La squadra di Allegri batte il Borussia Dortmund 2-1: apre Tevez, poi il livornese causa l’immediato pareggio di Reus; Morata prima dell’intervallo fissa il risultato

Antonello Vischeri

Il primo round degli ottavi di Champions League è appannaggio dei bianconeri, che allo Juventus Stadium battono il Borussia 2-1 con i gol di Tevez e Morata. A salvare la faccia e a mantenere viva la speranza del Borussia ci pensa Reus segnando il momentaneo pareggio. Gol che tiene ancora in vita i tedeschi, che però anche se hanno condottoalt loro la partita tenendo possesso palla per lunghi tratti e costringendo i bianconeri nella loro trequarti, da quanto si è visto stasera sono davvero imbarazzanti nella fase difensiva, su tutti i due centrali ed il portiere.  La squadra di Allegri li ha attesi nella propria metà campo e ha sfruttato le ripartenze. Primo tempo giocato con molta intensità grazie al ritmo imposto dalla squadra di Klopp che spinge subito sull’acceleratore, ma a passare in vantaggio al 13’ sono i bianconeri, complice una difesa del Borussia che si lascia sorprendere dal cross di Morata e dalla parata difettosa del portiere Weidenfeller, che mette la palla sui piedi di Tevez che insacca anche se contrastato da Schmelzer , l’1-0. Il pareggio del Borussia arriva cinque minuti dopo e nasce da una scivolata di Chiellini, a cui manca il piede di appoggio, che lascia campo a Reus che impallina Buffon senza problemi. Dopo una mezz’ora a tutto gas, la partita cala un po’ d’intensità ed i bianconeri ne approfittano per farsi vivi in area di rigore tedesca al 21’ con un colpo di testa di Morata, su cross di Tevez, mentre i giallo neri arrivano ad impensierire Buffon con un tiro di Sahin al 34’, parato in due tempi, poi dopo l’uscita di Pirlo per un infortunio al polpaccio, al 43’ su un’altra ripartenza arriva il raddoppio juventino, Tevez allarga per Pogba che crossa e Morata liberissimo al centro deposita in rete il gol del vantaggio. La ripresa è molto più slow, anche se la squadra di Klopp continua a tenere il pallino in mano, ma senza arrivare mai a preoccupare la retroguardia bianconera. Anzi è proprio la Juventus ad avere le occasioni migliori per portarsi sul 3-1, al 25’ un tiro di Tevez, dopo una mischia in area, viene deviato a fil di palo da un difensore, al 32’ ancora con Tevez che sfrutta uno scivolone di un difensore e batte a rete, ma Weidenfeller questa volta c’è e poi al 41’ con Morata che libera Pereyra per un tiro ad incrociare che si perde a fil di palo. E’ l’ultima occasione della partita, quella che avrebbe permesso alla Juventus, se concretizzata, di andare a Dortmund con un altro spirito e con altre certezze, ma il Borussia visto stasera non dovrebbe creare grossi problemi neanche al ritorno. Mai come questa volta la Juve può passare ai quarti di Champions League.
JUVENTUS-BORUSSIA DORTMUND 2-1
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Marchisio, Pirlo (37' pt Pereyra), Pogba, Vidal (41' st Padoin), Tevez (43’ st Coman), Morata. A disp.: Storari, Caceres, Ogbonna, Llorente. All. Allegri
BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Weidenfeller; Piszczek (32' pt Ginter), Papastathopoulos (1' st Kirch), Hummels, Schmelzer; Gündogan, Sahin; Mkhitaryan, Reus, Aubameyang; Immobile (30' st Blaszczykowski). A disp.: Langerak, Kagawa, Kehl, Ramos. All. Klopp
ARBITRO: Lahoz (Spagna)
MARCATORI: 13’ pt Tevez, 18’ pt Reus, 43’ pt Morata
AMMONITI: Vidal,  Pereyra
24 febbraio 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it