderne qualcuna. Domani affrontiamo l’Inter una squadra che merita rispetto e che annovera tra le sue fila dei campioni che hanno conquistato titoli e trofei, una squadra assolutamente non dimessa e con giocatori in grado di risolvere partite in ogni momento, quindi rimaniamo concentrati su di loro”. La partita contro l’Inter ha comunque sempre un sapore particolare, domani lo stadio sarà vestito a festa con una coreografia che si preannuncia spettacolare, anche se quest’anno i nerazzurri faticano in campionato: “Onestamente non so perché sono in quella posizione di classifica, ma so che pochi mesi fa festeggiavano la conquista della Coppa Italia ed il secondo posto in campionato”. Anche se la gara è incombente il pensiero corre sempre al Milan e alle parole di Allegri che prevede tre scudetti di fila e la seconda stella: “Il Milan è una corazzata e Allegri sa di avere tra le mani una ottima squadra, con in organico 34–35 ottimi giocatori e vede le differenze che ci sono tra la sua squadra e le altre”. Antonio Conte ha alternato nell’ultimo periodo diversi giocatori, soprattutto nel periodo in cui la Juventus era obbligata a giocare ogni tre giorni, ma ora che si sta avvicinando la fase finale del campionato la Juventus sembra essere ritornata alla formazione che giocava a memoria sempre con gli stessi protagonisti: “Lo stato di forma dei giocatori nell’arco dell’anno varia ed io che sono l’allenatore devo cercare di mettere in campo la formazione migliore, con onestà intellettuale cercando di assicurare equilibrio alla squadra. Non è nel mio modo di agire – continua Conte- fare delle scelte politiche, quello che faccio, lo faccio in virtù di quello che vedo durante la settimana sul campo, per il bene della squadra”.

24 marzo 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it