Partita bloccata, ci pensa Pogba ad inventare per Tevez che al 26’ del secondo tempo regala la vittoria ad Allegri

Antonello Vischeri

Il primo big match del campionato mette di fronte Milan e Juventus e lo stadio Meazza registra il tutto esaurito,  oltre 78.000 spettatori con 3,2 milioni di euro diCarlitos Tevez incasso. La partita mette di fronte Allegri, ex allenatore dei rossoneri silurato lo scorso campionato per far posto a Seedorf e ora sulla panchina bianconera a gestire il post Conte e Pippo Inzaghi, bandiera del Milan come calciatore e ora tecnico della prima squadra che sta cercando di riportare il Diavolo ai vertici del campionato. La partita non rispecchia le aspettative delle vigilie, le squadre sono più preoccupate dalla fase difensiva che da quella offensiva e gli spazi per gli attaccanti latitano. Il ritmo è abbastanza blando, comunque nel primo tempo c’è più Juventus che Milan, già al 7’ Pereyra calcia dalla distanza ma il pallone è alto sulla traversa. La pressione dei bianconera è costante ed il Milan non riesce a organizzare valide ripartenze e le occasioni da rete latitano. I rossoneri hanno un buon momento attorno al ventesimo e su una veloce ripartenza di El Shaarawy al 27’Chiellini deve prodursi in una efficace chiusura, sul proseguimento dell’azione rec upera palla Zapata a meta campo e allunga a Muntari sulla sinistra, il suo cross sul secondo palo è raccolto da Honda di testa  che anticipa Chiellini, ma Buffon si distende e con una mano allontana il pericolo. La risposta dei bianconeri è immediata, al 31’ Tevez mette una palla in profondità per Pereyra che mette all’indietro per Llorente ma Abbiati è super. La Juventus insiste, 34’ scambio Llorente- Pereyra e Abbiati si salva in angolo, 35’ Marchisio pennella per Bonucci che sul filo del fuorigioco di nuca manda di poco alto. Il pericolo più grosso alla porta di Abbiati lo parta al 38’ Marchisio, il suo tiro dalla distanza si stampa sul palo alla sinistra del portiere. La partita si infiamma al 40’ Lichtsteiner è protagonista di una incursione strepitosa sulla fascia, salta tre avversari e giunto sul fondo mette la palla all’indietro dove non c’è nessuno, riparte il Milan con Menez che giunto al limite dell’area bianconera lascia partire una sassata sulla quale Buffon si oppone con i pugni. L’arbitro dopo tre minuti di extra time dice che può bastare e manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo, con il risultato ancora sullo 0-0. La ripresa si dipana con lo stesso tema tattico del primo tempo, Juventus in avanti e Milan che cerca di ripartire, ma i bianconeri nella seconda frazione di gioco accentuano la loro pressione costringendo i rossoneri alla pura difesa ed impedendogli di passare la metà campo. Ma di occasioni da gol neppure l’ombra, ci vuole una giocata di classe, una genialata dei top player che stasera sembrano in vacanza. Un’occasione per passare in vantaggio la Juventus l’avrebbe al 15’ con Marchisio, che su un angolo battuto da Tevez sorprende tutti arrivando da dietro ma il suo tiro ad incrociare sul secondo palo esce di poco sul fondo. Pogba fino a quel momento abbastanza in ombra, si inventa la genialata che porta al gol del vantaggio bianconero al 26’, il francese protegge palla al limite dell’area e la imbuca per Tevez, Carlitos aspetta che Abbiati esca dai pali e lo fredda con un preciso tiro che il portiere rossonero ormai seduto a terra può toccare solo con la punta delle dita della mano sinistra.  E’  il gol che permette alla Juventus di sbancare il Meazza e Carlitos lo festeggia con il “ciuccio” in bocca. Inzaghi cambia gli interpreti in avanti, prima Bonaventura, poi Torres e Pazzini in campo, ma il risultato è saldamente in mano alla squadra di Allegri che anche quest’anno sembra avere pochi competitor nel campionato.
MILAN – JUVENTUS 0-1
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Rami, Zapata, De Sciglio; Poli (31’ st Torres), Muntari, De Jong; Honda (38’ st Pazzini), Menez, El Shaarawy (21’ st Bonaventura). A disp.:Agazzi, Gori, Mexes, Zaccardo, Albertazzi, Armero, Van Ginkel, Niang, Mastalli. All.: Inzaghi
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres (34’ pt Ogbonna), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (37’ st Romulo), Pereyra (31’ st Vidal), Marchisio, Pogba, Asamoah; Llorente, Tevez A disp.:Storari, Rubinho, Evra, Mattiello, Padoin, Pepe,Coman, Giovinco, Morata. All.: Allegri
ARBITRO: Rizzoli
MARCATORE: 26’ st Tevez
AMMONITI Marchisio, Ogbonna, Muntari, Torres, Asamoah
20 settembre 2014
Fontefoto. Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it