Nella sfida contro il Napoli probabili assenti Vucinic e Buffon, che deciderà all’ultimo se scendere in campo

Antonello Vischeri

Domani sera allo Juventus Stadium si affronteranno le prime della classe, Juventus e Napoli. Ma non sarà soltanto una sfida tra due squadre che ambiscono al primato in classifica, sarà anche la sfida tra due squadre che praticano il miglior calcio in Italia e sarà anche la rivincita della finale di Pechino della Supercoppa Italiana. Finale che ha lasciato uno strascico di veleni, polemiche e atti clamorosi, basti ricordare la non presenza della squadra di De Laurentis alla premiazione. A parlare della partita e a fare il punto della situazione è stato ancora una volta Massimo Carrera, anche se domani in panchina a guidare la squadra tornerà Angelo Alessio che ha terminato di scontare la squalifica legata al processo di Calciopoli. E proprio il fatto che non sarà più lui a guidare la squadra ha permesso a Carrera di puntualizzare lo stato delle cose: “Ci sono le gerarchie da rispettare ed essendo  Angelo  l’allenatore in seconda di  Conte, in panchina andrà lui ed  io ritornerò a fare il collaboratore tecnico ,che è  il mio ruolo sempre con entusiasmo. Se in futuro vorrò allenare, lasciando quindi la Juventus? Per il momento la cosa non mi interessa, ho un buon rapporto con il mister e lo staff, quindi non mi pongo altri obiettivi. Sto bene qui e sono contento di quello che sto facendo”. Carrera si toglie anche un sassolino dalla scarpa: “Mi hanno dato fastidio le voci di un presunto litigio con Conte, non sono assolutamente vere e lo dimostra il fatto che sono qui. Io ho preso il suo posto perché era squalificato anche Alessio, ma ora che torna lui io torno al mio posto. C’è grande stima e rispetto da parte mia nei confronti di tutti e due”. Gli impegni della Nazionale hanno condizionato pesantemente sia la Juventus rstituendo giocatori acciaccati, come Buffon e Marchisio, sia il Napoli con rientri transoceanici all’ultimo giorno, come quello di Cavani, ma su questo argomento il pensiero di Carrera è lapalissiano: “Tutte le società hanno avuto i loro problemi, noi abbiamo avuti i nostri ce li teniamo, li valutiamo e non andiamo a sbandierarli in giro”. Le condizioni di Buffon preoccupano e sarà il portiere bianconero a decidere dopo la rifinitura se scenderà in campo, visto anche l’impegno ormai prossimo di Champions League, ma a preoccupare di più sono le condizioni di Vucinic debilitato dall’influenza intestinale di questi giorni. La dichiarazioni rilasciate dai giocatori juventini in settimana sono state tutte improntate all’ottimismo: “Favoriti? – si chiede Carrera – Siamo due ottime squadre che se la giocheranno a viso aperto. Vediamo il calcio in maniera, noi facendo un calcio propositivo e loro affidandosi alle ripartenze e alle giocate dei singoli. Detto questo noi faremo la nostra partita come sempre, per vincere. Il campionato in questo momento dice che siamo in testa noi con il Napoli, ma ci sono ancora troppe gare e altre squadre potranno inserirsi nella lotta per lo scudetto. Il Napoli ha tutte le qualità per puntarci, come noi pur disputando la Coppa Campioni ”. Domani sarà anche l’occasione per sotterrare l’ascia di guerra: “Se saluterò Mazzarri e Frustalupi? Penso di salutare tutti e due, non vedo problemi” la chiosa finale del mister-precario Carrera.

19 ottobre 2012


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it