I bianconeri superano per 2-0 gli svedesi del Malmoe. I gol nel secondo tempo di Llorente e Morata, ora il passaggio agli ottavi è più vicino

Antonello Vischeri

Partita assolutamente da vincere stasera allo Swedbank Stadion casa Malmoe, per la Juventus e la Allegri-band non tradisce le aspettative: Malmoe sconfitto Fernando Llorente autore del primo golper 2-0, ma il punteggio avrebbe potuto essere più consistente se Marchisio non avesse trovato sulla sua strada il portiere Olsen a negargli in più occasioni il gol. Malmoe schierato con il 4-4-2 e Juventus con il rombo a centrocampo con Vidal trequartista avanzato dietro le punte Tevez e Llorente. Il terreno di gara in condizioni veramente pessime, rende complicato l’equilibrio dei giocatori e le giocate palla a terra in velocità, il Malmoe nei primi minuti sembra adattarsi meglio degli avversari. La prima conclusione a rete della partita è però di marca bianconera, Lichtsteiner si lancia da solo sulla fascia, cross arretrato per Vidal che calcia dall'altezza del dischetto, Olsen con i pugni respinge. L’arbitro Proença spezzetta sovente il gioco, il Malmoe fa leva anche sulla fisicità e sulla aggressività per bloccare i giocatori bianconeri, ma al 28’si concretizza un’altra occasione di andare in gol per i bianconeri: Pirlo pesca Marchisio al di là della linea difensiva degli svedesi, ma in posizione regolare, ma la  spaccata volante del Principino sfiora solo il pallone che Olsen blocca. Al 33’ il Malmoe reclama un rigore, calcio d’angolo, Eriksson mette in mezzo, Vidal e Halsti si trattengono in area cadendo, ma l’arbitro fa proseguire. La partita incomincia a prendere quota, anche perché la Juventus, approfittando di un calo di ritmo del Malmoe, alza il baricentro e al 36’ Olsen compie un’autentica prodezza, deviando un tocco di Marchisio lanciato in profondità da una combinazione Padoin – Vidal. Il Malmoe si fa avanti al 40’ ma il tiro di Thelin è parato facile da Buffon e al 43’ con Rosenberg che serve in profondità Forsberg che supera Lichtsteiner e poi anticipando l'uscita di Buffon scarica il pallone sull'esterno della rete. Il primo tempo si chiude su un contropiede degli svedesi, dopo una punizione di Pirlo murata dalla difesa del Malmoe, con Fosberg che si invola per più di 60 metri ma conclude fuori. Si aspetta quindi nella ripresa un salto di qualità da parete della Juventus che deve assolutamente incamerare questi tre punti per presentarsi di fronte all’Atletico nell’ultima partita abbastanza tranquilla di passare il turno. Ed infatti la Juventus è subito pericolosa con Marchisio al 1’ imbeccato da Llorente, ma Olsen para pur non trattenendo la sfera e al 3’, Vidal crossa in mezzo, la palla gira ma Tevez per pochi centimetri non trova la deviazione vincente. Il gol è solo rimandato di un minuto, al 4’ scatta il contropiede della Juventus, Marchisio lancia Llorente che dribbla anche Olsen e con un tocco felpato deposita in rete la palla dell’1-0. La Juve cerca di sfruttare il suo buon momento e stringe d’ assedio l’area degli svedesi, al 12’ non si chiude una combinazione Tevez – Vidal e al 12’ Marchisio si vede respinta la sua conclusione da Olsen. Al 20’ Adu, dopo una mischia in area cerca la botta ma Buffon para sicuro. La partita sale di tono, al 21’ Tevez tira centralmente e Olsen para, imitato da Llorente al 27’. Mentre la partita si avvia ai titoli di coda succede di tutto, 43’ azione Pereyra, che aveva rilevato Marchisio, allunga per Tevez che crossa in mezzo e Morata, che aveva sostituito Llorente, da non più di due metri dalla linea di porta colpisce la traversa, subito dopo Rosenberg sul capovolgimento di fronte impegna Buffon,  poi al 44’ Tevez chiude la partita. Ripartenza juventina di Morata che lancia Pogba che pesca Tevez, l’argentino con un tocco maligno beffa Olsen e segna il 2-0. Gli svedesi protestano perché nell’azione Morata si era liberato fallosamente di Johansson, gli animi si scaldano e Johansson si becca il cartellino rosso. All’ultimo minuto dei tre concessi da Proença come recupero Rosenberg spaventa Buffon, che chiude però sul suo palo con una super parata. La Juventus ora può festeggiare.
MALMOE - JUVENTUS 0-2
MALMOE (4-4-2): Olsen; Tinnerholm (40' st Rakip), Johansson, Helander, Ricardinho, Eriksson, Halsti, Adu, Forsberg, Thelin (25' st Cibicki), Rosenberg. A disp.: Azinovic, Concha, Konate, Thern, Mehmeti. All.: Hareide.
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Chiellini, Bonucci, Padoin; Pogba, Pirlo, Marchisio (38' st Pereyra); Vidal; Tevez, Llorente (27' st Morata). A disp.: Storari, Ogbonna, Evra, Coman, Giovinco. All.: Allegri.
ARBITRO: Proenca (Portogallo).
MARCATORI: 4’ st Llorente, 48’ st Tevez
AMMONITI: Pereyra, Rosenberg, Olsen, Morata
ESPULSO: Johansson per doppia ammonizione
26 novembre 2014

Fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it