Un super Pelizzoli tiene in vita il Pescara fino al 28’ della ripresa

JUVENTUS-PESCARA 2-1
JUVENTUS (3-5-2): Storari; Bonucci (36’ st Isla), Marrone, Peluso; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Giaccherini, Asamoah; Giovinco (32’ pt Quagliarella), Vucinic (34’ st Matri). A disp.: Buffon, Rubinho, De Ceglie, Padoin, Marchisio, Pirlo, Rugani. All.: Conte
PESCARA (4-3-2-1): Pelizzoli; Zanon, Kroldrup (25’ st Bianchi Arce), Capuano, Modesto; Togni, Rizzo; Sculli, Quintero (13’ st Bjarnason), Caprari (21’ st Cascione); Sforzini. A disp.: Perin, Vittiglio, Cosic, Blasi, Abbruscato, Caraglio, Di Francesco, Vukusic. All.: Nobili
ARBITRO: Petruzzo
MARCATORI: 28’ st Vucinic (rig.), 33’ st Vucinic, 38’ st Cascione
AMMONITI: Bonucci, Modesto, Bjarnason
ESPULSO: 28’ st Rizzo

Antonello Vischeri

Un super Pelizzoli sbarra la strada alla Juventus fino al 28’ della ripresa, mettendo a dura prova le coronarie di Antonio Conte. E’ un Pescara abbastanza Lo spogliarello di Vucinic dopo il golpovero di idee quello che si presenta allo JS ,ma  con un portiere che nel corso del primo tempo si erge a baluardo insuperabile per i cecchini bianconeri stasera ahimè con le polveri abbastanza bagnate. Non è la solita Juventus quella che si presenta nell’anticipo della     giornata di serie A, Conte rinuncia d alcuni big, preservandoli per la gara di mercoledì sera che deciderà il passaggio o meno alle semifinali di Champions League e manda in campo un centrocampo affidato a Pogba, Vidal e Giaccherini sostenuto ai lati da Lichtsteiner e Asamoah e ci si accorge subito che la musica è diversa mancando il direttore d’orchestra, Pirlo. In porta Storari rimpiazza Buffon mentre in difesa mancano Barzagli e Chiellini per squalifica. La Juventus come al solito si porta immediatamente in avanti e già al 16’ Pelizzoli deve compiere il primo miracolo su tiro di Giovinco. Il portiere pescarese si ripete al 23’ uscendo sui piedi di Vucinic e due minuti più tardi compie un super intervento su Vidal messo in condizione di tirare da Vucinic. Del Pescara non c’è traccia. Giovinco in un contrasto con Capuano si infortuna al ginocchio e per lui si allontana la possibilità di giocare il return match contro il Bayern. Altro intervento prodigioso di Pelizzoli  al 40’ su tiro di Quagliarella, subentrato a Giovinco, poi ancora il portiere del Pescara, stasera in serata di grazia, vola a mettere in angolo un tiro di Giaccherini al 43’, messo in azione da un cross di Asamoah. La ripresa vedo lo stesso copione con la Juventus a giocare stabilmente nella metà campo degli abruzzesi. Al 5’ grossa occasione per Vucinic che sballa completamete il tiro davanti a Pelizzoli che gli aveva respinto sui piedi un cross di Asamoah. Sempre Pelizzoli protagonista al 7’, numero di Pogba a centrocampo, tiro di Quagliarella e nuovo intervento salvifico del portiere. Visto che la Juventus non passa il Pescara prova a mettere il piede oltre la linea di centrocampo. La partita si sblocca al 28’, Pogba guadagna un fallo, sulla battuta Vidal è messo giù in area da Rizzo con un intervento da tergo. Rigore per la Juventus e cartellino rosso per Rizzo. Vucinic malgrado l’intuizione di Pelizzoli porta in vantaggio i bianconeri. L’esultanza è degna di menzione, il montenegrino in segno di gioia sventola i pantaloncini rimanendo in mutande. Due minuti dopo ancora Vucinic si vede annullare un gol per netto fuorigioco e al 33’ mette il sigillo alla partita. Veronica in area del Pescara, complice anche una scivolata del difensore e tiro che infila Pelizzoli senza scampo.  Perso per perso il Pescara inizia a giocare e al primo tiro in porta va a segno, è il 38’ e Cascione con un grandissimo tiro si prende la soddisfazione di segnare allo JS. Il secondo tiro in porta è di Sculli al 44’ ma questa volta Storari para. Ma la testa della Juventus è già a mercoledì prossimo, al Bayern.
6 aprile 2013

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

Doppio Vucinic e la Juve va

Un super Pelizzoli tiene in vita il Pescara fino al 28’ della ripresa

 

JUVENTUS-PESCARA 2-1

JUVENTUS (3-5-2): Storari; Bonucci (36’ st Isla), Marrone, Peluso; Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Giaccherini, Asamoah; Giovinco (32’ pt Quagliarella), Vucinic (34’ st Matri). A disp.: Buffon, Rubinho, De Ceglie, Padoin, Marchisio, Pirlo, Rugani. All.: Conte
PESCARA (4-3-2-1): Pelizzoli; Zanon, Kroldrup (25’ st Bianchi Arce), Capuano, Modesto; Togni, Rizzo; Sculli, Quintero (13’ st Bjarnason), Caprari (21’ st Cascione); Sforzini. A disp.: Perin, Vittiglio, Cosic, Blasi, Abbruscato, Caraglio, Di Francesco, Vukusic. All.: Nobili

ARBITRO: Petruzzo

MARCATORI: 28’ st Vucinic (rig.), 33’ st Vucinic, 38’ st Cascione

AMMONITI: Bonucci, Modesto, Bjarnason

ESPULSO: 28’ st Rizzo

 

Antonello Vischeri

 

Un super Pelizzoli sbarra la strada alla Juventus fino al 28’ della ripresa, mettendo a dura prova le coronarie di Antonio Conte. E’ un Pescara abbastanza povero di idee quello che si presenta allo JS ,ma  con un portiere che nel corso del primo tempo si erge a baluardo insuperabile per i cecchini bianconeri stasera ahimè con le polveri abbastanza bagnate. Non è la solita Juventus quella che si presenta nell’anticipo della     giornata di serie A, Conte rinuncia d alcuni big, preservandoli per la gara di mercoledì sera che deciderà il passaggio o meno alle semifinali di Champions League e manda in campo un centrocampo affidato a Pogba, Vidal e Giaccherini sostenuto ai lati da Lichtsteiner e Asamoah e ci si accorge subito che la musica è diversa mancando il direttore d’orchestra, Pirlo. In porta Storari rimpiazza Buffon mentre in difesa mancano Barzagli e Chiellini per squalifica. La Juventus come al solito si porta immediatamente in avanti e già al 16’ Pelizzoli deve compiere il primo miracolo su tiro di Giovinco. Il portiere pescarese si ripete al 23’ uscendo sui piedi di Vucinic e due minuti più tardi compie un super intervento su Vidal messo in condizione di tirare da Vucinic. Del Pescara non c’è traccia. Giovinco in un contrasto con Capuano si infortuna al ginocchio e per lui si allontana la possibilità di giocare il return match contro il Bayern. Altro intervento prodigioso di Pelizzoli  al 40’ su tiro di Quagliarella, subentrato a Giovinco, poi ancora il portiere del Pescara, stasera in serata di grazia, vola a mettere in angolo un tiro di Giaccherini al 43’, messo in azione da un cross di Asamoah. La ripresa vedo lo stesso copione con la Juventus a giocare stabilmente nella metà campo degli abruzzesi. Al 5’ grossa occasione per Vucinic che sballa completamete il tiro davanti a pelizzoli che gli aveva respinto sui piedi un cross di Asamoah. Sempre Pelizzoli protagonista al 7’, numero di Pogba a centrocampo, tiro di Quagliarella e nuovo intervento salvifico del portiere. Visto che la Juventus non passa il pescara prova a mettere il piede oltre la linea di centrocampo. La partita si sblocca al 28’, Pogba guadagna un fallo, sulla battuta Vucinic è messo giù in area da Rizzo con un intervento da tergo. Rigore per la Juventus e cartellino rosso per Rizzo. Vucinic malgrado l’intuizione di Pelizzoli porta in vantaggio i bianconeri. Due minuti dopo ancora Vucinic si vede annullare un gol per netto fuorigioco e al 33’ mette il sigillo alla partita. Veronica in area del Pescara, complice anche una scivolata del difensore e tiro che infila Pelizzoli senza scampo.  L’esultanza è degna di menzione, il montenegrino in segno di gioia sventola i pantaloncini rimanendo in mutande. Perso per perso il Pescara inizia a giocare e al primo tiro in porta va a segno, è il 38’ e Cascione con un grandissimo tiro si prende la soddisfazione di segnare allo JS. Il secondo tiro in porta è di Sculli al 44’ ma questa volta Storari para. Ma la testa della Juventus è già a mercoledì prossimo, al Bayern.

6 aprile 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it