La Juventus vince 2-0 il posticipo contro i biancazzurri, doppietta del cileno. Scudetto sempre più vicino

LAZIO – JUVENTUS 0-2
LAZIO (4-5-1): Marchetti; Gonzalez, Ciani, Cana, Stankevicius; Candreva, Onazi, Ledesma (23’ st Crecco), Hernanes (1’ st Kozac), Mauri (1’ st Ederson); Klose. A disp.: Bizzarri, Strakosha, Serpieri, Antic, Cataldi, Saha, Floccari, Rozzi. All.: Petkovic
JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Lichtsteiner (22’ st Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Marchisio (43’ st Giaccherini); Vucinic (41’ st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Marrone, De Ceglie, Isla, Matri. All.: Conte
ARBITRO: Giannoccaro
MARCATORI: 8’ pt Vidal (rig), 28’ pt Vidal
AMMONITI: Cana, Vidal, Peluso, Ciani

Antonello Vischeri

E’ una Juventus che in campionato non conosce ostacoli anche nelle serate meno brillanti del solito come questa all’Olimpico di Roma, dove la catena di Vidal segna il primo gol su rigoresinistra Peluso – Asamoah non ha dato il meglio di sè. La Lazio viene battuta inesorabilmente per 2-0 grazie ad un Vucinic volitivo e ad una prova super di Vidal nel primo tempo, poi nella ripresa la Juventus subisce il ritorno della Lazio ma Buffon non corre quasi mai seri pericoli. Petkovic deve reinventarsi mezza Lazio causa infortuni e dissidenti mentre Conte schiera un po’ a sorpresa una Juventus lungo un 3-5-1-1 mettendo Marchisio dietro a Vucinic unica punta. L’avvio di gara è di marca laziale, al 3’ Hernanez va al tiro impegnando Buffon ma al primo affondo bianconero la Juventus va in vantaggio. Al 7’ Vucinic entra in area palla al piede e viene affrontato da tergo irregolarmente da Cana che lo stende. L’intervento sconsiderato del laziale, provoca il rigore ineccepibile: dal dischetto si presenta Vidal che batte con un tiro potente a mezz’altezza, spiazzandolo, Marchetti. Siamo all’8’ Juventus in vantaggio per 1-0 e partita virtualmente in discesa. La Juventus è sempre molto pericolosa, al 20’ Marchetti è chiamato ad una grande parata: punizione di Pirlo, Vucinic batte a rete ma i riflessi del portiere laziale sono ottimi. La Lazio si vede in avanti al 25’ ma Cana cicca clamorosamente a pochi metri da Buffon una palla invitante. La Lazio rischia grosso al 27’ ma Ciani interviene in tuffo anticipando Vidal che aveva sfruttato un asssist di Vucinic. E’ il preludio al gol che arriva un minuto dopo: inserimento centrale di Vidal che anticipa i difensori laziali e sfrutta una rifinitura di un ispirato Vucinic e batte per la seconda volta Marchetti. I bianconeri potrebbero arrotondare il loro score al 25’ ma il tiro di Marchisio sibila a fil di palo, anche in questo caso l’assistenza era stata di Vucinic. In chiusura di tempo, al 41’ la Lazio batte una punizione con Candreva, la barriera devia la traiettoria ma Buffon si salva in angolo. Squadre negli spogliatoi con i bianconeri padroni del campo ed in vantaggio di due reti. Nella ripresa scende in campo tutta un’altra Lazio, più motivata e determinata e ridisegnata da Petkovic con l’ingresso di Kozak e di Ederson al posto di Mauri e Hernanez. Klose impegna subito la retroguardia bianconera ma il suo colpo di testa è alto sopra la traversa, al 4’ Kozak lancia Klose che supera Barzagli, ma guadagna solo un corner, al 5’ Buffon salva la sua porta su un colpo di testa di Cani. La Juventus è un po’ in apnea ma regge e rimette in apprensione la Lazio all‘11’, Pogba conquista una punizione in posizione centrale, tira Pirlo, Marchetti si oppone alla meglio, riprende Marchisio che da due metri incredibilmente sbaglia il tap in vincente. Altra occasione mancata al 15’ da Kozak da due passi non raccogliendo il cross teso di Ederson. Klose si danna ma non raccoglie un granché, al 19’ si porta sul fondo e rimette la palla indietro per Ederson ma ne scaturisce solo un corner. La Juventus affida le ripartenze a Pogba che al 20’ anziché tirare preferisce appoggiare a Marchisio, palla fuori, poi addormenta la gara e non corre più rischi. La Lazio ha un sussulto nei minuti di recupero, al 47’ Kozak anticipa Peluso ma non trova lo specchio della porta, imitato un minuto dopo la Klose. Finisce 2-0 in favore della Juventus e la certezza matematica del secondo  scudetto consecutivo si avvicina sempre di più (+11 sul Napoli).
15 aprile 2013

Fontefoto: sportlive.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it