Vittoria della Juventus sul Catania per 1-0. Di Tevez il gol che al 14’ della ripresa decide l’incontro

Antonello Vischeri

Parlare di record che domenicalmente  vengono superati, è inutile, questa Juventus sembra propria che non la possa fermare nessuno. Nemmeno il Il gol di Carlitos Tevez“Massimino” di Catania si è rivelato terreno ostile per la Vecchia Signora. E dire che il clima come al solito è stato rovente. Ci ha pensato l’Apache Tevez a regalare a Conte relegato in tribuna assieme a Maran per una decisione dell’arbitro Damato ai più parsa incomprensibile, la vittoria. Di nuovo 1-0, di nuovo uno dei top player juventino a risolvere la tenzone. La Juventus potrebbe già risolvere la sfida al 2’ ma il gol di Vidal su calcio d’angolo viene annullato per un fallo di Bonucci su Bellusci. Il Catania non si limita a difendersi e cerca a sua volta di pungere anche per non prestare troppo il fianco al superiore palleggio e spinta dei bianconeri ed infatti al 18’ Caceres respinge con il corpo una conclusione violenta di Monzon. Damato fa fatica a tenere in pugno la partita, gli scontri si susseguono, prima Chiellini su Barrientos, poi Bergessio su Bellini. Ma il meglio di sé lo propone quando, dopo al 25’ una gomitata killer di Bergessio su Bonucci, allontana sia Conte che Maran, che stupiti si salutano con una stretta di mano e lasciano il campo . Pirlo accende la luce al 34’ mettendo Osvaldo davanti ad Andujar, ma il bomber cerca la finezza di tacco e l’azione sfuma. Anche in inizio ripresa Osvaldo manca clamorosamente la palla su assist di Lichtsteiner. Come sempre le partite della Juventus contro il Catania sono battaglie e ci vuole un Apache per l’assalto decisivo al fortino. Succede al 14’, assist di testa di Osvaldo per Tevez, che palla al piede avanza e con un diagonale perfetto fa fuori Andujar. Il Catania non avendo a questo punto più nulla da perdere butta nella mischia anche Leto, Catania a trazione anteriore quindi. I piani di Maran si complicano però al 22’, allorché Bergessio con una gomitata abbatte Chiellini, espulsione e  Catania in dieci. Il Catania non riesce più a far male, anzi è la Juventus con Tevez che al 40’ potrebbe aumentare il bottino, ma il tiro dell’argentino finisce fuori. Un gol basta e avanza per proseguire la corsa verso lo scudetto.
CATANIA – JUVENTUS 0-1
CATANIA (3-5-2): Andujar; Bellusci (20’ st Leto), Gyomber, Rolin; Izco, Plasil, Lodi, Rinaudo, Monzon; Bergessio,  Barrientos (38’ st Keko).  A disp.: Ficara, Legrottaglie, Alvarez, Biraghi, Capuano, Peruzzi, Fedato, Boateng, Petkovic.  All. Maran.
JUVENTUS (3-5-2): Storari, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Padoin, Isla (20’ st Asamoah), Tevez (41’ st Giovinco), Osvaldo (17’ st Llorente). A disp.: Buffon, Rubinho, Romagna, Gerbaudo, Quagliarella. All. Conte.
ARBITRO:  Damato
MARCATORE: 14’ st Tevez
AMMONITI: Gyomber, Bergessio, Osvaldo,
ESPULSI: 25’ pt Conte (allenatore Juventus), 25’ pt Maran (allenatore Catania), 22’ st Bergessio
23 marzo 2014


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it