L’invito di Conte ed Alessio ai tifosi: “Lo JS sia una bolgia!”

Antonello Vischeri

Profumo di Champions. Domani sera allo JS la Juventus si giocherà probabilmente la qualificazione al turno successivo contro il Chelsea di Di Matteo. Sarà Angelo Alessiouna gara da dentro o fuori perché un risultato negativo o anche solo un pareggio renderebbe proibitiva l’ultima trasferta  nella tana dello Shakhtar. Archiviate con un “no comment” da parte di Angelo Alessio, le ultime polemiche con l’Inter di Moratti, il pensiero è corso immediatamente alla gara di domani. “Siamo consapevoli che sarà una partita da dentro o fuori – questo il pensiero del vice allenatore Alessio – ma noi vogliamo andare avanti. Sono partite che vengono giocate con tantissime motivazioni e anche se noi non abbiamo fatto turnover come ha fatto il Chelsea in campionato, questo fatto non condizionerà le nostre scelte”. Contro la Lazio la Juventus ha trovato un grande Marchetti a sbarrargli la strada, ma anche il Chelsea ha un ottimo portiere e si sa gli avanti bianconeri difettano di cinismo sotto porta e per di più Vucinic, l’uomo in grado di dare una svolta alla gara è debilitato da una influenza: “Noi dobbiamo scendere in campo con la voglia di vincere che ci ha contraddistinto finora. Vorremmo poter concretizzare di più le occasioni che creiamo e sappiamo che Cech è bravo, ma l’importante è creare occasioni. Per quanto concerne Vucinic è abbastanza debilitato e ieri non si è allenato. Conte valuterà se mandarlo in campo, ma Giovinco e Quagliarella contro la Lazio sono stati tra i migliori in campo e Giovinco in particolare ha fornito una ottima prestazione”. Nell’ultimo turno di Coppa il Chelsea ha battuto lo Shakhtar all’ultimo minuto, rendendo così più problematica la qualificazione della squadra bianconera: “Noi andremo in campo con la massima gioia, consci di quello che abbiamo fatto, se saremo bravi andremo avanti altrimenti giocheremo in Europa League”. Il Chelsea ha giocatori di grande esperienza internazionale ed è avvezzo a giocare nelle Coppe, essendone il detentore, mentre la Juventus sotto questo aspetto potrebbe pagare dazio: “Questa cosa non mi preoccupa – sostiene Alessio – perché anche noi abbiamo in squadra molti nazionali. Loro sono una grande squadra e oltretutto si sono rinforzati con tre - quattro elementi importanti, noi abbiamo preparato la partita aspettandoci un Chelsea d’attacco, non pensiamo che gli inglesi adottino una tattica attendista per sfruttare il contropiede. Ci aspettiamo invece e se lo attende anche Conte che domani sera lo JS sia una bolgia come lo è stato ultimamente”.

19 novembre 2012

Fontefoto: calciomercato.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it