I bianconeri polverizzano il Parma con un pesantissimo 7-0, doppietta di Tevez, Llorente e Morata e gol di  Lichtsteiner

Antonello Vischeri

Si ferma Pirlo, ma non si ferma la rivoluzione tattica di Allegri, avanti quindi con il modulo ad albero di Natale, il 4-3-2-1, contro il Parma per cercare Carlitos Tevezl’ennesima vittoria allo Juventus Stadium. In campo, al suo esordio stagionale, Romulo e centrocampo orfano anche di Vidal. I ducali oppongono dal canto loro un 3-5-2 che si è sbriciolato come neve al sole dopo una ventina di minuti. Per la Allegri-band la gara si è ben presto trasformata in una partita di allenamento, visto che ogni accelerazione ha portato in dote un gol. Dopo una bella rovesciata di Pereyra al 7’ imbeccato alla perfezione da Lichtsteiner finita fuori, i bianconeri incominciano a far sul serio al 9’, è Marchisio a portare il primo serio pericolo alla porta difesa da Mirante, la sua bordata dalla distanza è deviata da Mirante. La Juventus accelera le operazioni e va in gol al 24’, un tracciante di Pogba è parato ma non trattenuto da Mirante, Llorente è il più lesto di tutti e ribadisce in rete. Il primo tiro in porta del Parma è di Mauri imbeccato da Cassano al 27’, il tiro dalla distanza è respinto da Buffon. Due minuti dopo arriva il raddoppio juventino, Tevez tenta il tiro che viene deviato da un difensore, palla a Lichtsteiner che di contro balzo dal limite piazza la palla quasi all’incrocio. Gol bellissimo. Il Parma sbanda ad ogni attacco dei bianconeri e la difesa dei ducali crolla ancora al 36’, ancora Tevez  da il là all’azione imbeccando Lichtsteiner, assist per Llorente che al volo di destro mette alle spalle di Mirante. Per il primo tempo può bastare così, si può andare al riposo sul 3-0. Ad inizio ripresa fiammata dei ducali, Cassano imbecca Ghezzal che spara sopra la traversa. Poi ancora solo Juventus. Il quarto gol al 5’ porta la firma di Tevez ed è un gol fantastico, l’Apache si libera di Costa a centro campo, supera in dribbling due avversari e fa secco Mirante con un tiro a fil di palo, dopo sessanta metri palla al piede. Chapeau, tutto lo stadio è in piedi ad applaudire. Non contento l’Apache concede il bis al 13’, siluro di Pogba che Mirante intercetta ma non blocca, la palla rimane lì e Tevez la mette alle spalle di Mirante. Dopo di ché Tevez può lasciare il posto a Coman e cominciare a pensare all’impegno con la Nazionale argentina. Il Parma ora non esiste più, Donadoni effettua alcune sostituzioni nel tentativo di rivitalizzare la squadra, ma è sforzo vano, la Juventus ora gestisce i palloni e amministra a suo piacimento la gara. Acquah rischia il rosso per una entrataccia senza logica su Coman e il Parma subisce il sesto gol al 31’, a segnarlo è Morata che aveva da poco sostituito Llorente: assist di Coman che con un tocco di sotto in corsa serve lo spagnolo sul filo del fuorigioco e per Morata è uno scherzo freddare Mirante. Altro gol molto bello.  C’è gloria anche per Mattiello al suo esordio stagionale a dieci minuti dalla fine,ma anche Morata però vuol festeggiare la sua prima chiamata in Nazionale e al 43’ piazza la sua personale doppietta, cross dalla destra del solito Lichtsteiner e lo spagnolo al volo al centro area piazza il settimo sigillo. Poi l’arbitro può fischiare la fine delle ostilità. Se Allegri aveva il problema delle poche realizzazioni rispetto alle occasioni create, beh oggi questo problema è stato brillantemente superato. Merito del nuovo assetto tattico o della pochezza del Parma? Ci sono quindici giorni di tempo per sviscerare il dilemma, il campionato si ferma per la Nazionale.- PARMA 7-0
JUVENTUS (4-3-2-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Padoin; Romulo, Marchisio (36' st Mattiello), Pogba; Pereyra, Tevez (15' st Coman); Lllorente (25' st Morata). A disp.: Storari, Rubinho, Ogbonna, Pepe, Giovinco. All.: Allegri
PARMA (3-5-2): Mirante; Costa, Lucareli, Felipe; Rispoli, Acquah, Lodi, Mauri (9' st Mariga), De Ceglie (1' st Gobbi); Ghezzal, Cassano (19' st Belfodil). A disp.: Iacobucci, Coric, Mendes, Pozzi, Ristovski, Galloppa, Palladino, Santacroce, Vieira. All.: Donadoni.
ARBITRO: Russo.
MARCATORI: 24’ pt Llorente, 28’ pt Lichtsteiner, 36' pt Llorente, 5’ st Tevez, 15’ st Tevez,31’ st  Morata, 43’ st Morata
AMMONITI:  Acquah
9 novembre 2014

Fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it