In bianconeri in vantaggio per un gol di Giovinco su rigore, si fanno raggiungere e superare da due gol di Icardi, con i doriani rimasti in dieci

JUVENTUS – SAMPDORIA 1 - 2
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Padoin, Pogba (26’ st Giaccherini), Pirlo, Marchisio, De Ceglie (17’ st Vucinic); Matri (17’ st Quagliarella), Giovinco. A disp.: Storari, Branescu, Caceres, Marrone, Isla, Vidal. All. Conte
SAMPDORIA (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Costa; Berardi, Obiang, Krsticic (35’ st Tissone), Poli, Estigarribia (1’ st De Silvestri); Eder (31’ st Munari), Icardi. A disp.: Da Costa, Berni,Castellini, Mustafì, Poulsen, Rossini,  Renan, Savic. All. Rossi
ARBITRO: Valeri di Roma 1
MARCATORI: 23’ pt Giovinco (rig), 7’ st Icardi, 23’ st Icardi
AMMONITI: Pogba, Bonucci, Peluso, Pirlo, Berardi, Poli, Krsticic, Romero, Icardi
ESPULSI: 31’ pt Berardi,

Antonello Vischeri

L’antipasto della prima giornata targata 2013 del Campionato parte con un botto bianconero all’ora di pranzo, ma è friulano. L’Udinese infatti sotterra quella Giovinco ha messo a segno il suo gol su rigoreche veniva ritenuta la più accreditata rivale dei ragazzi di Conte, l’Inter di Stramaccioni, con tre gol che sanciscono che questa Inter deve ancora farne di strada per raggiungere la squadra top del Campionato: la Juventus. La  Juventus quindi è attesa da una prova di grande vigoria e carattere che le permetta di allungare il passo su alcune concorrenti e mantenere invariato il vantaggio sulla Lazio vittoriosa ieri sera sul Cagliari.
INTENSITA’ – La Juventus imprime subito alla gara una discreta intensità di gioco, costringendo i blucerchiati sulla difensiva. E si rende subito pericolosa con Giovinco al 5’, ma la Formica Atomica viene anticipata da Romero, al 6’ e all’11’ ma il suo tiro è alto sopra la traversa. La Sampdoria si vede al 18’ con una bella azione corale del suo attacco, ma il tiro di Pioli viene bloccato da Buffon. Ancora Giovinco protagonista al 21’ ma questa volta Romero con grande prontezza di riflessi ci mette una mano e salva la sua rete. La gara però si accende.
NEL SEGNO DI BERARDI – E’ l’uomo della prima svolta del match. La Juventus spinge e pressa alta in attacco, Marchisio si incunea al centro dell’area e con un paio di finte di corpo sbilancia il suo marcatore, Berardi che dentro l’area intervenendo da  dietro lo atterra quasi sul dischetto del rigore . Penalty e ammonizione pesante per il blucerchiato. Dal dischetto si presente Giovinco che non sbaglia, anche se Romero intuisce la direzione, Juventus 1 – Sampdoria 0 al 23’. La reazione della Sampdoria non si fa attendere ma l’attacco blucerchiato è spuntato e quando riesce ad andare in rete come al 27’ l’arbitro non concede il gol per un precedente fallo su Buffon. I bianconeri si ributtano in avanti e Romero al 29’ deve intervenire su un mischione che si è acceso in area, parando sulla linea bianca pressato da due bianconeri. Al 31’ altro colpo di scena. Berardi commette un fallo a metà campo, l’arbitro l’ammonisce per la seconda volta e di conseguenza gli sventola anche il rosso. Sampdoria in inferiorità numerica, situazione che acuisce di conseguenza il divario tecnico-tattico tra le due squadre.
RECRIMINAZIONI – La Juventus recrimina anche su due episodi dubbi in area di rigore della Sampdoria, il primo al 35’ vede protagonista Matri, atterrato in modo più plateale ancora, rispetto al primo episodio sanzionato dall’arbitro, ma questa volta Valeri non se la sente di fischiare un nuovo rigore e fa battere una punizione a favore dei blucerchiati. Il secondo vede coinvolto Bonucci che viene cinturato in area ma la sua caduta è molto accentuata e l’arbitro fa proseguire. Si va al riposo con la Juventus quindi in vantaggio solo per 1-0,  ma dominatrice del campo.
ICARDI GOL – Delio Rossi sostituisce nell’intervallo Estiggaribia infortunatosi nel corso del primo tempo a una mano con De Silvestri e a 7’ succede quello che nessuno si sarebbe aspettato: la Sampdoria pareggia. Un contrasto a centrocampo viene risolto a favore dei blucerchiati, e si trasforma in un lancio che mette in moto Icardi e l’argentino, perso da Peluso,  giunto al limite dell’area indisturbato, trafitte un non impeccabile Buffon proteso invano in tuffo, infilandolo sul secondo palo. Conte gioca la carta Vucinic e Quagliarella per cercare di dare maggiore profondità e pericolosità alla manovra bianconera, ma i risultati sono scarsi. Anzi la Juventus accusa qualche sbandamento difensivo, ma la Sampdoria non è in grado di approfittarne. Eder con la sua velocità mette in crisi la retroguardia della Juventus e al 20’ con un coast to coast  giunge  al limite dell’area bianconera ma il suo tiro è facile preda di Buffon. Un minuto dopo Icardi non riesce a sfruttare un bel suggerimento di Eder. Le azioni della Juventus hanno però perso in brillantezza e le conclusioni sono tiri da lontano, Pogba al 22’ e poi Vucinic,  che non impensieriscono Romero.
Su una ripartenza della Sampdoria al 23’ Obiang lancia bene Icardi sulla destra e l’argentino, oggi in stato di grazia, beffa per la seconda volta Buffon piazzando la sfera sotto la traversa. Sampdoria in vantaggio per 2-1, ma mancano ancora ventidue minuti di gioco per rimediare.
SFORTUNA – La Juventus schiuma rabbia ma non è lucida, il solo Vucinic cerca con insistenza il gol e al 28’ raccoglie smarcatissimo  a centro area un bel pallone, ma il suo tiro si stampa sulla traversa e la palla rimbalza in campo senza oltrepassare la linea bianca. La sfida ora è senza esclusione di colpi, la Sampdoria sente avvicinarsi una vittoria importantissima per la sua classifica e la Juventus invece una sconfitta non messa in preventivo. Il folletto Eder viene sostituito, per mancanza di benzina, Vucinic non riesce al 32’ a deviare in rete in scivolata un assist di testa e la palla finisce a fil di palo. Si infortuna Marchisio al 90’ rimediando uno stiramento al polpaccio e deve essere portato fuori in barella. Gli ultimi 4’ di ricupero passano senza che la Sampdoria perda la bussola ed i blucerchiati costringono così alla prima sconfitta stagionale la Juventus. La cabala di Delio Rossi, che lo vuole vittorioso alla prima partita dell’anno, ha funzionato anche stavolta.

6 gennaio 2013
Fontefoto: unionesarda.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it