Finisce 3 – 1, con i bianconeri che rimontano il gol iniziale di Zaza. La riscossa arriva da Tevez, a segno anche Marchisio e Llorente

Antonello Vischeri

La Juventus incurante delle polemiche della vigilia sull’asse Torino – Roma, incurante della pioggia battente, incurante dell’avvio al fulmicotone della squadra di Di altFrancesco, schianta a gioco lungo la resistenza del Sassuolo e riporta, nel posticipo della 35° giornata, a quota +8 i punti di vantaggio sulla squadra di Garcia.  Ora lo scudetto è veramente ad un passo, ma la squadra di Conte soffre la partenza a razzo dei neroverdi che già al 2’ vanno al tiro con Sansone. Il trio d’attacco di Di Francesco è indemoniato, Sansone, Zaza e Floro Flores swmbrano anguille su quel campo fradicio di pioggia e Zaza al 9’ piazza il suo acuto: Sansone conquista palla a centrocampo e va in profondità, assist a Zaza che si allarga e batte a rete, la palla leggermente sfiorata da Ogbonna, in leggero ritardo, spiazza Buffon e si infila tra palo e portiere. Sassuolo in vantaggio. La squadra di patron Squinzi insiste nel suo ritmo infernale e Sansone  al 15’ ubriaca la difesa bianconera ma il suo tiro termina a lato. Twevez cerca di suonare la riscossa ma il suo tiro al 22’ finisce a lato. E’ l’argentino il faro dei bianconeri, ogni qual volta la palla finisce sui suoi piedi suona l’allarme, mentre sul fronte opposto è Zaza a impressionare e a mettere alle corde Ogbonna. Tevez al 35’ di prepotenza riporta il match in parità, anche qui complice una leggera deviazione di Longhi, per Pegolo nulla da fare. Il Sassuolo subisce il contraccolpo psicologica, la Juventus cresce. Comunque l’ultima occasione del primo tempo capita ancora sui piedi di Zaza, ma questa volta Buffon è super e alza sopra la traversa. Nella ripresa il Sassuolo riparte a cento all’ora e la Juventus non riesce a far girare palla come vorrebbe, dopo una carambola della palla su un braccio di Ogbonna al 3’ ed un tiro di Sansone all’11’ leggermente alto, fopo che l’attaccante del Sassuolo palla al piede aveva saltato tre bianconeri, è Pirlo a mettere sui piedi di Marchisio un palla pennellata al centimetro e per il centrocampista è facile mandarla in rete. Il Sassuolo è ormai demoralizzato e la Juventus rallenta un po’. Ancora un tiro di Marchisio al 22’ parato da Pegolo, una traversa scheggiata da Tevez al 28’ ed ecco al 31’ il capolavoro di tacco di Llorente su cross di Lichtsteiner a fissare il risultato sul 3-1.
SASSUOLO-JUVENTUS 1-3
SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Gazzola, Antei, Cannavaro, Longhi; Chibsah (33’ st Brighi), Magnanelli, Ziegler (20’ st Floccari); Sansone ( 38’ st Masucci), Zaza, Floro Flores. A disp.: Pomini, Polito, Ariaudo, Pucino, Mendes, Terranova, Rosi, Marrone, Brighi, Farias. All. Di Francesco.
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Ogbonna (28’ st Bonucci), Chiellini; Isla (18’ st Lichtsteiner), Pogba, Pirlo (35’ st Vidal), Marchisio, Asamoah; Llorente, Tevez. A disp.:Storari, Caceres, Peluso, Padoin, Pepe, Giovinco, Osvaldo, Vucinic, Quagliarella. All. Conte.
ARBITRO: Damato.
MARCATORI: 9’ pt Zaza, 35’ pt  Tevez, 13’ st Marchisio, 31’ st Llorente
AMMONITI Ogbonna, Zaza
28 aprile 2014

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it