Conte: Domani Quagliarella e Borriello potrebbero partire titolari”

Antonello Vischeri

Domani allo Juventus Stadium arriva il Napoli di Mazzarri e sicuramente lo stadio presenterà il solito magnifico colpo d’occhio ed i tifosi  faranno sentire ilAntonio Conte loro caldo incitamento agli uomini di Conte. Mancano nove giornate al termine e ogni partita è importante, questo almeno è il pensiero di Antonio Conte: “Dopo la gara contro il Napoli mancheranno ancora otto gare e quindi vedremo quello che succederà. Il nostro impegno contro il Napoli domani sarà impegnativo perché la squadra di Mazzarri ha fatto benissimo sia in campionato che in Champions e avrebbe meritato di passare alle semifinali. Non scordiamoci che il Napoli come la Juventus cinque anni fa era in serie B e se è arrivata a competere così in alto a livello internazionale il merito è sia del presidente De Laurentis che ha costruito un solido progetto, sia di Mazzarri che dei calciatori e dell’ambiente”. Il gioco del Napoli si basa principalmente su una ottima organizzazione di gioco e poi sulle qualità indiscusse di Cavani, Hamsik e Lavezzi, senza dimenticare che in panchina siede un certo Pandev, altro temibile goleador dato in condizioni di forma smaglianti, ma il fatto che il Napoli sia riuscito all’andata a segnare tre gol alla Juventus lascia abbastanza tranquillo l’allenatore bianconero “E’ vero all’andata loro segnarono tre gol e fermare Cavani e Lavezzi quando hanno campo davanti è un‘impresa ardua perché loro fanno la differenza, ma anche noi segnammo a nostra volta tre gol, rimontando il risultato”. Una vittoria domani della squadra di Conte, oltre ad aumentare la striscia di imbattibilità della squadra, sarebbe sicuramente un importante sigillo  e una blindatura del secondo posto in classifica: “Mettere il Napoli a 14 punti da noi – questo il pensiero di Conte – significherebbe entrare in Champions dalla porta principale senza dover disputare i preliminari”. La duttilità dei giocatori della Juventus, permette all’allenatore bianconero di poter modificare a partita in corso il modulo tattico da adottare. A Napoli per la prima volta Conte adottò il modulo 3-5-2, scelto poi da molte squadre per imbrigliare gli avanti degli azzurri al S. Paolo.  “Noi sappiamo benissimo pregi e difetti del Napoli – dixit Conte - è una squadra un po' atipica perché ti ritrovi spesso e volentieri con i due esterni, uno che crossa e l'altro che va a chiudere insieme ai tre attaccanti e se non hai la copertura del centrocampista sulla linea dei difensori, rischi di avere un'inferiorità numerica”. Domani sia Quagliarella che Borriello, stando alle parole di Conte, hanno delle chance di partire titolari; l’allenatore dopo la rifinitura odierna trarrà le sue definitive conclusioni, anche se avendo praticamente tutta la rosa a disposizione i ballottaggi potrebbero coinvolgere anche altri ruoli e non solo quello degli attaccanti.

31 marzo 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it