Fatali al Torino gli ultimi cinque minuti della gara: rigore su Jonathas non dato, gol di Vidal, espulsione di Glick, gol di Marchisio

TORINO – JUVENTUS 0-2
TORINO (4-2-4): Gillet; D’Ambrosio (30’ st Di Cesare), Glik, Ogbonna, Masiello; Basha, Gazzi; Cerci, Meggiorini (22’ st Jonathas), Bianchi, Santana (38’ Birsa) A disp.: Coppola, Rodriguez, Caceres, Bakic, Brighi,  Menga. All.: Ventura
JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (30’ stCaceres), Vidal, Pogba, Asamoah (46’ st Peluso); Marchisio; Vucinic (30’ st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, Marrone,De Ceglie, Padoin, Giaccherini, Giovinco,  Matri, Bendtner. All.: Conte
ARBITRO: Bergonzi di Genova
MARCATORI: 41’ st Vidal, 47’ st Marchisio
AMMONITI: Meggiorini, Lichtsteiner, Glick
ESPULSI:  45’ st Glik

Franco Brunetti

Olimpico esaurito (quasi) per questo “Derby della Mole” svuotato un po’ di tensioni alla vigilia – in casa Juventus - dalla vittoria del Napoli a Pescara di ieri sera, ma derby ricco di coreografie sugli spalti - la Maratona all’inizio del primo tempo ha innalzato un enorme cuore e all’inizio del secondo una maglia con la scritta ‘12 La Maratona’ -   con il solito condimento di tafferugli e botte pre gara e  con un tentativo da parte dei tifosi bianconeri stipati nello spicchio della Curva Primavera di venire a contatto con la rimanente parte di curva torinista, tentativo sventato dagli steward e poi successivamente dall’ingresso della polizia nel settore, con un rigore solare su Jonathas non visto dall’arbitro perché pioveva, con due gol dei bianconeri nel finale di partita, con una espulsione di un granata,  Glik per un fallo davvero stupido a fine partita. Quello che è mancato è stato lo spettacolo in campo, quasi che ad ambedue le squadre un pareggio andasse più che bene. La pioggia poi ha dato una mano al mantenimento dell’ordine pubblico, facendo arretrare i capi della curva bianconera dalla balconata dove si erano installati impedendo di fatto che la gara potesse avere inizio regolarmente.  Le squadre si presentano in campo secondo i moduli e le formazioni previste, Ventura con il 4-2-4 e la coppia Bianchi – Meggiorini per dare più peso specifico in attacco e Conte con il 3-5-1-1 con Marchisio a supporto di Vucinic. Dopo i primi minuti di studio, con le squadre che non affondano i colpi è il Torino ad aprire le ostilità. All’8’ Cerci batte una punizione dalla sinistra che non viene raccolta né da Bianchi né da Meggiorini. La gara comunque rimane bloccata anche se la Juventus poco a poco conquista campo mentre il Toro si affida a fiammate improvvise che vedono sempre Santana in prima linea e molto attivo. Un Vucinic non molto in palla oggi, non sfrutta un taglio di Pogba a centro area al 12’, il suo tiro ad incrociare si perde lontano dai pali. In questo periodo è più Juventus che Torino, al 14’ Vidal colpisce di testa una palla tesa di Lichtsteiner, al 17’ è Marchisio a tentare la botta vincente ma Gillet ci mette i pugni e respinge. Il pericolo più grosso la difesa granata lo corre un minuto dopo, prima Gillet salva su tiro di Vucinic, la palla rimane lì e Glick respinge col corpo un tiro di Pogba: la porta era spalancata. Sempre Glick si immola su un tiro improvviso di Lichtsteiner al 29’. Il Torino produce solo fiammate, affidandosi prevalentemente a Santana, oggi sicuramente il migliore in campo dei granata, al lavoro oscuro di Meggiorini e alle sponde di Bianchi. Al 36’ Masiello va in tilt e colleziona errori su errori, nel tentativo di controllare palla per un comodo rinvio e Marchisio va in gol ma il guardalinee giustamente aveva  sbandierato il fuorigioco e l’arbitro annulla. Ventura inviperito ne approfitta per spingersi ben oltre la sua area tecnica e fare un solenne cazziatone al terzino sinistro granata. Un bel tiro di Santana al 43’, ottimamente servito da Meggiorini, costringe Buffon ad un bell’intervento di pugno per salvare la sua rete. La ripresa inizia sempre sotto la pioggia ed i giocatori in campo incominciano ad accusare la fatica ed il ritmo inevitabilmente si abbassa. Sembra quasi che il pareggio accontenti entrambe le squadre perché la seconda frazione di gara non offre particolari emozioni fino al 35’ quando Cerci inventa un taglio perfetto per Bianchi che giunge con un attimo di ritardo, mancando la deviazione. Di qui in avanti la gara torna ad essere avvincente. Al 36’ Jonathan conquista palla e caracolla verso l’area juventina, la appoggia su Cerci che la rimette al centro con un cross perfetto rasoterra , Jonathan è lì a due passi dalla linea di porta e cicca la sfera cadendo poi a terra. Come l’arbitro, ma soprattutto quello di linea non abbiano  potuto vedere la maglia del brasiliano allungarsi e quasi sfilarsi per la trattenuta di Bonucci resta un mistero. Da questo episodio la Juventus riprende coraggio e ritorna in avanti, Masiello al 40’ fa finalmente una cosa giusta e in recupero si immola su un tiro di Pogba, ma un minuto dopo la Juventus passa: 41’ palla a Vidal che dai 35 metri indisturbato indovina un tiro a mezz’altezza che beffa Gillet toccando terra davanti a lui e infilandosi a fil di palo. Al 45’ Glick si fa cacciare stupidamente per un secondo giallo rimediato a centrocampo per un fallo su Quagliarella e al 47’ la Juventus raddoppia: punizione di Pirlo, testa di Quagliarella da posizione piuttosto defilata  verso il centro area dove Marchisio indisturbato,  non ha difficoltà a battere Gillet. Il Torino ha ancora una reazione d’orgoglio al 48’: punizione del neo entrato Birsa, ma Buffon ci mette i pugni e respinge. Il derby della Mole è ancora una volta bianconero. Il Torino cui  sono stati fatali, come già successo nelle ultime gare, i minuti finali della partita, può recriminare però sul rigore non concesso per la trattenuta su Jonathas. La Juventus, non stratosferica in verità oggi, si avvicina con questa vittoria, sempre di più alla conquista del secondo scudetto dell’era Conte.
28 aprile 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it