Reti di Matri e del redivivo Krasic. I pali fermano il tentativo di rimonta dei tedeschi

HERTHA BERLINO – JUVENTUS 0-2
HERTA BERLINO (4-4-2): Burchert (1’ st Sprint); Ndjeng (30’ st Bastians), Hubnik (44’ st Neumann), Brooks (44’ st Mukhtar) , Schulz (30’ st Morales); Beichler (1’ st Ramos), Niemeyer (1’ st Lustenberger), Kluge  (1’ st Ronny), Knoll (1’ st Ben-Sahar); Kachunga (1’ st Ben-Hatira), Allagui  (1’ st Wagner). All.: Luhukay
JUVENTUS (3-5-2): Storari, Lichtsteiner, Masi (24’ st Rugani), Lucio (1’ st Pazienza), De Ceglie (21’ pt Untersee), Padoin, Marrone, Vidal (36’ st Bouy), Asamoah (30’ st Appelt), Matri (1’ st Boakye) , Quagliarella (18’ Krasic). A disp.: Leali, Branescu. All.: Conte
ARBITRO: Dankert
MARCATORI: 20’ pt Matri, 90’ st Krasic

Antonello Vischeri

Amichevole internazionale per la Juventus, chiamata in Germania a Berlino per festeggiare i 120 anni dello storico club dell’Hertha Berlino. Antonio Contealt lasciato a casa i Nazionali reduci dall’Europeo a proseguire la preparazione in vista della sfida di Supercoppa con il Napoli a Pechino schiera i suoi con il modulo 3-5-2 affidandosi in attacco alla coppia Matri – Quagliarella. Nei primi minuti di gara i bianconeri soffrono il buon inizio dei tedeschi che pressano in attacco e  al 9’ vanno vicini al gol: cross dalla sinistra di Schulz, incornata di Allagui e grande intervento di Storari che toglie il pallone dall'angolino e mette in angolo. L’Hertha è nuovamente pericolosa al 14’ , su un traversone dalla sinistra, colpo di testa di Allagui a lato di poco.La Juventus si affida alle ripartenze di Quagliarella e Matri  fermati spesso sul filo del fuorigioco, giochetto che non riesce alla difesa dell’Hertha al 20’ quando Storari rimette in gioco velocemente per Vidal che vede Matri e lo lancia benissimo, freddo l’attaccante bianconero nel trafiggere il portiere dei locali sul primo palo. La Juventus avvicenda De Ceglie con Untersee un minuto dopo ma la difesa dei bianconeri non ne risente. L’Hrtyha cerca il pareggio al 24’ con un tiro di Beichler dal limite dell'area, ma Storari risponde alla grande deviando in angolo. La spinta dell’Hertha costringe ora la squadra bianconera sulla difensiva e al 32’ è il palo a fermare un tiro cross dalla destra di Ndjeng. Anche Lucio al 36’ cadendo male dopo un contrasto aereo si fa male alla caviglia destra ma rimane in campo fino all’intervallo stringendo i denti. Nella ripresa l’Hertha cambia cinque giocatori e prova a pressare cercando il pareggio, Storari al 10’ alza in angolo un tiro ravvicinato di Ben-Hatira e Antonio Conte inizia a far entrare in campo i baby panchinari. Ancora un palo all’35’ nega la soddisfazione del pareggio all’Hertha, che vede respinto dal montante il colpo di testa di Ben Sahar su cross di Bastians. Gli schemi difensivi, malgrado gli innesti praticati da antonio Conte funzionano molto bene e c’è gloria anche per Krasic che all’ 87' fa le prove saltando due uomini e poi perdendo l’attimo ma impegnando comunque il portiere Burchert e al 90’ invece va in gol dopo una bella azione sviluppata da Boakye e Untersee sulla destra, con un gran tiro da centro area. Si chiude così 2-0 il match in terra tedesca ma la testa è già a Ginevra per il prossimo collaudo contro il Benfica in vista di Pechino.

28 luglio 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it