Sulle voci che lo danno su altre panchine il prossimo anno: “Sono già in un grande Club”

Antonello Vischeri

Il Milan che ieri sera ha battuto il Genoa per 2-0 si conferma al terzo posto ma con l’ambizione di scalare Antonio Conteancora di più i piani alti della classifica. Antonio Conte a udire questa ipotesi sorride: “L’ho sempre detto che il campionato è aperto e che sotto sotto sono diverse le squadre che sognano la “remuntada”. Il fatto che Allegri a differenza di quanto dichiarato das Galliani abbia ribadito che lo scudetto è solo al 995 in mano alla Juventus sta a dimostrare che lui ci crede. D’altronde c’è ancora lo scontro diretto da giocare e la speranza loro è legettima anche se la rimonta sarebbe straordinaria”. Il fatto che la Juventus sia impegnata, con risultati molto positivi, anche sul fronte Champions League non preoccupa l’allenatore bianconero in chiave campionato: “Io ho sempre sostenuto e l’ho detto anche lo scorso anno, che io avrei preferito giocare anche in Champions perché confrontarsi con grandi campioni, anche se ti toglie energie fisiche, ti dà stimoli importanti e vedere che possiamo giocarcela con tutti ti dà energie positive e fa aumentare nei giocatori, la consapevolezza nei propri mezzi. Noi è un anno e mezzo che abbiamo iniziato un percorso e cerchiamo di offrire un buon spettacolo di calcio. Le parole di elogio ricevute in questi giorni (Platini, ndr) ci fanno piacere e ci portano ad essere ancora più attenti e determinati”. Il Catania che domani affronterà la Juventus è un Catania in grande salute che sta conducendo un ottimo campionato: “Dovremo stare molto attenti perché sarà una partita difficile – questo il pensiero di Conte – ma d'altronde tutte le partite che ci aspettano da qui alla fine dovranno essere giocate come delle finali. Lasciare punti per strada adesso sarebbe deleterio, ma pensiamo partita per partita: domani il Catania poi il Bologna, poi la gara contro l’Inter, … poi la sosta per la Nazionale, che mi toglierà tanti giocatori dagli allenamenti settimanali ma questo è un fatto di cui andiamo orgogliosi perché vuol dire che stiamo lavorando bene”. Il buon lavoro fatto da Antonio Conte alla Juventus è sotto gli occhi di tutti ed è logico che con l’approssimarsi della fine del campionato le voci che danno il tecnico bianconero nella lista dei desideri di altre top club si infittiscano sempre di più: “Non c’è nessuna possibilità che lasci la Juventus in questo momento – dixit Conte – mi fanno piacere gli apprezzamenti  di grandi club stranieri, ma arrivano a me , ai giocatori, alla società, i complimenti di Platini infatti erano per la Juventus in generale. Io ho grande sintonia con il presidente Agnelli, con il direttore Marotta  e con tutta la società, c’è grande feeling e condivisioni degli obiettivi”. La formazione contro il Catania non è ancora nota ma per stessa ammissione di Conte “Domani ci sarà turnover”. L’impressione è che la coppia di attaccanti ritornerà ad essere formata da Giovinco e Vucinic, considerando anche le caratteristiche dell’avversario. Anelka dopo alcuni problemi alla schiena che l’hanno bloccato una decina di giorni rallentandone il processo di integrazione fisico-tattico è ormai ristabilito ed è pronto a dare il suo contributo da qui alla fine del campionato.
9 marzo 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it