E’ ancora l’attaccante a firmare con una doppietta la vittoria sul Chievo

JUVENTUS-CHIEVO 2-0
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Lucio, Bonucci, Chiellini; Isla (7' st Vidal), Giaccherini, Pogba, Marchisio (28' st Lichtsteiner), Asamoah; Vucinic, Quagliarella (35' st Bendtner). A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Barzagli, De Ceglie, Pirlo, Marrone, Giovinco, Matri. All.: Carrera (Conte squalificato).
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Dainelli (28' st Sardo), Cesar, Jokic; Vacek, L. Rigoni, Hetemaj (17' st Cruzado); M. Rigoni; Thereau (25' st Moscardelli), Pellissier. A disp.:Puggioni, Andreolli, Viotti, Papp, Guana, Samassa, Di Michele, Stoian, Cofie. All.: Di Carlo.
ARBITRO: Russo di Nola.
MARCATORI: 18’ st e 23’ st Quagliarella

Antonello Vischeri

La Juventus affronta la sua bestia nera, il Chievo,sceso in campo con una improponibile maglia metà gialla e metà verde che si ispira alle prime maglie delQuagliarella, una doppietta per lui Manchester United, sfatando il tabù che la vedeva in difficoltà ultimamente contro i clivensi. Conte- Carrera rinunciano a parecchi titolari, Pirlo, Barzagli, Vidal, Lichtsteiner, Giovinco per mettere in campo le cosiddette seconde linee, ma é una Juventus che pur cambiando non snatura il suo gioco e quindi va in avanti a tutta forza alla ricerca del gol.
SORRENTINO SARACINESCA – E’ il portiere degli ospiti il vero protagonista del primo tempo. Il portiere dei veronesi è subito messo sotto pressione da Quagliarella che nei primi venti minuti di gioco la costringe ad un super lavoro in tre occasioni. Quagliarella è ispirato e spazia su tutto il fronte d’attacco, al 27’ sventaglia  per Isla che passa al centro per Vucinic che segna ma in posizione di off side. Ancora Sorrentino a dire di no con ottimi riflessi due minuti dopo parando a terra un tiro di Giaccherini ben lanciato da Asamoah. E’ un bombardamento, al 32’ Asamoah impegna con un violento tiro dalla distanza Sorrentino. Sul finire del primo tempo due belle opportunità con Giaccherini ben lanciato da Quagliarella che però non raccoglie il passaggio e poi al 43’ con Marchisio che alza sopra la traversa.
QUAGLIASHOW – I primi minuti della ripresa presentano un Chievo un po’ più sbilanciato in avanti e la partita ne trova giovamento, ma la Juventus riprrende subito in mano il comando delle operazioni ed è Giaccherini al 9’ a ricambiare il favore del primo tempo mettendo Quagliarella solo davanti a Sorrentino, ma l’attaccante non aggancia. Al 18’ su un corner battuto dalla sinistra da Quagliarella, Chiellini  ci mette  la testa ma Sorrentino con una paratona  dice di no e la palla successivamente viene indirizzata da Lucio altissima sopra la traversa. Il gol è nell’aria e arriva al 18’, corner battuto dalla destra, rovesciata acrobatica di Quagliarella, Sorrentino intercetta ma non ferma la palla che finisce in rete. Il raddoppio arriva cinque minuti dopo, Asamoah mette Quagliarella solo davanti a Sorrentino ed il cecchino bianconero lo trafigge con un tiro rasoterra a giro sul secondo palo. La Juventus è padrona del campo eper permettere la standing ovation a Quagliarella, Carrera a dieci minuti dalla fine inserisce il neo acquisto Bendtner. Vucinic cerca gloria sia al 41’ ma Sorrentino respinge con i pugni e sia ancora nei minuti di ricupero ma il suo tiro si spegne a lato. Ora per i bianconeri l’insidiosa trasferta di Firenze, insidiosa dal punto di vista ambientale, perché sotto il profilo del gioco questa squadra sembra un carro armato.

22 settembre 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it