Rispettiamo le sentenze e le persone preposte a giudicare

Antonello Vischeri

Finita la conferenza stampa di Antonio Conte e del pool di avvocati che lo hanno difeso di fronte alla Corte di Giustizia federale, arriva puntuale la replica delIl presidente CONI, Gianni Petrucci numero uno del CONI, Gianni Petrucci che pur senza nominare la Juventus attacca, duro, durissimo: “ E’ ora di finirla con questi attacchi alla Giustizia Sportiva e ai Giudici, Sono esibizioni muscolari che danno l’immagine peggiore di uno sport che non merita queste mortificazioni. Sembra – continua il presidente Petrucci – che l’unico colpevole di questo caso di calcio scommesse sia il procuratore Palazzi e non chi ha commesso degli illeciti sportivi. Così non è possibile andare avanti, il calcio non può continuare a pensare di vivere senza regole e in spregio a quelle esistenti, approfittando del fatto che la sua cassa di risonanza è maggiore a quelli di altri sport che invece rispettano regole e verdetti anche se appartengono a settori professionistici. Occorre rispettare  le sentenze, i giudici, gli arbitri e tutte le persone che sono preposte al loro rispetto senza commentare le sentenze a ogni grado di giudizio. Se non si fa così subentra solo il caos e questo il CONI non lo può permettere, quindi giù le mani dalla Giustizia Sportiva”.

23 agosto 2012

Fontefoto: calciomalato.blogosfere.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it