Finisce 2-1 per i bianconeri contro il Chievo Verona. Al gol iniziale di Thereau replica il solito Quagliarella, poi l’arbitro annulla un gol regolare a Paloschi ed i clivensi fanno karakiri con l’autogol di Bernardini

Antonello Vischeri

La Juventus passa a Verona, sponda Chievo al termine di una gara a due facce in cui deve ringraziare il guardalinee Preti reo di aver annullato il gol di altPaloschi che avrebbe riportato in vantaggio i clivensi e magari ora saremmo qui a scrivere un’altra storia. E’ ormai diventata un’abitudini in casa Juventus andare in svantaggio, è la quarta volta consecutiva ed il primo tempo dei bianconeri non è stato certamente dei migliori. Come annunciato Conte rilancia dal primo minuto dopo l’infortunio, Marchisio ed in attacco schiera Llorente e Quagliarella facendo rifiatare Tevez. Peluso rileva Vidal, fuori anche Lichtsteiner, Bonucci, Asamoah e Vucinic: se non si tratta di una Juventus B poco ci manca, malgrado questo il tecnico dei veronesi Sannino si copre adottando il 3-5-2. La Juventus fatica a proporsi in avanti, al 16’ Llorente tenta il tiro, poco dopo ci prova Pogba di testa ma gli spazi sono intasati e la difesa del Chievo regge. A passare in vantaggio, un po’ a sorpresa è il Chievo, Sardo sfrutta un malaccorto rinvio di Buffon serve Thereau che insacca. La Juventus non riesce ad accelerare il ritmo delle sue azioni e finisce per essere costantemente imbrigliata dagli uomini di Sannino. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio per 1-0.  Nello spogliatoio Conte deve essersi fatto sentire perché la Juventus quando torna in campo è diversa nella determinazione e nella grinta. Come al solito ci pensa Quagliarella a togliere le castagne dal fuoco, al 2’ va a segno: Pogba crossa, Quagliarella di testa indirizza a rete ma Puggioni si oppone, sulla palla c’è di nuovo Quagliarella per il tap-in vincente, ma la traversa dice di no, ma ancora con un tocco lo scugnizzo di Castellamare mette la palla in rete. Al 4’ l’episodio contestato dai giocatori del Chievo: il tutto nasce da una papera di Buffon su un tiro di Bentivoglio, la palla giunge a Paloschi che insacca , ma il gol viene annullato per un dubbio fuorigioco, rivelatosi poi alla luce delle immagini televisive inesistente. All’11’ si fa vivo Marchisio , ma Puggioni con un buon intervento mette in angolo. La Juventus va alla ricerca del gol della tranquillità, che arriva al 20’ sottoforma di un clamoroso autogol: Pogba crossa un bel pallone dalla destra, Bernardini interviene male e mette il pallone alle spalle di Puggioni. La Juventus cerca di rallentare il gioco, facendo possesso palla, il Chievo sembra non avere ancora molte energie da spendere e quindi la partita termina 2-1 in favore dei bianconeri, partita che darà sicuramente spazio ora alle polemiche.

CHIEVO-JUVENTUS 1-2
CHIEVO (3-5-2): Puggioni; Sardo, Bernardini, Claiton, Cesar, Dramé; Bentivoglio, Rigoni, Estigarribia (21’ st Radoanovic); Théréau (42’ st Pellissier), Paloschi
(24’ st Ardemagni).  A disp.: Silvestri, Squizzi, Papp, Pamic, Frey, Improta, Calello, Sestu,  Acosty.  All.: Sannino.
JUVENTUS (3-5-2):Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Isla (19’ st Lichtsteiner), Pogba, Pirlo, Marchisio, Peluso; Quagliarella (30’ st Tevez), Llorente (42’ st Vidal).  A disp.: Storari, Vannucchi, Bonucci, Motta, De Ceglie, Asamoah, Padoin, Giovinco, Vucinic.  All.: Conte
ARBITRO: De Marco
MARCATORI: 28’ pt Théréau, 2’ st Quagliarella, 20’ st Bernardini (aut.)
AMMONITI: Dramé, Sardo, Bentivoglio

25 settembre 2013

Fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it