Al gol di Gonzalez risponde Vidal, ma Floccari spariglia nuovamente le carte.

LAZIO-JUVENTUS 2-1
LAZIO (3-5-1-1): Marchetti; Biava, Dias, Ciani; Konko, Gonzalez (21' st Cana), Ledesma, Hernanes (18' st Lulic), Radu; Mauri; Klose (25' st Floccari). A disp.: Bizzarri, Carrizo, Cavanda, Stankevicius, Zauri, Brocchi, Candreva, Kozak, Rozzi. All.: Petkovic.
JUVENTUS (3-5-2): Storari; Barzagli, Bonucci, Peluso; Isla, Vidal, Marrone (25' st Marchisio), Giaccherini (31' st Quagliarella), Padoin (23' st Pirlo); Giovinco, Vucinic. A disp.: Buffon, Rubinho, Lichtsteiner, Caceres, De Ceglie, Pogba, Matri. All.: Conte.
ARBITRO: Banti di livorno
MARCATORI: 8’ pt Gonzalez, 46’ st  Vidal, 48’ st Floccari
AMMONITI: Giaccherini, Isla, Konko, Vidal, Giovinco, Bonucci.

Antonello Vischeri

Dopo i veleni del campionato, la Juventus ritorna in campo per la partita di ritorno della semifinale della Coppa Italia, contro la Lazio. Quella Lazio che nellaFloccari segna il gol decisivo partita dell’andata a Torino aveva trovato il pareggio proprio sui titoli di coda della gara. Ai bianconeri serve dunque una vittoria o almeno un pareggio per 2-2 per accedere alla finale senza scocciature di tempi supplementari. La gara nel primo tempo ripropone in campo queste motivazioni, la Juventus cerca di imporre il suo gioco mirando al gol, mentre la Lazio cerca di contenerlo senza esporsi molto in attacco.
PROTESTE JUVE – Dopo i primi minuti nei quali le squadre si studiano per  trovare i giusti assetti in campo è la Juventus a prendere le redini del gioco e all’8’ salgono al cielo le proteste e le imprecazioni. Vucinic penetra in area, gli si fa incontro Marchetti in uscita bassa, il montenegrino si allunga la palla e mentre questa supera la linea di fondo avviene l’impatto tra le mani del portiere laziale ed i piedi dell’attaccante bianconero. Per l’arbitro non è rigore.
GARA INTENSA – La gara è intensa, in campo non si fanno complimenti, ma non si vedono vere occasioni da rete, all’11’ una punizione di Giovinco esce alta sul secondo palo, al 26’ Hernanes spara alto e al 30’ Klose viene colpito sul piede di appoggio in area da Isla. Anche in questo caso l’arbitro fa cenno di proseguire. E’ sul finire del tempo che la Juventus potrebbe passare in vantaggio, al 46’ tocco di Vidal a smarcare Vucinic che va al tiro ma Marchetti non si fa sorprendere e al  47’ altro di tiro di Giovinco ma Marchetti anche questa volta sventa la minaccia in due tempi. Si va al riposo con il risultato di parità, risultato che premia la Lazio, a cui un pareggio a reti inviolate va benissimo.
GONZALEZ – La Lazio rientra in campo con un piglio più offensivo e all’8’ passa in vantaggio, Ledesma pennella un traversone verso destra sul quale si tuffa a volo d’angelo Gonzale, dimenticato da Peluso, per il gol dell’1-0.  Al 14’ brutto scontro testa contro testa tra Marrone e Hernanes con il brasiliano che deve lasciare il campo in barella.
SOSTITUZIONI – Conte fa entrare in campo i pezzi da novanta, tenuti finora in panchina, dapprima Pirlo poi Marchisio ed infine Quagliarella, ma la partita non riesce a prendere la piega voluta dal tecnico bianconero. La Juventus colleziona solo tanti calci d’angolo, ma non riesce a creare veri pericoli per la porta difesa da Marchetti. La Lazio sembra controllare agevolmente le sfuriate bianconere non disdegnando azioni in contropiede in attesa del triplice fischio dell’arbitro.
SEI MINUTI SEI – La partita non finisce però al 90’. L’arbitro concede sei minuti di ricupero per compensare le sostituzioni ed il tempo perso per soccorrere Hernanes. In quei minuti succede di tutto e la Juventus passa dalla gioia alla disperazione nello spazio di una azione:  46’ cross in mezzo di Peluso, Biava prolunga di testa, Radu si dimentica di Vidal, ma Vidal non si dimentica di fare gol. 1-1 tutto da rifare e incubo supplementari.  Si riparte, 48’ Mauri batte un angolo dalla sinistra del fronte di attacco laziale, su tutti svetta la testa di Floccari e per Storari non c’è scampo. 2-1 Lazio qualificata. La Juventus non si dà per vinta e si ributta in avanti , 49’ tiro di Giovinco, miracolo di Marchetti, Marchisio ha la palla del match point ma la spara fuori. Ma non è finita, 51’ la Juventus conquista una punizione, va alla battuta Pirlo, Vidal di testa spedisce a lato. Questa volta è proprio finita, la Lazio passa in finale.

29 gennaio 2013

Fontefoto: avantilazio.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it