Chiellini: “Mkhitaryan? E’ cresciuto molto, può farci male”

Antonello Vischeri

Giorno di vigilia per la Juventus, lo Shakhtar che sarà l’avversario domani sera nel debutto in Champions League allo Juventus Stadium dei bianconeri, è giàMassimo Carrera arrivato a Torino da ieri. Segnale di quanto la truppa di Lucescu abbia preparato nel migliore di modi la partita. Come consuetudine per le gare di Champions oggi per la conferenza stampa UEFA di presentazione della gara si è presentato l’allenatore Massimo Carrera e Giorgio Chiellini. “ E’ una squadra molto tecnica,composta da molti giocatori brasiliani e  allenata da un allenatore che conosce bene il calcio italiano – queste le prime parole del tecnico juventino – per cui sarà bene fare da parte nostra fare molta attenzione perché loro sono molto veloci e bravi nelle ripartenze. Ci sarà da soffrire”. La formazione con cui la Juventus affronterà gli ucraini non è ancora decisa, perché come al solito lo staff tecnico attenderà gli ultimi due allenamenti di rifinitura prima di decidere chi schierare, soprattutto in attacco: “ Vedremo quale sarà la coppia di attaccanti più idonea per affrontare lo Shaktar. Giovinco non è partito titolare contro la Roma, solo perché quelli che avevamo mandato in campo ci davano più garanzie, non è stata una mossa in chiave Shakhtar, Pepe invece non è ancora disponibile e tornerà ad allenarsi con il gruppo probabilmente dopo la sosta”. Il mantra della gara sarà sempre lo stesso secondo Carrera: “Dobbiamo aggredirli, non lasciarli respirare, sappiamo che hanno una difesa forte che ha preso solo sei gol in dieci gare. Lo Shakhtar è un avversario di tutto rispetto, non perde da 25 partite, quindi sarà necessario tenere le antenne diritte”. Per Chiellini l’esordio in Champions League allo Juventus Stadium sarà una grande emozione e in merito il centrale difensivo bianconero ha le idee molto chiare: “Con la partita di Londra, ho riassaporato un’atmosfera speciale che personalmente mi mancava. E’ stata dura solo vedere la Champions in questi anni senza poterla giocare e siamo consapevoli che domani sarà la partita più importante perché affrontiamo una squadra forte e sottovalutata all’estero. Noi non siamo i favoriti di questa partita e nemmeno di questo girone, lo Shakhtar è una realtà che va avanti in Champions e in Europa League da diversi anni e i loro giocatori hanno una grossa esperienza  internazionale.  Noi vogliamo vincere e abbiamo tutti i mezzi per vincere questa gara". Uno dei giocatori più temuti dai bianconeri è sicuramente Mkhitaryan. “E’ cresciuto molto, , è un giocatore che con i suoi inserimenti può farci male. Io seguo lo Shakhtar da un po’ di tempo e so che ha grandi individualità davanti. Sicuramente l'esplosione di questo calciatore armeno è giunta un po' inaspettata, ma Mkhitaryan sta dimostrando di avere grandi qualità e di poter ambire anche a dei top club Europei".

1 ottobre 2012

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it