Gran primo tempo del Genova che sfiora più volte il raddoppio. Al gol di Immobile, rispondono Giaccherini, Vucinic su rigore e Asamoah. Decisivi i cambi decisi dalla panchina nel secondo tempo

GENOA-JUVENTUS 1-3
GENOA (4-3-3): Frey; Sampirisi (34’ st Ferronetti), Canini, Bovo (22’ st Ganqvist), Antonelli (37’ st Melazzi); Kucka, Seymour, Bertolacci; Jankovic, Borriello, Immobile. A disp.: Tzorvas, Moretti, Merkel, Toszer, Stillo, Piscitella, Anselmo, Jorquera. All.: De Canio
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Caceres (31’ st Lichtsteiner), Giaccherini, Pirlo, Marchisio, De Ceglie (10’ st Asamoah); Giovinco, Matri (10’ st Vucinic). A disp.: Storari, Rubinho, Lucio, Marrone, Vidal, Isla, Pogba, Bendtner, Quagliarella. All.: Carrera (Conte squalificato)
ARBITRO: Rocchi di Firenze
MARCATORI: 18’ pt Immobile, 16’ st  Giaccherini, 33’ st  Vucinic (rig.), 39’ st Asamoah
AMMONITI:  Immobile, Pirlo, Bonucci, Canini, Barzagli.

Antonello Vischeri

La Juventus si presenta a Marassi per il primo impegno del suo tour de force che la porterà a disputare 7 incontri in 22 giorni, con qualche novità nellaEmanuele Giaccherini schieramento: in avanti si affida alla coppia Matri - Giovinco, con Vucinic in panchina, mentre a centrocampo giocano Giaccherini, De Ceglie e Caceres al posto di Vidal, Lichtsteiner e Asamoah. Il Genoa risponde schierando in attacco la coppia Immobile – Borriello. Il Genoa non dimostra nessun timore reverenziale e parte subito attaccando e già al 3’ crea apprensione nella retroguardia juventina con Borriello che si trova davanti a sé una autostrada per un sbilenco retropassaggio di testa di Bonucci, il tiro di sinistro al volo sfiora il palo. Subito dopo è Jankovic su punizione ad impensierire Buffon , ma il portiere ci mette i pugni e respinge. La manovra del Genoa è frenetica e arrembante e la Juventus stenta a riorganizzarvi, al 9’ Immobile si mangia un gol fatto dopo una galoppata di 30 metri, vanamente inseguito da Barzagli, ma il suo tiro, giunto a tu per tu con Buffon è debole. La reazione juventina è in un tiro di Marchisio al 17’ a lato. Immobile si riscatta al 18’, l’attaccante, dopo uno scambio con Borriello,  si libera bene della gabbia di difensori juventini e riesce a far filtrare tra una selva di gambe il pallone che si insacca alla destra di Buffon a fil di palo. Il Genoa insiste con Jankovic al 21’dopo uno scambio con Borriello, ma il suo tiro è a lato. Finora solo un bel Genoa, mentre la Juve che è parsa irriconoscibile e ha stentato  ad ingranare, poco alla volta cresce. Borriello avrebbe nei piedi la palla del ko al 37’ ma viene contrato al momento del tiro da Bonucci in ricupero provvidenziale. Al 38’ la Juventus crea la sua prima vera occasione da gol, ma Matri libero davanti a Frey alza incredibilmente sopra la traversa. Ancora il genoa pericolosa al 43’ con Kukca steso da Bonucci al limite dell’area, si va quindi al riposo con il Genoa meritatamente in vantaggio di un gol. Nell’intervallo la strigliata deve essere stata piuttosto vibrante e alla ripresa del gioco, la Juventus scende in campo con una concentrazione diversa, ma è sempre il Genoa a rendersi pericoloso al 6’ con una punizione tesa di Jankovic, incornata da Sampirisi che fa la barba al palo. La risposta juventina è affidata a Giovinco ma il suo tiro si ferma sul palo e sulla ribattuta Giaccherini spedisce la palla alta sopra la traversa. Carrera corre ai ripari e fa entrare Asamoah e Vucinic al posto di De Ceglie e Matri, Borriello al 12’ pareggia i legni colpendo la traversa e al 15’ Buffon riesce a deviare il tiro di Bertolacci. Sulla ripartenza la Juventus va in gol, Vucinic appoggia al limite per Giaccherini che fa secco Frey con un gran tiro a giro. Samperisi al 33’ atterra quasi sulla linea di fondo Asamoah e l’arbitro con decisione ineccepibile decreta il rigore. Dal dischetto si presenta Vucinic che non sbaglia: Juventus  in vantaggio. C’è ancora tempo per il terzo gol di Asamoah che raccoglie al 39’ a centro area un bel passaggio di Vucinic leggermente sporcato da un difensore genoano. La Juventus con un secondo tempo di sostanza ribalta quindi il risultato che da come si era messa la partita nella prima frazione di gara sembrava compromessa.

16 settembre 2012

Fontefoto: sultronodiuominiedonne.forumfree.it

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it