Del Piero: “Sono concentrato solo su domani, voglio la vittoria”

Antonello Vischeri

Insolita sede, sala stampa dell’Olimpico di Roma, per la conferenza stampa della vigilia e doppi protagonisti, l’allenatore Antonio Conte edAntonio Conte e Alex Del Piero il capitano Alessandro Del Piero per parlare della gara che opporrà la Juventus al Napoli nella finale della Coppa Italia edizione 2011/2012.
“La sensazione di partecipare alla finale di Coppa Italia, è bellissima anche perché è la mia prima da allenatore – esordisce Conte -  e penso sia il giusto coronamento di una annata straordinaria che ci ha visti protagonisti e vincitori del campionato, abbiamo grandi emozioni e grandi stimoli, anche se in settimana abbiamo festeggiato questa annata può diventare super straordinaria. Aver vinto il campionato a Trieste e poi il bagno di folla all’ultima partita a Torino, i 400.000 in piazza a festeggiarci sono immagini che rimarranno nella memoria mia e dei giocatori ed è giusto che si sia gioito e che i festeggiamenti ci abbiano inebriato ma ora dobbiamo trovare la giusta concentrazione per vincere anche questa Coppa ”. In questi giorni si è parlato molto anche delle dichiarazione del pentito Carrobbio, nel caso calcio scommesse, che avrebbero tirato in ballo nuovamente Antonio Conte in occasione delle partite Siena Novara e Siena Albinoleffe. “Ho letto anche io i giornali – la presa di posizione dell’allenatore bianconero – e rispondo come in precedenza per rispetto del lavoro che la giustizia sta compiendo, se mi chiameranno sarò lieto di rispondere. E’ possibile una mia squalifica? Si sta parlando di niente ed io il niente non lo commento. Se queste notizie sono strumentali? Siamo in ballo e balliamo”. In campionato, nella partita di andata contro il Napoli la Juventus fu protagonista di una grande rimonta che la portò a pareggiare 3-3 l’incontro. In quella gara la squadra bianconera diede prova di grande carattere e sicuramente Conte trasse grandi indicazioni: “In effetti in quella partita capii che questo era un gruppo di acciaio che non ci stava a perdere, la partita di Napoli ci diede sicuramente convinzione, autostima e consapevolezza dei mezzi e questo fu molto importante. Affrontarla ora non sarà facile perché ha grandissime potenzialità, quest’anno ha fatto benissimo in Champions e lo scorso anno arrivò terza in campionato ponendo solide basi. Saranno motivati al 110%, quindi dovremo tirare fuori tutto quello che abbiamo”.Domani la Juventus scenderà in campo con una maglia celebrativa per ricordare i diciannove anni di Del Piero alla Juventus: “E’ stata un’idea dello sponsor tecnico, la Nike, - la spiegazione di Del Piero - io molto volentieri ho accettato e ho messo il mio logo, la mia firma e quello che ho cercato di rappresentare in  tutti questi anni, c’è stato l’ok da parte di Juventus e Lega, e quindi domani ci sarà questo patch. Domani spero di scrivere assieme ai miei compagni un’altra pagina vincente, io scenderò in campo non pensando che è l’ultima mia partita ma con l’obiettivo di raggiungere la vittoria e voglio vivere questo momento fino in fondo, senza pensare a cosa accadrà in futuro. Se andrei a giocare a Dubai? Da lunedì in poi comincerò a pensare a cosa farò da grande, non adesso. Per me ora è importante solo il presente, cercando di trovare la giusta concentrazione per domani".

19 maggio 2012

fontefoto: mediaset


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it