Finisce 3-0. Quagliarella, Vidal, Giovinco riaccendono le speranze del passaggio del turno.

JUVENTUS – CHELSEA 3-0
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (22’ st Caceres), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Quagliarella (44’ st Pogba), Vucinic (37’ st Giovinco). A disp.: Storari, Giaccherini, Pepe, Matri. All. Alessio (Conte squalificato).
CHELSEA (4-2-3-1): Cech; Ivanovic, Cahill, David Luiz, Cole; Mikel (26’ st Torres), Ramires; Azpilicueta (15’ st Moses), Oscar, Mata; Hazard. A disp.: Turnbull, Romeu, Piazon, Marin, Bertrand. All. Di Matteo.
ARBITRO: Cakir (Turchia).
MARCATORI: 38’ pt Quagliarella, 16’ st Vidal, 46’ st Giovinco
AMMONITI: Bonucci , Ramires, Marchisio, Giovinco

Antonello Vischeri

Lo JS accoglie i giocatori di Juventus e Chelsea con una coreografia degna dell’avvenimento: gli spalti sono colorati di tricolore e di bianconero. Conte avevaL'esultanza di Fabio Quagliarella chiesto che lo stadio fosse una bolgia ed i tifosi lo accontentano, quando il tifo cala leggermente sono gli stessi giocatori ad invitare i tifosi a sostenerli a gran voce. La Juventus contro il Chelsea dà una dimostrazione di forza tattica, fisica e tecnica notevole, sforando una prestazione maiuscola che annichilisce e ridimensiona  la compagine inglese. Il Chelsea si presenta senza attaccanti, infatti Di Matteo lascia in panchina Torres, mentre la Juventus si affida a Quagliarella ed al ristabilito Vucinic. Dalle prime avvisaglie della gara si capisce immediatamente quale è lo scopo del Chelsea, abbassare i ritmi facendo girare molto la palla, per impedire che la Juventus metta la gara sul ritmo, in attesa di piazzare l’affondo vincente sfruttando magari le ripartenze dei tecnici Oscar, Ramires, Hazard e Mata.
PRIMO TEMPO - La prima occasione della gara è di marca bianconera Asamoah mette Vucinic in condizione di crossare in mezzo dove irrompe Lichtsteiner , Cech si oppone mandando la palla a sbattere sul palo alla sua sinistra. La Juventus è partita bene, ma il Chelsea è un cliente pericoloso, al 9’ Oscar palla al piede, salta come birilli i difensori della Juventus, allarga ad Hazard che mette sull’esterno della rete la palla del possibile vantaggio. La Juventus attacca ma Cech deve compiere interventi di ordinaria amministrazione, mentre al 18’ deve uscire sui piedi di Lichtsteiner. Il Chelsea si difende con ordine e la Juventus non riesce ad alzare il ritmo. Al 30’ un errore su disimpegno di Pirlo innesca Oscar che mette Ramires in condizione di battere a rete, nessun pericolo per Buffon. E’ un buon momento per i Blues che al 35’ si ripresentano nei pressi di Buffon, ma Oscar e Mata pasticciano al limite dell’area ed un minuto dopo è ancora Oscar a seminare il panico nelle retrovie bianconere, ma il suo tiro è rimpallato da Bonucci in provvidenziale ricupero. Sulla ripartenza la Juventus va in gol: rasoiata di Pirlo dai venticinque metri, Quagliarella devia la palla di interno sinistro, Cech si allunga ma non riesce a fermare il pallone che si infila in rete. La partita ora si fa vibrante, al 39’ Juventus va vicina al raddoppio, ma il tiro di Lichtsteiner non varca la linea di porta grazie al provvidenziale intervento di Cole. Replica il Chelsea, Hazard mette Mata in condizioni di battere a rete cercando la deviazione in spaccata, ma Buffon lo ferma.
RIPRESA – Lo svantaggio obbliga i Blues ad aumentare il ritmo di gara e ad avanzare il baricentro. Ne beneficia la Juventus,  al 5’ Vucinic giunge in area e viene leggermente trattenuto, il montenegrino accentua la caduta chiedendo il rigore, ma l’arbitro non abbocca. Al 14’ è la volta di Quagliarella  a scattare sul filo del fuorigioco, ma deve allargarsi e Cech in uscita bassa ne stoppa la conclusione. C’è un po’ di nervosismo in campo, per alcune incomprensioni nei passaggi e Quagliarella e Lichtsteiner si mandano a quel paese. A rasserenare gli animi arriva al 16’ il gol di Vidal, grande azione Vucinic-Asamoah-Vidal, destro del cileno che arriva a rimorchio, deviato in maniera decisiva da Ramires per il 2-0. Di Matteo manda in campo Torres per rendere più offensiva la manovra dei suoi, ma è Giovinco subentrato ad uno stanco Vucinic a siglare il gol del 3-0 al 46’, scattando in contropiede e anticipando  l'uscita di Cech con un tocco di esterno destro. Finisce così 3-0 per i bianconeri che a questo punto affronteranno la gara contro lo Shakthar con un solo obiettivo, pareggiare aggiungendo così in classifica quel punto che consentirebbe loro di passare il turno.

20 novembre 2012

Fontefoto: dailymail.co.uk


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it