Dopo la bella prova di Londra in Champions League la Juventus ospita il Chievo

Antonello Vischeri

La Juventus si rituffa nel campionato, dopo la bella prestazione contro il Chelsea in Champions League con tutta la rosa disponibile, quindi per il duo Conte-Massimo CarreraCarrera c’è solo da valutare la miglior condizione psico fisica di ciascuno dei ragazzi in modo fa schierare la miglior formazione possibile contro i clivensi, visti gli impegni ravvicinati. Carrera assicura la massima concentrazione da parte di tutti: “ Il Chievo è la nostra bestia nera e non riusciamo a battere i clivensi da tantissimo tempo, quindi dovremo andare in campo concentrati al massimo, sapendo che ci aspetterà una partita difficile. Abbiamo studiato tutte le mosse e continueremo a studiarle, il modulo 3-5-2 utilizzto finora comunque ci dà garanzie. A Londra si è vista una Juventus aggressiva quindi siamo fiduciosi”. Uno dei maggiori indiziati a riposare è Andrea Pirlo e per l’eventuale sua sostituzione sono in ballottaggio Pogba e Marrone: “Non ne abbiamo ancora parlato – assicura Carrera – abbiamo ancora due allenamenti, quindi vedremo. Di sicuro entrambi possono svolgere il suo compito”. La polemica degli ultimi giorni riguarda la possibilità che Conte non possa sedersi in tribuna al Franchi di Firenze, dove sarebbe sicuramente bersaglio dei tifosi viola, mentre invece a Stamford Bridge il tecnico bianconero ha potuto assistere alla gara senza problemi “All’estero c’è una diversa mentalità e una diversa cultura sportiva, c’é rispetto per gli avversati, se succedesse anche in Italia vorrebbe dire che si sono compiuti dei progressi”. Uno dei giocatori che nel match di Champions è rimasto un po’ al di sotto delle aspettative è Giovinco, che ha patito la fisicità degli inglesi: “ Giovinco è un attaccante e in campo fa quello che noi gli chiediamo e lo sta facendo bene – assicura Carrera – crea spazi per i centrocampisti e si sacrifica. Gli attaccanti devono fare anche questo e Seba lo sta facendo”. La curiosità di capire come avviene lo scambio di informazioni tra Conte e carrera è tanta: “Con Conte ci confrontiamo tutta la settimana – taglia corto il mister – quindi prima della gara parliamo di tutto anche delle eventuali sostituzioni, poi durante la partita sono io a prendere le decisioni, confrontandomi con Filippi., che è l’unico che può darmi una mano”. L’unico giocatore non ancora arruolabile è Pepe che continuerà ad allenarsi a parte.

21 settembre 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it