La capolista batte 1-0 il Palermo con la realizzazione dal dischetto, dubbio fallo di Donati su Vucinic, del cileno nella ripresa. Palo di Miccoli sullo 0-0, espulso nel finale Pogba per sputo ad Aronica

Antonello Vischeri

JUVENTUS – PALERMO 1-0

JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (11’ st Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah (21’ st Peluso); Marchisio; Vucinic (34’ st Quagliarella). A disp.: Storari, Caceres, De Ceglie, Marrone, Giaccherini, Giovinco, Matri, Isla, Bendtner. All. Conte.
PALERMO (3-5-1-1): Sorrentino; Von Bergen, Donati, Aronica; Nelson, Barreto, Rios (34’ st Faurlin), Kurtic, Garcia; Miccoli (19’ st Hernandez), Ilicic (25’ st Dybala) . A disp.: Benussi, Munoz, Viola, Dossena, Anselmo, Fabbrini, Boselli, Brichetto, Formica. All. Sannino.
ARBITRO: Romeo.
MARCATORE: 14’ st Vidal rig..
AMMONITI: Barzagli, Donati, Vidal.
ESPULSO: 38’ st Pogba

Capitolo chiuso, in attesa di capire se ad essere chiuso sarà un libro che pare però difficile da chiudere già questo giugno. La Juventus conquista contro il Palermo il suo ventinovesimo scudetto con una vittoria giunta nel secondo tempo grazie ad u rigore trasformato dal miglior giocatore della stagione: il cileno Arturo Vidal. E’ lui l’emblema della vittoria della Juventus in campionato: quindici reti realizzate e tanta sostanza unità a qualità a ceMirko Vucinic abbraccia Arturo Vidal (gazzetta.it)ntrocampo. Una spirito di sacrificio che ha fatto innamorare Antonio Conte di lui: “Lo porterei in guerra con me” – aveva commentato solo ieri il tecnico bianconero.
A rovinare un minimo la festa ci ha pensato Paul Pogba, espulso per uno spunto in faccia ad Aronica, l’infortunio con sospetto stiramento per Asamoah e le polemiche nate per la concessione del calcio di rigore con il contatto tra Donati e Vucinic ai più sembrato veniale.
SONNO – Il primo tempo è di quelli soporiferi con le due squadre schierato lungo un 3-5-1-1 che non favorisce lo spettacolo, regalato però dalla Juventus con la coreografia organizzata per i suoi tifosi che sventolano in tutto lo stadio bandierine tricolori all’inizio della gara. Di occasioni da rete non se ne contano, il Palermo di Sannino chiude bene gli spazi attento a non scoprirsi e cercando solo in contropiede qualche sortita offensiva. Sorrentino corre un solo vero pericolo su conclusione di Vucinic che però colpisce in pieno l’estremo ex granata in uscita disperata.
BRIVIDO MICCOLI – Nella ripresa le cose cambiano: è il 6’ quando Miccoli suona la sveglia all’interno dello stadio con un diagonale che viene respinto dal palo alla sinistra di Buffon, ormai battuto. L’ex bianconero viene subissato di fischi, ma dimostra di avere ancora lampi di autentica classe. Il legno rosanero mette quasi timore alla Juventus che nonostante la netta supremazia in campo non riesce a capitalizzare il possesso palla. Conte richiama Lichtsteiner inserendo al suo posto Padoin e due minuti dopo la Juventus passa. Donati contrasta Vucinic in area con la spalla e il montenegrino cade. Per l’arbitro ci sono gli estremi per l’assegnazione del rigore con Vidal freddo  nel trasformare dal dischetto realizzando il suo 15° gol stagione. Miglior marcatore della stagione juventina. Al 17’ ancora Juventus vicina al gol con Chiellini, ma il suo colpo di testa non inquadra la porta. 21’: Pogna lancia splendidamente Vucinic, ma il destro dell’ex romanista trova la pronta opposizione di Sorrentino. Hernandez e Dybala, subentrati rispettivamente a Miccoli e Ilicic, impegnano la retroguardia bianconera andando vicini al pareggio, poi Quagliarella colpisce la traversa al 36’, poco prima che Pogba spunti in faccia ad Aronica e venga espulso dall’arbitro uscendo quasi in lacrime. Finisce dopo sei minuti di recupero e la festa può avere inizio, mentre il Palermo si vede superato in classifica dal Genoa, retrocedendo al momento al terzultimo posto che significa serie B.

5 maggio 2013


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it