Al gol di Tevez in apertura di gara  risponde nel secondo tempo Icardi. Poi i nerazzurri sprecano alcune ghiotte occasioni per passare in vantaggio

Antonello Vischeri

La Befana questa volta porta in dono alla Juventus una calza per metà piena di cioccolatini e torrone e per metà piena di carbone. Inizia così con un risultato Il gol di Carlitos Tevezdouble face il 2015 per i bianconeri di Max Allegri che contrapposti all’Inter nel 163° derby Italia non sono riusciti ad andare oltre al pareggio per 1-1, potendo però vincere comodamente nella prima frazione di gara, dominata, ma rischiando anche il tracollo nella seconda parte della partita.  Il vantaggio sulla Roma scende così a +1 e il prossimo incontro per i bianconeri sarà sotto il Vesuvio contro la Benitez-band che stasera si è sbarazzata del Cesena con un perentorio 4-1. La partenza della Juventus è buonissima e al 5’, dopo  che Marchisio aveva mancato di un nulla il bersaglio, i bianconeri passano in vantaggio con il solito Tevez: gran giocata di Vidal che porta avanti la palla con un controllo di tacco a seguire, poi crossa per Tevez che da pochi passi insacca l’1-0. La Juve controlla la gara, Pirlo detta i tempi ed il pressing dei bianconeri mette in crisi l’Inter. Al 12’ D’Ambrosio neutralizza una gran botta di Vidal destinata in fondo alla rete, Handanovic è bravo al 27’ deviare in angolo un tiro maligno di Vidal,  poi al 35’ sale in cattedra Pogba, che dopo aver superato tre avversari viene fermato ancora da Handanovic in uscita. Nella prima frazione di gara quindi poca Inter, zero tiri in porta il suo score, e Juventus tranquilla nell’amministrare il vantaggio, cercando il colpo del ko. Nella ripresa il copione non cambia, poi  al 9’ Mancio manda in campo il nuovo acquisto Podolski, alzando il baricentro e l’Inter cambia passo. D’Ambrosio si fa vedere con più pericolosità e al 19’ pareggia con Icardi: Guarin, fino a quel momento disastroso, si inventa un passaggio filtrante per il taglio di Icardi che incrocia il destro anticipando Bonucci e Buffon in uscita. La Juve incomincia a soffrire e va lentamente in bambola, cerca di rianimarla prima Pirlo al 24’ ma la sua punizione trova l’opposizione di Handanovic che alza sopra la traversa poi Pogba al 32’ ma la sua girata di testa sfiora il palo. L’Inter fallisce alcune ripartenze, poi i nerazzurri hanno l’occasione clamorosa per fare loro il match, al 36’ Bonucci perde palla, tre contro uno, Podolski mette in mezzo per Icardi che in scivolata spedisce sul fondo, poi due minuti dopo ancora Buffon salva la sua porta su un destro dal limite sempre di Icardi e al 41’ Osvaldo, entrato nel finale, manda a quel paese Icardi che si divora un contropiede non servendolo. L’Inter chiude in inferiorità numerica per un rosso diretto a Kovacic per fallo su Lichtsteiner, ma la Juventus non riesce ad approfittarne, anzi al 47’ Buffon esce quasi fino a centrocampo per anticipare  Podolski lanciato da M'Vila.
JUVENTUS – INTER 1-1
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal (33’st Pereyra); Llorente (18’ st Morata), Tevez. A disp.: Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, Pepe, Padoin, Mattiello, Marrone, Giovinco, Coman. All. Allegri.
INTER (4-3-2-1): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, D’Ambrosio; Medel, Kuzmanovic (9’ st Podolski); Guarin; Kovacic, Hernanes ( 40’ st Osvaldo); Icardi (45’ st M’Vila). A disp.: Carrizo, Andreolli, Vidic, Dodò, Obi, Puscas, Khrin, Donkor, Bonazzoli. All. Mancini
ARBITRO: Banti di Livorno.
MARCATORI: 5’ pt Tevez, 19’ st Icardi
AMMONITI: Icardi, Ranocchia, Morata, D’Ambrosio, Juan Jesus, Bonucci, Medel
ESPULSO: 41’ st  Kovacic
6 gennaio 2015

 

fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it