Vidal  firma il successo dei bianconeri sul Milan: lo scudetto è ormai vicinissimo

JUVENTUS-MILAN 1-0
JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (36’ st Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah (47’ st Peluso); Marchisio; Vucinic (45’ st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Marrone, De Ceglie, Isla, Giaccherini, Matri, Bendtner. All.: Conte
MILAN (4-3-3): Abbiati (14’ pt Amelia); Abate, Zapata, Mexes, Constant; Montolivo, Ambrosini (1’ st Muntari), Boateng; Robinho (26’ st Bojan), Pazzini, El Shaarawy. A disp.: Narduzzo, De Sciglio, Yepes, Antonini, Bonera, Zaccardo, Traoré, Nocerino, Niang. All.: Allegri
ARBITRO: Banti di Livorno
MARCATORE: 12’ st Vidal (rig)
AMMONTI: Amelia, Zapata, Mexes

Antonello Vischeri

Una Juventus non bellissima, ma concreta supera allo JS un Milan che ora vede pericolosamente messa in discussione la sua terza posizione in classificaVidal, gol su rigore da una arrembante Fiorentina che nel pomeriggio aveva avuto la meglio sul Torino. Ancora una volta, in una serata storta di alcuni suoi primi attori, la Juventus ringrazia la freddezza di Vidal abile a trasformare il calcio di rigore procurato da Amelia su Asamoah. Conte schiera nuovamente tutti i suoi centrocampisti lasciando il solo Vucinic in avanti a fare a sportellate con i difensori rossoneri, ma il montenegrino non è in serata di grazia. Il primo tempo vede poche iniziative da ambo le parti, gran giro palla ma poche occasioni da gol. L’unica conclusione juventina nasce da un tiro di Pirlo deviato, ma Abbiati è bravo a non farsi cogliere in contropiede. Dopo un quarto d’ora il portiere rossonero si infortuna e deve lasciare il posto ad Amelia. Il primo tempo si chiude con un salomonico 0-0. Nella ripresa la svolta della gara si ha al 12’ quando Amelia stende in area Asamoah. Dal dischetto con un piattone potente Vidal non perdona. Il gol da nuova linfa alla Juventus, Vucinic si rende più pericoloso, ma il Milan alza il suo baricentro alla ricerca del pareggio. Al 29’ Boateng effettua un cross pericoloso, intercettato da Barzagli, ma la pressione milanista è sterile e non produce grossi pericoli per la porta di Buffon. Conte avvicenda alcuni dei suoi ed i bianconeri portano in porto questa preziosa vittoria che li avvicina sempre più alla conquista del secondo scudetto.
21 aprile 2013

fontefoto: leggo.it


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it