Battuto il Chievo 2-0, con un supergol del francese ed un gol di Lichtsteiner, ancora su invenzione di Pogba

Antonello Vischeri

La Juventus sbriga la pratica Chievo Verona con un 2-0 che non ammette repliche, grazie ad un protagonista, vero leader, di nome Paul Pogba. Stasera la Allegri-band ed il suo mister possono aspettare in tutta tranquillità l’esito della gara di Firenze dove è impegnata la Roma, se andrà bene sarà un +8, se andrà male rimarrà un +5 o al massimo un +7.  Maran sta tirando fuori il massimo dalla sua squadra impegnata nella lotta salvezza e si presenta allo JS con un 4-4-1-1 affidando a Paloschi supportato da Botta le velleità offensive dei clivensi, ma con l’ordine di aiutare tutti in fase difensiva.  A Pereyra capita la prima palla per sbloccare la gara al 6’ su assist di Evra ma Bizzarri devia in angolo. Il Chievo cerca di abbassare il ritmo e la Juventus cerca il gol con Vidal al 28’ e un minuto dopo  con un colpo di testa di Chiellini, ma in ambedue le occasioni il trentasettenne portiere dei veneti riesce a deviare in angolo. Il Chievo nel primo tempo praticamente non si vede in attacco fatta eccezione per un tiro a lato di Gamberini al 22’. L’obiettivo dichiarato è tenere lo 0-0 cercando di rallentare il ritmo e con marcature strette dalle quali la Juventus non riesce a divincolarsi, non riuscendo così a trovare spazi per calciare a rete. Tevez non sembra al massimo e la manovra risente della mancanza della genialità di Pirlo. Si va al riposo quindi sullo 0-0. Nella ripresa i bianconeri entrano più determinati ma ci vuole una prodezza di Pogba per sbloccare la partita con il centrocampista che si "inventa" dal nulla un goal incredibile dalla distanza: 15’ nasconde la palla a Cofie, punta la porta scarta di lato e poi di collo esterno sinistro lascia partire un missile  sul primo palo che fulmina Bizzarri. Il francese prende per mano la sua squadra portando i maggiori pericoli alla porta di Bizzarri che al 28’ riesce a respingere il nuovo tentativo di Pogba, stop al volo e tiro di destro, ma non ad evitare il raddoppio di Lichtsteiner. L’ultimo quarto d’ora è accademia, il Chievo colpisce anche un palo con Schelotto. Mercoledì nuovamente in campo, c’è la Coppa Italia, avversario il Parma.
JUVENTUS – CHIEVO 2-0
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini, Evra (27' st Padoin); Vidal (17' st Lichtsteiner), Marchisio, Pogba; Pereyra (40' st Pepe); Tevez, Morata. A disp.: Storari, Rubinho, Barzagli, Ogbonna, Marrone, Giovinco, Coman, Llorente. All.: Allegri
CHIEVO (4-4-1-1): Bizzarri; Frey (43' pt Biraghi), Dainelli, Gamberini, Zukanovic; Birsa, Cofie, Hetemaj, Schelotto; Botta (18' st Meggiorini); Paloschi (31' st Pellissier). A disp.: Bardi, Seculin, Radovanovic, Christiansen, Lazarevic, Bellomo. All.: Maran
ARBITRO: Massa
MARCATORI: 15' st Pogba, 28' st Lichtsteiner
AMMONITI: Vidal, Marchisio, Zukanovic, Frey, Dainelli, Schelotto
25 gennaio 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it