La Juventus supera gli etnei sul filo di lana

JUVENTUS-CATANIA 1-0
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah (30' s.t. Giaccherini); Giovinco (21' st Matri), Vucinic (31' st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, De Ceglie, Peluso, Marrone, Padoin, Isla, Anelka. All.: Conte.
CATANIA (3-5-1-1): Andujar; Alvarez, Spolli (41' st Rolin), Bellusci; Izco, Biagianti (36' st Salifu), Lodi, Almiron, Marchese; Castro; Gomez (38' st Cani). A disp.: Frison, Terracciano, Potenza, Sciacca, Augustyn, Ricchiuti, Keko, Barrientos, Doukara. All.: Maran.
ARBITRO: Giannoccaro.
MARCATORE: 46’ st Giaccherini
AMMONITI: Gomez, Biagianti, Spolli, Giaccherini
ESPULSO: 36’ pt  Maran (allenatore Catania) per proteste

Antonello Vischeri

Non è stata una bella Juventus, ma tanto è bastata per avere ragione di un Catania che si è rivelato avversario temibile e mai domo. Conte agitatissimo e Giaccherini, eroe di giornataarrabbiato con i suoi per lunghi tratti della gara, azzecca la mossa vincente inserendo Giaccherini al posto di Asamoah e l’ex Cesena lo ripaga con il gol che  molto probabilmente ha chiuso la pratica scudetto. Già perché oggi il Napoli accreditato come l’inseguitore più temibile le ha buscate sonoramente dal Chievo Verona. Se non altro il tesoretto fin qui conquistato può essere amministrato con sagacia anche in chiava Champions. Il Catania si è difeso con le unghie e con i denti giocando molto chiuso in difesa e sperando nel colpaccio dei suoi attaccanti. La Juventus, forse stanca per le fatiche di Champions fatica a perforare la munita retroguardia catanese e risultata appannata in molti dei suoi uomini chiave, ma non in Pogba che è stato l’ispiratore anche del gol vittoria. L’occasione più limpida per passare in vantaggio capita a Vucinic al 35’, il montenegrino ruba palla a Bellusci, ma il palo gli nega la soddisfazione del gol. Ci prova Marchisio ma il suo tiro termina di poco a lato. Gli spazi intasati non consentono le manovre e la Juventus si affida ai tiri dalla distanza ma senza fortuna. Maran sul finire del primo tempo si fa cacciare dall’arbitro Giannoccaro. Il leit motive del secondo tempo non si discosta da quello del primo. Juventus sempre nella metà campo del Catania, con gli etnei pronti e bravi a chiudere ogni pertugio. Ci prova Pogba al 7’ ma il suo missile viene respinto da Andujar. Conte cambia la coppia di attaccanti e inserisce Giaccherini al posto di Asamoah. Marchisio fallisce di un niente il tap-in vincente sugli sviluppi di una punizione battuta da Pirlo. Anche Pogba prova la sberla da distante ma Andujar non si fa sorprendere. In pieno ricupero dopo che Giaccherini era stato ammonito per una caduta in area, la Juventus prova l’ultimo assalto. Pogba addomestica con eleganza un pallone sulla destra, lo rimette al centro dove Giaccherini si incunea e batte finalmente Andujar con un bel destro. E’ il gol vittoria, è il gol che proietta la Juventus  a +9 sul Napoli e a +11 sul Milan. Sarà anche il gol scudetto?  Ai posteri l’ardua sentenza.
10 marzo 2013

Fontefoto: paperblog.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it