I bianconeri non riescono a perforare la difesa dei madrileni e i colchoneros dopo aver procurato due brividi a Buffon nel primo tempo, nel secondo si limitano a controllare la situazione

Antonello Vischeri

L’ultimo atto della fase a gironi della Champions League tra Juventus e Atletico de Madrid si chiude con un salomonico 0-0 che premia entrambe le squadre Tutti soddisfatti a fine garache accedono così agli ottavi di finale della competizione. Allegri perde Marchisio, vittima di un attacco febbrile e schiera quindi dal primo minuto Pereyra al suo posto, per il resto formazione annunciata, difesa a quattro e con la coppia Tevez-Lloriente in avanti. Simeone dal canto suo manda in panchina Griezmann Tiago e Cerci, affidandosi in avanti a Mandzukic e  Raul Garcia. La partita sembra promettere bene all’inizio, al 6’ un errore di Bonucci permette a Koke di battere a rete, Buffon si salva mettendoci il piede e poi la mano, con la replica bianconera che non si fa attendere, Pogba lancia in profondità Llorente che però a due metri dal portiere non riesce a toccare la palla e deviarla in rete. Grande attenzione da parte delle due squadre, un pareggio andrebbe benissimo ad entrambe, con i colchoneros  bravissimi nel possesso sullo stretto grazie alla qualità dei suoi giocatori e così la partita cala di ritmo e vive momenti di stanca con palleggi insistiti in orizzontale dei bianconeri che non riescono però a trovare spazi in attacco. Quando l’Atletico decide di accelerare rischia sempre di far male, al 23’ un colpo di testa a palombella di Gimenez è alzato sopra la traversa dal Buffon e al 43’ un altro tiro dalla distanza di Mario Suarez è respinto dal portiere bianconero. Il primo tempo non offre altro, se non un possesso palla a netto vantaggio dei bianconeri. Se il primo tempo non aveva offerto molto, la ripresa ancora di meno. Fino al 20’ si registra qualche tentativo di forzare l’andamento della gara, al 5’ un tiro da calcio d’angolo di Gaby si stampa sul palo esterno della porta di Buffon, all’11’ un tiro di Pogba viene deviato in angolo da Moya, al 13’ una ripartenza dei bianconeri porta al tiro dalla distanza Vidal, ma Moya si distende e devia in angolo, al 19’ una sberla dalla distanza di Pogba viene parata ma non trattenuta dal portiere madrileno, la palla rimane lì poi dopo due tentativi di Moya di abbrancare la sfera un difensore libera, poi scende in campo un tacito accordo di non farsi male e la gara traccheggia fino al 46’. Alla fine volti soddisfatti da entrambi i contendenti, l’obiettivo è stato raggiunto.
JUVENTUS – ATLETICO DE MADRID 0-0
JUVENTUS (4-1-2-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Pereyra, Pirlo, Pogba, Vidal, Tevez, Llorente. A disp.: Storari, Morata, Mattiello, Pepe, Padoin, Giovinco, Ogbonna. All.: Allegri
ATLETICO DE MADRID (4-4-2): Moya; Juanfran, Gimenez, Godin, Siqueira; Arda Turan, Gabi, Mario Suarez, Koke; Mandzukic, Raul Garcia. A disp.: Oblak, Griezmann, Gámez, Cerci, Tiago, Rodríguez, Ñíguez. All.: Simeone
ARBITRO: Collum
AMMONITI: Vidal, Siqueira, Suarez
9 dicembre 2014

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it