I bianconeri battono il Monaco 1-0, nella gara di andata di Champions League grazie al rigore di Vidal

Antonello Vischeri

Si alza il sipario sul primo round dei quarti di finale di Champions League tra Juventus e Monaco in uno Stadium ribollente di tifo, di passione e di speranze. Massimiliano Allegri si affida al rientrante Pirlo in cabina di regia e a Carlitos Tevez e ad Alvaro Morata per fare breccia nella difesa meno battuta del campionato L'esultanza di Arturo Vidal dopo il golfrancese, mentre Jardim allenatore di monegaschi preferisce tenere inizialmente in panchina Berbatov. La coreografia dello Stadium è da sballo, la musichetta della Champions fa il resto, la tensione si taglia con un coltello, ma la Juventus non è quella vista contro il Parma, stasera gli uomini di Allegri sono belli concentrati e tosti, la posta in palio è troppo importante. Il primo tiro in porta è di Tevez che al 6’ da fuori area prova a scaldare i guanti di Subasic. I bianconeri cercano di sfruttare le fasce per allargare il gioco e soprattutto dalla parte di Evra e Pereyra il Monaco soffre, ma non sta a guardare e al 10’ è Buffon a dover intervenire in due tempi su un tiro di Ferreira-Carrasco, ripetendosi un minuto dopo. Le ripartenze del Monaco rischiano di far male, Jardim tiene la linea difensiva e quella di centrocampo molto vicine e questo facilita il recupero palla da parte dei monegaschi e chiude tutte le strade agli attaccanti bianconeri. Il primo tempo si chiude con un tiro di Vidal ben servito da Tevez in area, con palla fuori, così tutto è rimandato alla ripresa del gioco.  Il Monaco ha l’occasione buona per passare in vantaggio al 9’ con Bernardo che sugli sviluppi di un contropiede entra in area e di sinistro impegna Buffon che si salva in angolo. Un minuto dopo l’episodio che deciderà la partita, Carvalho atterra Morata al limite dell’area e l’arbitro cecoslovacco Kralovec decide per il penalty in favore della Juventus. Al 12’ dal dischetto Vidal realizza con un tiro all’incrocio. La reazione del Monaco è in un tiro velenoso al 17’ di Kondogbia che prova a sorprendere Buffon da fuori area, ma il portiere bianconero manda in angolo con una mano. Jardim si affida al 26’ a Berbatov che entra subito nel vivo della gara andando al tiro, ma la partita con le diverse sostituzioni operate dagli allenatori su ambo i fronti sta ormai vivendo i suoi titoli di coda e la Juventus amministra il finale di partita senza correre rischi. Au revoir à Monaco.
JUVENTUS – MONACO 1-0
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Pirlo (29’ st Barzagli), Marchisio; Pereyra (42’ st Sturaro); Tevez, Morata (38’ st Matri). A disp.:Storari, Padoin, Pepe, Llorente. All. Allegri
MONACO (4-3-1-2): Subasic; Raggi (26’ st Berbatov), Ricardo Carvalho, Abdenhour, Kurzawa; Dirar (6’st Bernardo Silva), Fabinho, Kondogbia, Ferreira-Carrasco; Joao Moutinho; Martial (42’ st Matheus Carvalho). A disp.: Stekelenburg, Wallace, Elderson, Germain. All. Jardim.
ARBITRO: Kralovec (R. Cec)
MARCATORE: 12’ st Vidal (rig.)
AMMONITO:  Carvalho
14 aprile 2015

fontefoto: juventus.com


Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci
al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it

Spazio pubblicitario

Per info su questo spazio pubblicitario chiamaci al 333 93 24 992 o invia invia una mail a commerciale@piemontegol.it