Un doppio Vidal e Lichtsteiner annientano il Cesena. Partita a senso unico

Antonello Vischeri

Anche la Juve di Allegri conquista il suo primo record, nessuna squadra di serie A aveva mai subito gol nelle prime quattro giornate di campionato. TuttoArturo Vidal, due reti per lui facile per la Juve questa sera allo JS contro il Cesena di Bisoli, troppo il divario in campo  per impensierire la corazzata bianconera, anche se il primo gol arriva su rigore, anche se abbastanza generoso a dir la verità. Allegri lascia a riposo Pogba e Tevez e in avanti schiera Giovinco a fianco di Llorente, mentre Bisoli deve fare a meno di Brienza e si affida a Defrel e Marilungo. L’inizio della juventus è come al solito aggressivo ela prima occasione arriva su una punizione conquistata da Pereyra. Batte Giovinco sulla barriera, riprende la Formica Atomica e al volo impegna Leali. Il Cesena non riesce a ripartire e al 17’ ecco l’episodio del rigore,il tiro di Pereyra incoccia il braccio di Cascione a pochi metri da lui, l’arbitro indica il dischetto del rigore e Vidal trasforma, anche se Leali aveva intuito la traiettoria e toccato il pallone senza tuttavia riuscire a respingere. Solamente alla mezz’ora il Cesena riesce ad impensierire Buffon, sul tiro di Marilungo dalla distanza il portiere juventino ci mette i pugni. La replica juventina non si fa attendere, tre minuti dopo un tiro di Llorente sfiora la traversa, poi è una botta di Giovinco ad accarezzare il palo al 41’. Si va al riposo con la Juve padrona del campo anche se con un solo gol di vantaggio. L’inizio ripresa è subito di marca juventina, dopo due minuti Giovinco impegna Leali, poi Vidal raccoglie la respinta del portiere ma il suo tiro è alto. La Juventus vuole chiudere la gara, al 16’ una punizione di Giovinco indirizzata nel sette è messa in angolo da Leali, poi al 19’ arriva il raddoppio di Vidal, controllo al limite dell’area e di destro palla sul secondo palo. Ora non c’è più bisogno di spingere sull’acceleratore, il ritmo cala, ma la Juventus crea ancora occasioni da gol, una al 30’ viene divorata da Morata, da poco entrato, lo spagnolo servito in area piccola da Evra, si gira e svirgola la sfera. Il terzo gol arriva comunque al 40’ Padoin imbecca Lichtsteiner che penetra in area dalla destra e con un tocco morbido supera Leali. 3-0 ma la partita non è ancora finita, a 43’ c’è ancora tempo per un palo su un destro di  Giovinco e per un gran tiro di Padoin al 45’ che impegna Leali dalla distanza. Partita a senso unico, la Juventus continua ad essere saldamente in testa.
JUVENTUS – CESENA 3-0
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (41’ st Pepe), Pereyra, Marchisio, Vidal (34' st Padoin), Evra; Giovinco, Llorente (25' st Morata). A disp.: Rubinho, Volpe, Romulo, Pogba, Tevez, Coman, Asamoah, Mattiello. All.: Allegri.
CESENA (5-3-2): Leali; Perico (12' st Carbonero), Capelli, Lucchini, Kranjc, Renzetti; Giorgi (30' st Nica), Cascione, Mazzotta (1' st Coppola); Defrel, Marilungo. A disp.: Agliardi, Bressan, Valzania, Rodriguez, Magnusson, Djuric, Succi, Garritano, Ze Eduardo. All.: Bisoli.
ARBITRO: Giacomelli.
MARCATORI: 18’ pt Vidal (rig.), 19’ st Vidal, 40’ st Lichtsteiner.
AMMONITI: Cascione, Capelli, Perico.
24 settembre 2014


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it