Decide Pogba la sfida contro il Bologna , dopo i gol di Quagliarella e Taider. Finisce 2-1

JUVENTUS-BOLOGNA 2-1
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Barzagli; Isla (30' st Vucinic), Pogba, Pirlo, Giaccherini De Ceglie (28' st Asamoah); Bendtner, Quagliarella (26' st Giovinco). A disp.: Storari, Rubinho, Lucio, Chiellini, Marrone, Lichtsteiner, Pepe, Padoin, Matri. All.: Alessio  (Conte squalificato).
BOLOGNA (3-4-1-2): Agliardi; Sorensen, Antonsson, Cherubin; Motta (21' st Pulzetti), Pazienza (21' st Krhin), Kone, Morleo; Taider; Gabbiadini (44' st Paponi), Gilardino. A disp.: Lombardi, Stojanovic, Carvalho, Garics, Abero, Radakovic, Guarente, Riverola, Pasquato. All.: Pioli.
ARBITRO: Romeo.
MARCATORI: 9’ st Quagliarella, 26’ st Taider, 47’ st Pogba
AMMONITI:  Pazienza, Motta, Kone.

Antonello Vischeri

La Juventus continua nella sua serie di risultati positivi e allo JS opposta al Bologna inanella il suo 49 risultato utile consecutivo. Contro i felsinei non è stataPogba, match winner una passeggiata perché la Juventus di quest’anno è sempre molto valida come gioco espresso ma meno cinica del passato sotto porta e quindi stasera non è riuscita a piazzare il colpo del ko dopo rete di Quagliarella al 9’ del secondo tempo, venendo così raggiunta al 26’ da una prodezza di Trader. Ci vuole il solito (ormai) Pogba per scacciare i fantasmi dallo Juventus Stadium all’ultimo assalto bianconero a tempo ormai scaduto.
RITMO – E’ quello che caratterizza il primo tempo juventino. La Juventus spinge ma non riesce a passare, al massimo colleziona calci d’angolo, Bendtner e Quagliarella non sembrano una coppia ben assortita ma in cattedra sale Pogba autore di una prova maiuscola, sia in fase di impostazione a centrocampo che in fase realizzativa. Al 14’ il francesino segnerebbe anche di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Pirlo, ma l'arbitro aveva fischiato un'irregolarità del francese sul suo marcatore. Un minuto dopo il colored colpisce il palo con una gran giocata, palla dal destro al sinistro e tiro a giro. Al 17’ è il Bologna a recriminare per un gol non convalidato a Gabbiadini , il tiro al volo che aveva battuto Buffon era stato preceduto dal fischio dell’arbitro per un fallo precedente. Ancora Pogba si distingue per alcune pericolose conclusioni, come pure Bendtner e Giaccherini.
VANTAGGIO – Ci pensa Quagliarella con una giocata di sinistro al volo a portare in vantaggio i bianconeri al 9’ della ripresa . Anche in questa azione c’è lo zampino di Pogba, il francese dà il là all’azione servendo giaccherini che poi imbecca Quagliarella per la conclusione a rete. La rete ha il risultato di sbloccare psicologicamente Quagliarella  che diventa l’uomo più pericoloso dell’attacco bianconero, ma il gol della sicurezza non arriva.
PAREGGIO – Il Bologna perviene al pareggio per un errore in fase di disimpegno di de Ceglie, che serve Taider, che dal limite dell’area batte Buffon. Alessio fa entrare Asamoah, Giovinco  e poi Vucinic sperando di riportare a proprio favore il match, ma la situazione non cambia. Ci va vicino Asamoah, ma è bravo Agliardi a chiudergli lo specchio della porta in uscita.
SUPER POGBA – I minuti scorrono e ci si avvicina al fischio finale dell’arbitro. Ma nei minuti di ricupero sale in cattedra nuovamente Pogba. Al 46’ si procura una punizione, la batte Pirlo, la palla è a Giovinco, cross in mezzo e incornata vincente del francese che batte Agliardi. La Juventus liquida così anche la pratica Bologna e rimane in attesa di incontrare l’Inter che grazie alla vittoria di questa sera si è portata in seconda posizione a quattro lunghezze di distanza.

31 ottobre 2012

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it