Non è sufficiente ai francesi la rete di Briand, la Juventus passa così in semifinale di Europa League

Antonello Vischeri

La Juventus forte del successo in trasferta a Lione per 1-0, si presenta allo JS per la partita di ritorno con la qualificazione alle semifinali praticamente in tasca. La magia con cui Andrea pirlo ha aperto le marcatureConte non ricorre al turnover, per usare una sua espressione,  ma fa comunque rifiatare Llorente, Pogba e Lichtsteiner. A fianco di Tevez, alla ricerca di una marcatura in Coppa, ecco infatti Vucinic titolare dal primo minuto con Isla sull’esterno ed un opaco Vidal a centrocampo. Ci vuole però un colpo di fortuna per permettere alla Juventus di giocare in scioltezza l’ultima mezz’ora, la deviazione dell’anca di Umtiti su tiro di Marchisio dalla distanza è spiazzante per il portiere Lopes. Partono fortissimo i bianconeri e sono pericolosi fin dal primo minuto, una combinazione Vucinic – Isla è spezzata dalla difesa del Lione, ma è Tevez a dimostrarsi in gran serata, al 3’ un suo missile da fuori, pur braccato da quattro avversari, finisce di poco alto. Il gol è solo rimandato, l’argentino conquista un minuto dopo, una punizione al limite e Pirlo con un tocco delizioso fa secco il portiere dei francesi che manco si muove. Il Lione patisce, la Juve dopo questa partenza sprint, può permettersi di controllare la partita. Poco alla volta il Lione però cresce, al 13’ Bonucci tocca in area con la mano, ma l’arbitro spagnolo Mallenco, non molto convincente la sua direzione,  lascia proseguire. Sul rovesciamento di fronte Tevez cade in area e anche qui il contatto è sospetto, ma l’arbitro lascia correre. Sugli sviluppi di un corner da destra, il Lione pareggia al 18’, Briand prende il tempo a Marchisio che sta a guardare e di testa supera Buffon. Il pareggio ringalluzzisce i francesi mentre le idee nei bianconeri si annebbiano ed i restanti minuti della prima frazione di gara vedono il Lione avanzare il baricentro e mettere sempre più pressione alla Juventus. Nella ripresa dopo un gol non convalidato a Tevez al 16’ per posizione di offside dell’Apache, arriva il gol di Marchisio al 23’, sul suo destro da fuori area, è decisiva la deviazione con l’anca di Umtiti, Lopes da una parte e pallone dall’altra. La partita ora per i francesi diventa proibitiva; gli allenatori fanno ricorso alle panchine per dare nuova freschezza alle azioni, ma il risultato non cambia più. Juventus passa quindi alle semifinali di Europa League, domani si conoscerà l’avversario.
JUVENTUS-OLYMPIQUE LYONNAIS 2-1
JUVENTUS (3-5-2):  Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal (31' st Pogba), Marchisio, Pogba, Asamoah; Tevez (32' st Giovinco), Vucinic (14' st Llorente).  A disp.: Storari, Ogbonna, Lichtsteiner, Osvaldo.  All.: Conte
OLYPIQUE LIONNAIS (4-3-1-2):  Lopes; Tolisso, Umtiti, Koné, Bedimo; Ferri, Gonalon, Mvuemba; Malbranque (31' st Danic); Briand (26' st Njié), Lacazette (25' st Gomis).  A disp.: Vercoutre, Zeffane, Biševac, Danic, Fekir  All.: Garde
ARBITRO: Mallenco (ESP)
MARCATORI: 4’ pt Pirlo, 18’ pt Briand, 23’ st Marchisio
AMMONITI: Bonucci,Umtiti, Gonalons
10 aprile 2014


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it