Partita dominata dai bianconeri che vanno a segno con Tevez, Bonuccie Morata, di Antonelli il gol dei rossoneri. Marchisio colpisce due pali

Antonello Vischeri

La Juventus liquida la pratica Milan con un 3-1 che non ammette repliche: il punteggio avrebbe potuto essere ben più rotondo. Il Diavolo resiste per un tempo poi deve inchinarsi alla superpotenza bianconera anche se onor del vero cerca sempre di giocarsela. Allegri si gioca la carta Morata  e propone Padoin sulla La grinta di Carlitos Tevezdestra, per il resto la solita formazione, mentre Inzaghi gioca con Honda, Menez e Cerci in avanti escludendo Bonaventura e  propone fin dall’inizio i nuovi arrivati Paletta e Antonelli in difesa. Una Juve accorta, scalda subito le mani al 2’ di Diego Lopez con Morata e va in gol al 14’, intervento maldestro di testa a centrocampo di Alex, Morata lancia sul filo del fuorigioco Tevez, che punta Diego Lopez e lo batte con un preciso sinistro. Al 26’ la Juve potrebbe raddoppiare con una bella azione tutta  al volo, Morata dalla sinistra, Vidal tocca per Tevez il cui sinistro finisce a lato. Scampato il pericolo i rossoneri raggiungono il pareggio al 28’, Cerci batte un angolo, Antonelli stacca di testa e batte Buffon, ma la Juventus reagisce immediatamente ed i bianconeri al 30’ impegnano con Marchisio Diego Lopez che salva la sua porta con l’aiuto del palo. Il gol del nuovo vantaggio è rimandato di un minuto, 31’i bianconeri battono l’angolo, l’estremo difensore rossonero respinge malamente Tevez spizza per Bonucci che devia in rete da due passi il pallone del 2-1. Nei minuti di recupero del primo tempo i bianconeri avrebbero ancora la palla buona per allungare ma Diego Lopez mette in angolo il destro di Tevez che era stato messo in azione da Pogba. La ripresa vede il Milan partire pressando alto, Cerci cerca di innescare Pazzini, che aveva sostituito Menez a metà del primo tempo e proprio al 9’ il Pazzo ha l’occasione per rimettere in piedi la partita, lancio di Antonelli, tiro ad incrociare, ma Buffon c’è e si salva in angolo. Al 20’ la Juve mette nel carniere il terzo gol, Marchisio dalla distanza colpisce il palo, irrompe Morata che in tap-in la mette dentro. Il possesso palla dei rossoneri è sterile e non produce, mentre è la Juve ad andare ancoira in gol con una bellissima azione, velo di Pogba, sinistro smorzato di Marchisio con Morata che  insacca ma l’arbitro annulla per la posizione irregolare dello spagnolo. La partita comunque non è ancora finita, ultimi sussulti al 38’, Tevez si fa anticipare all’ultimo da Paletta  e poi Diego Lopez è bravo a chiudere lo specchio della porta su Marchisio. A questo punto Massimiliano Allegri, a dimostrazione di quanto ci teneva a vincere questa partita, può effettuare i primi cambi della gara, dentro Ogbonna per Marchisio e poi Llorente per Tevez anche oggi uno dei migliori.
JUVENTUS-MILAN 3-1
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Padoin, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio (39' st Ogbonna), Pirlo, Pogba; Vidal; Tevez (47' st Llorente), Morata. A disp.: Storari, Rubinho, Barzagli, De Ceglie, Sturaro, Pepe, Pereyra, Coman. All. Allegri.
MILAN (4-4-1-1): Diego Lopez; Zaccardo (33' st Rami), Alex, Paletta, Antonelli; Cerci, Poli (17' st Bonaventura), Essien, Muntari; Honda; Menez (37' pt Pazzini). A disp.: Abbiati, Gori, Albertazzi, Bocchetti, Van Ginkel, Mastalli, Suso. All. Inzaghi.
ARBITRO: Damato di Barletta
MARCATORI: 14' pt Tevez, 28' pt Antonelli , 31' pt Bonucci , 20' st Morata.
AMMONITI: Essien, Padoin, Tevez
7 febbraio 2015


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it