“Il Bayern non ci ridimensionati, ma dimensionati: per certi traguardi c’è ancora tanto da lavorare”

Antonello Vischeri

Antonio Conte e la squadra hanno ormai smaltito la rabbia e la delusione per l’eliminazione dalla Champions League ad opera del Bayern Monaco e sono Antonio Contepronti a tuffarsi nuovamente nel Campionato: “La sconfitta con il Bayern non ci ha tolto nessuna sicurezza – assicura il tecnico bianconero – sapevamo che il nopstro obiettivo stagionale era la qualificazione alla Champions e cercare di rivincere lo scudetto, cosa che stiamo facendo. Le richieste della società sono sempre state quelle di entrare in Champions quello che si riesce a fare di più è merito del lavoro dei ragazzi e mio. Lazio e Milan, gli ultimi scogli da superare? Sicuramente due partite importanti, ma mancano sette partite e ognuna vale tre punti”. La Juventus si presenterà all’Olimpico di Roma con una difesa rimaneggiata causa assenza di Chiellini, ma anche la Lazio dovrà fare a meno di alcuni titolari: “Sono abituato a guardare a casa mia – ribatte Conte – e a noi mancano anche Giovinco, Pepe, Anelka e Bendtner”, comunque il tecnico bianconero manderà in campo la formazione più affidabile in base a quello che i giocatori hanno dimostrato negli allenamenti della settimana: “Questo è l’obbligo che ho – sottolinea Conte – devo schierare la formazione migliore in assoluto. Domani ci aspetta una gara difficile e importante. La Lazio e la Juventus sono le due squadre italiane che hanno fatto il maggior cammino nelle Coppe quindi si affronteranno due formazioni che hanno giocato di più quest’anno. Pogba? Ha avuto una crescita importante e non ci sono gerarchie, chi sta meglio gioca”. Proprio il fatto di aver giocato tanto quest’anno può aver influito sul rendimento di alcuni uomini chiave come Pirlo e Marchisio “Magari domani faccio giocare tutti i centrocampisti assieme e tolgo una punta … no, per me non sono stanchi. Per me ritornando alla partita contro tedeschi, il Bayern ci è stato superiore, ma da questo confronto non ne usciamo ridimensionati: il Bayern in questo periodo è una squadra devastante, ha 20 punti di distacco sul Borussia Dortmund che è l’altra finalista di Champions, prima di giocare contro di noi aveva vinto 9-2 contro l’Amburgo. Noi tutti dobbiamo essere intelligenti e capire che abbiamo ancora tanto da lavorare per competere per certi traguardi”. I rumors di mercato si fanno già sentire e alcuni giocatori come Vidal sono già al centro dell’attenzione di alcune squadre e altri come Llorente sono già sicuri di arrivare in bianconero: “Non voglio parlare di mercato – taglia corto Conte – non mi sembra carino e rispettoso nei confronti di questi ragazzi che quest’anno e l’anno scorso mi hanno dato il massimo. Noi cerchiamo di concentrarci  adesso sul presente, che significa finire nel migliore dei modi questa stagione senza farci distrarre da nulla. Ripeto noi stiamo facendo delle cose inimmaginabili un anno e mezzo fa e non si può far passare cose importanti come se fossero naturali, perché vincere non è mai facile. Chi vince scrive, fa la storia, agli altri rimangono le chiacchiere. Poi magari tutti sono contenti del campionato fatto, ma alla fine una sola squadra vince e quella può scrivere, mentre gli altri magari vanno a leggere …”.

14 aprile 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it