La Juventus batte il Borussia 3-0 con due gol di Tevez ed uno di Morata. Quarti di finale di Champions conquistati

Antonello Vischeri

La Juventus stravince il match di ritorno contro i tedeschi del Borussia Dortmund per 3-0 e conquista così i quarti di finale di Champions League. Grande prova di maturità della squadra di Allegri nettamente superiore come palleggio, come determinazione, come forma fisica, come pericolosità, come classe dei singoli, come sagacia tattica alla squadra di Klopp, a firmare il successo le prodezze di Carlitos Tevez autore di una doppietta e dell’assist vincente a Morata. Il Borussia altspuntato in attacco non ha mai creato problemi a Buffon. Partenza subito vibrante dei bianconeri che si presentano nei pressi di Weidenfeller già al 2’ con Morata e passano in vantaggio all’assalto successivo. Palla al limite dell’area che viaggia da Evra a Tevez, l’argentino da fermo lascia partire un destro, che il portiere tedesco forse con la visuale coperta vede solo all’ultimo, che si insacca nell’angolino.  I tedeschi colpiti a freddo hanno difficoltà ad abbozzare una reazione decente, mentre i bianconeri continuano a premere; al 15’ un violento tiro di Lichtsteiner viene deviato in angolo da Weidenfeller. Pogba infortunato dopo uno scontro di gioco deve lasciare il campo al 27’, al suo posto Barzagli con conseguente cambio di modulo: difesa a tre. Il Borusssia cerca di approfittare del momento, ma non riesce a portare pericoli alla porta di Buffon anche se aumenta la pressione sulla difesa bianconera che però riesce sempre ad uscire dalla propria area di rigore con un elegante palleggio. Ci si aspetta una ripresa di marca giallo nera ed invece è la Juventus a rendersi pericolosa nuovamente in avvio, sempre con uno straordinario Tevez che mette Morata in condizione di battere a rete ma Weidenfeller salva la sua porta. Ancora Juve al 10’, azione personale di Pereyra che lancia Morata, ma anche stavolta Weidenfeller è bravo a fermare il tiro dell’attaccante spagnolo con i piedi. Il Borussia ha due fiammate, al 18’ Buffon para un tiro di Klamp e al 22’ un tiro dalla distanza di Subotic, leggermente deviato, sfiora il palo alla destra del portiere juventino. Tre minuti dopo la Juve mette il risultato in cassaforte, lancio in profondità di Marchisio che mette in azione Tevez, scattato sul filo del fuorigioco, appoggio dell’Apache per Morata appostato liberissimo a centro area e tocco facile facile dello spagnolo per il 2-0. Ormai la gara è virtualmente chiusa ed i ritmi si abbassano, ci prova Ramos  con una girata ma Buffon è attento e al 34’ arriva la consacrazione di Carlitos Tevez, è ancora Pereyra a portare avanti una palla, lancio per l’argentino e la sciabolata di Tevez non lascia scampo a Weidenfeller. E’ il 3-0 finale che sancisce l’ingresso della Juventus nel Gotha del calcio Europeo.
BORUSSIA DORTMUND-JUVENTUS  0-3
BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Weidenfeller; Papastathopoulos, Subotic, Hummels, Schmelzer (1' st Kirch); Bender (18' st Ramos), Gündogan; Mkhitaryan (18' st Blaszczykowski), Reus, Kampl; Aubameyang. A disp.: Langerak, Kehl, Kagawa, Immobile. All. Klopp
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Vidal, Marchisio, Pogba (27' pt Barzagli), Pereyra, Tevez (36’ st Pepe), Morata( 33’ st Matri). A disp.: Storari, Ogbonna, Padoin, Pepe, Llorente. All. Allegri.
ARBITRO: Mazic (Serbia)
MARCATORI: 3’ pt Tevez, 25’ st Morata, 34’ st Tevez
AMMONITO: Reus
18 marzo 2015

 


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it