Partita perfetta dei bianconeri che sotto di un gol rimontano con sicurezza e annichiliscono un Milan in ritardo di condizione

MILAN-JUVENTUS 2-3
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate (5’ st Nocerino), Zapata, Yepes, Antonini (1’ st De Sciglio); Flamini (19’ st Traore), Montolivo, Constant; Emanuelson (1’ st Pato), Boateng (35’ st Valoti), Robinho. A disp.: Amelia, Bonera, Acerbi, Mesbah. All. Allegri.
JUVENTUS (3-5-2): Storari; Lucio (1’ st Bonucci), Marrone (43’ st Rugani), Barzagli (24’ st Masi); Padoin (1’ st Lichtsteiner, 40’ st Asamoah)), Vidal (1’ st Pazienza), Pogba, Marchisio (1’ st Giaccherini), De Ceglie (1’ st Ziegler); Vucinic (1’ st Matri), Giovinco (1’st Quagliarella). A disp.: Leali. All. Carrera.
ARBITRO: Guida.
MARCATORI: 9’ pt Robinho, 12’ pt  Marchisio, 42’ pt  Vidal, 19’ st Matri, 32’ st Robinho (rig.)
AMMONITO: Vidal,  Yepes, Masi

Antonello Vischeri

E così anche un'altra Coppa Trofeo Berlusconi va ad impreziosire la bacheca dei successi bianconeri. E’ stata una partita vera, giocata a un buon ritmo, quella disputata aalt S. Siro tra Milan e Juventus. Nel primo tempo il Milan si presenta con Robinho e d Emanuelson larghi in attacco con Boateng perno centrale d’attacco, mentre il duo Conte – Carrera si affida all’estro di Vucinic supportato da Giovinco. Il gioco del Milan nella prima parte di gara è spumeggiante soprattutto per merito di Robinho che al 9’ in acrobazia porta in vantaggio i rossoneri dopo che Flamini aveva, complice una ottima parata di Storari, colpito il palo. Un paio di minuti prima era stato Boatend a scagliare di testa a fil di palo sprecando così una ghiotta occasione. La risposta dei bianconeri è immediata , al 12’ l’azione si sviluppa da Giovinco a De Ceglie che dall’out sinistra crossa al centro dove l’accorrente Marchisio piazza la deviazione vincente, 1 – 1 palla al centro. La Juventus con un baricentro molto basso favorisce la pressione dei rossoneri, ma i bianconeri non stanno a guardare, al 28’ bella invenzione di Vucinic per Vidal fermato all’ultimo in area da un ricupero di Montolivo. Un minito dopo è ancora un bel numero di Robinho ad entusiasmare il pubblico di S. siro, ma Storari è attento e para. La replica è affidata a Vucinic, ma il suo tiro scheggia la parte alta della traversa. Il gol del vantaggio juventino giunge al 42’, Vidal pescato da un lancio dalla metà campo di Marrone, fa secco Abbiati con un dribbling secco e deposita la sfera a fil di palo. Nella seconda frazione di gara la Juventus cambia pelle, ma la sostanza non cambia, anzi sono sempre più i bianconeri a comandare il gioco. Al 9’ Matri si beve la fifesa del Milan ma Abbiati è bravo a deviare in angolo, al 18’ è Quagliarella a pescare Giaccherini e Abbiati si salva miracolosamente in angolo, ma sullo svilupparsi dell’azione dopo la battuta dell’angolo, la palla giunge a Giaccherini che crossa per Matri che di testa insacca il comodo 3-1, siamo al 19’. Il Milan, malgrado l’ingresso in campo fin dal primo minuto del secondo tempo di Pato è impotente e soltanto al 32’ si scuote, Boateng lasciato più libero di svariare lancia Robinho che viene affrontato in area e atterrato da Masi. Rigore concesso dall’arbitro Guida e realizzato sempre da Robinho. Ancora un paio di azionim pericolose di marca bianconera, all’41’ è Ziegler  a servire Giaccherini, tiro parato da Abbiati, e al 44’ è Pazienza servito da Ziegler a impegnare Abbiati che si salva in angolo.
L’arbitro dopo i rituali tre minuti di ricupero fischia la fine, 3-2 per la Juventus il risultato finale.

19 agosto 2012

Fontefoto: qn.quotidiano.net


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it