Il Cesena pareggia 2-2 con i bianconeri, reti di Djuric, Morata, Marchisio e Brienza. Vidal sbaglia un rigore e i bianconeri non capitalizzano così il pareggio casalingo della Roma che rimane sempre a -7

Antonello Vischeri

La Juventus non raccoglie l’assist offertole dalla Roma nel pomeriggio e al Manuzzi di Cesena, non va oltre al pareggio  di 2-2 contro la squadra di Di Carlo. Il Alvaro Morata complimentato dai compagnitecnico dei romagnoli l’aveva detto alla vigilia che i suoi ragazzi non partivano battuti e quindi il Cesena parte a spron battuto cercando di sorprendere i primi della classe. Buffon deve superarsi su Defrel in due occasioni, la prima al 7’ e la seconda al 10’ quando il francese sfruttando un errore di Bonucci si presenta davanti al portiere della Juventus, ma nulla può al 17’ sul tiro di Djuric, ancora una volta è Defrel a innescare l’azione, raccoglie un pallone allontanato da Pirlo, scatta sulla destra e poi effettua l’assist per il compagno. La Juventus cambia marcia, la difesa dei cesenati non è un bunker e dopo una decina di minuti, al 27’ riacciuffa il pareggio, cross di Pogba per la testa di Morata, dimenticato da Lucchini e lo spagnolo non sbaglia. La difesa del Cesena va ancora in confusione al 33’, testa di Morata, Krajnic e Llorente mancano il pallone, sbandamento della difesa dei padroni di casa e Marchisio ne approfitta per siglare il vantaggio juventino. L’assenza di Carlitos Tevez non si sente più di tanto, l’accoppiata degli spagnoli Morata-Llorente fa il suo e a centrocampo Marchisio con Vidal non sono da meno. Si va quindi al riposo con la Juventus in vantaggio per 2-1, vantaggio conquistato in rimonta. Nell’intervallo Di Carlo sprona i suoi e li invita a crederci ed i romagnoli si ripresentano in campo determinati a riprendere per le corna la partita, mentre la Juventus pensando di aver partita molla un po’ la presa.  Ci prova Brienza al 19’ ma il pallone finisce alto sopra la traversa, ci prova ancora al 25’ e questa volta fa centro.   La buona sorte però viene in soccorso dei bianconeri di Allegri al 35’, fallo di mani di Lucchini in area di rigore, tra le proteste dei cesenati che provocano l’allontanamento di Di Carlo, dal dischetto si presenta lo specialista Vidal che questa volta non è impeccabile, il suo tiro finisce fuori. Allegri vuole i tre punti e manda forze fresche in campo, Coman e Pepe, ma ormai la partita è incanalato su un giusto pareggio, che premia il Cesena per la grinta e la determinazione messa in campo e penalizza la Juventus che non riesce ad allungare ancora in classifica sulla Roma fermata all’Olimpico dal derelitto Parma sullo 0-0.
CESENA-JUVENTUS 2-2
CESENA:  Leali; Perico (15' st Nica), Lucchini, Krajnc, Renzetti; Zè Eduardo, De Feudis, Giorgi; Brienza; Djuric (38' st Rodriguez), Defrel.  A disp.: Agliardi, Gasperi, Carbonero, Magnusson,  Bressan, Volta, Succi, Mudingayi, Moncini.  All.: Di Carlo
JUVENTUS:  Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Ogbonna, Evra; Pogba (30' st Pereyra), Pirlo, Marchisio; Vidal (43' st Coman); Morata, Llorente (43' st Pepe).  A disp.: Storari, Rubinho, Barzagli, Chiellini, De Ceglie, Padoin, Sturaro.  All.: Allegri
ARBITRO: Russo
MARCATORI: 17’ pt Djuric, 27’ pt Morata,  33' pt, Marchisio, 25’ st Brienza
AMMONITI: Perico, Lichtsteiner, Bonucci, Nica
ESPULSI: 37' st Di Carlo
15 febbraio 2015

fontefoto: Juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it