I bianconeri disputano una delle loro migliori partite inchiodando i liguri nella loro metà campo nella prima frazione di gara. Gol di Vidal su rigore al 23’ e di Tevez al 36’ del primo tempo, ma i bianconeri creano nell’arco della partita molte  occasioni da gol

Antonelli Vischeri

Antonio Conte voleva delle risposte dalla gara contro il Genoa di Gasperini e le ha avute. In primis dalla squadra che ha disputato una partita sontuosa, ricca Arturo Vidal, uno dei migliori in campodi impegno e di fame così proprio come aveva chiesto il tecnico (forse la miglior prestazione stagionale), cancellando in un sol colpo le amnesie di Firenze e la malasorte di Madrid che costarono due sconfitte e poi dal pubblico che ha sostenuto a gran voce la squadra per tutto l’arco dei novanta minuti, altro che essere a teatro. Peccato per i cori discriminatori che potrebbero costare caro alla società. E’ mancata la ciliegina sulla torta, ovvero qualche passo falso delle avversarie che precedono la Juventus in classifica, invece il Napoli si è sbarazzato facilmente di un Torino inconsistente, mentre la Roma ha firmato l’ennesima impresa andando a vincere a Udine pur essendo in inferiorità numerica.  La partita ha avuto uno svolgimento degno di tal nome solo nel primo tempo, dove la Juventus ha messo sotto un Genoa troppo debole  per poterla impensierire, siglando due gol, mancandone altri, ottimi alcuni interventi del portiere genoano Perin e facendo splendere le sue stelle: Tevez innanzitutto, Pogba, Vidal, ma anche Llorente alla sua terza partita consecutiva. L’avvio è molto veloce, la Juventus pressa a tutto campo  e Llorente si mette subito in mostra al 2’ ma Pogba non sfrutta l’ottima palla servitagli dal compagno. Lo spagnolo si ripete all’11’, assist straordinario per Pogba, ma il giovane francese  a tu per tu con Perin non riesce ancora una volta a sfruttare l’occasione d’oro. L’assalto Juve è tambureggiante, Perin al 13’respinge malamente un tiro di Isla deviato da un difensore e compie un prodigio sulla ribattuta di Llorente da due passi. Al 19’ Vidal colpisce la parte superiore della traversa  e sul proseguimento dell’azione la palla si spegne sul fondo. Il Genoa è sotto pressione e la Juventus colleziona calci d’angolo, su uno di questi al 20’ Chiellini di testa manda di poco alto sopra la traversa. Giocando così il gol non può che arrivare e si materializza al 23’: Biondini atterra Asamoah sulla linea dell’area di rigore, per l’arbitro il fallo è avvenuto dentro l’area e Vidal dagli undici metri non sbaglia.  Al 26’ è Pirlo a mangiarsi un gol già fatto: il metronomo bianconero servito a centro area da Vidal, effettua un paio di dribbling e lascia partire un tiro secco sul quale si oppone Perin con bravura mandando la palla in angolo. La Juventus comunque insiste, al 30’ è Pogba a lambire il palo con un tiro dalla distanza dopo aver portato via palla a Biondini. Il raddoppio arriva comunque al 36’ ed è una firma d’autore: Tevez anticipa Kucka, lascia sul posto con un dribbling Vrsaljko e con un rasoterra di sinistro insacca. Nella ripresa la partita si snoda con lo stesso canovaccio Juventus in avanti padrona del campo anche se con un ritmo più tranquillo e Genoa che non ce la fa ad impensierire Buffon. Al 7’ Perin compie un doppio miracolo respingendo il primo tiro di tevez ed il successivo di Llorente. Tevez molto ispirato oggi si fa largo al 20’ ma Perin dice di no. Al 27’ bella combinazione tevez – Llorente con tiro di quest’ultimo leggermente  alto, al 38’ nuovo ottimo intervento di Perin che anticipa Tevez uscendogli sui piedi. Buffon accompagna con lo sguardo al 47’ un colpo di testa di Feftazidis, su cross di Vrsaljko, che però non trova la porta. Cala il sipario.

JUVENTUS-GENOA 2-0
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (dal 42’ s.t. Padoin), Pirlo, Pogba, Asamoah (27’ st De Ceglie); Tevez, Llorente (30’ st Giovinco). A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, Peluso, Motta, Marchisio. All. Conte
GENOA (5-3-1-1): Perin; Vrsaljko, Antonini, Portanova, Manfredini, Marchese; Kucka, Bertolacci (34’ st Centurion), Biondini; Antonelli (1’ s. Fetfatzidis); Gilardino (1’ st Konate). A disp.: Donnarumma, Bizzarri, De Maio, Gamberini, Cofie, Sampirisi, Sturaro, Lodi, Stoian. All. Gasperini
ARBITRO: Doveri
MARCATORI: 23’ pt Vidal (rig.), 36’ pt Tevez
AMMONITI: Tevez, Fetfatzidis

27 ottobre 2013

Fontefoto: ilsussidiario.net


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it