Partita controllata dai bianconeri che vanno a segno con una doppietta di Vucinic e gol di Borriello e Vidal

NOVARA-JUVENTUS 0-4
NOVARA (4-3-1-2): Fontana; Dellafiore (1’ st Da Silva), Lisuzzo, Paci, Garcia; Porcari, Pesce, Gemiti; Rigoni; Mazzarani (22’ st Radovanovic), Caracciolo (6’ st Morimoto).A disp.: Coser, Centurioni, Rinaudo, Mascara. All.: Tesser
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal (11’ st Padoin), Pirlo, Marchisio (15’ st De Ceglie), Giaccherini; Borriello, Vucinic (20’ st Elia). A disp.: Storari, Caceres, Del Piero, Quagliarella. All.: Conte
ARBITRO: Celi
MARCATORI: 16’ pt  Vucinic, 40’ pt Borriello, 4’ st Vidal, 19’ st  Vucinic
AMMONITI: Pesce
 
Antonello Vischeri

Tutto facile per la Juventus a Novara, troppa la differenza tra le due squadre in campo, netto il divario di categoria. Il Novara ha fatto da vittima sacrificale alMirko Vucinic, oggi una doppietta 40° risultato utile consecutivo dei bianconeri di Conte che incamerano i tre punti e vedono sempre più vicina la meta. E’ stata una gara a senso unico nel primo tempo, gran possesso palla dei bianconeri che presentano come coppia d’attacco Vucinic e Borriello, mentre il Novara si affida a Caracciolo e Mazzarani con Rigoni alle loro spalle. Già al secondo minuto Fontana deve deviare un velenoso tiro di Borriello con la punta delle dita, ma l’arbitro non se ne accorge e non assegna il corner. La Juve non sembra spingere più di tanto, ma al 16’ va in gol: punizione di Pirlo con traiettoria bassa, Vucinic con una splendida e delicata coordinazione mette in rete a fil di palo. I bianconeri imperversano a loro piacimento, al 26’ Pirlo incrocia per Giaccherini che al volo cerca il palo opposto, il tiro termina a lato, al 29’ ci prova Pirlo dai 25 metri, ma Fontana devia in angolo. E il Novara? Al 31’ tiro velleitario di testa di Mazzarani su cross dalla destra, palla altissima sulla traversa, tutto qui. Su un ennesimo attacco bianconero  Giaccherini al 40’ cross in mezzo e Borriello tutto solo e indisturbato può esibirsi in tuffo siglando il secondo gol. Tutto facile, appunto. Ad inizio ripresa Borriello si mangia clamorosamente un gol al 3’ a porta vuota dopo una combinazione Pirlo Giaccherini, ma ci pensa Vidal un minuto a segnare la terza rete raccogliendo una corta respinta di Fontana su precedente tiro di Vucinic. La Juventus a questo punto decide che può bastare e rallenta la pressione permettendo al Novara di giocare qualche palla, al 10’ punizione di Porcari parata da Buffon, al 15’ tenta dalla distanza Morimoto subentrato ad uno spento Caracciolo, ma il pallone termina a lato. Conte nel frattempo aveva avvicendato alcuni uomini chiave come Vidal e Marchisio, mentre Tesseer sbuffa non sapendo più cosa inventarsi, tanta è la superiorità bianconera. Borriello al 16’ si permette il lusso di fermare due volte consecutivamente  palloni indirizzati in rete e allora ci pensa Vucinic tre minuti dopo a battere nuovamente Fontana ribattendo in rete un tiro di Giaccherini non trattenuto da Fontana, segnando così la sua personale doppietta. A questo punto Conte decide che rischi proprio non se ne possono più correre e manda in campo Elia a rilevare il montenegrino. E anche Tesser decide di riequilibrare la squadra inserendo Radovanovic al posto di Mazzarani ed il Novara ha un sussulto di orgoglio al 25’ quando Paci di testa indirizza a rete ma Chiellini respinge e al 26’ quando Radovanovic calcia dai 30 metri ma la palla viene deviata e finisce in corner. I bianconeri si rendono nuovamente pericolosi con Elia desideroso di mettersi in mostra al 28’, ma Fontana para. La Juventus riprende l’iniziativa e tenta la via del gol ancora con Elia al 33’ raggiunto da un lancio dalle retrovie. Al 38’ il Novara cerca il gol della bandiera con Pesce ma Buffon blocca in due tempi, poi ancora Juventus, 43’ Borriello atterrato in area, 45’ Pirlo batte magistralmente una punizione dai 25 metri per un atterramento di Giaccherini e scheggia il palo alla sinistra di Fontana, 47’ Elia manca un aggancio di testa sotto porta su cross di De Ceglie. Il tutto sotto gli occhi di monsieur Michel Platini e del presidentissimo Giampiero Boniperti.

29 aprile 2012

Fontefoto: ansa


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it